Colla

Bologna - 11/01/2019 : 11/01/2019

Dopo mesi di duro lavoro FLESH* apre i battenti del nuovo spazio espositivo in via del Pratello, 53 con la mostra della durata di un solo giorno “COLLA”.

Informazioni

Comunicato stampa

Dopo mesi di duro lavoro FLESH* apre i battenti del nuovo spazio espositivo in via del Pratello, 53 con la mostra della durata di un solo giorno “COLLA”, il rito alchemico della pozione più usata in strada che vedrà esposti i lavori di SNEM, Guerrilla Spam e UFOCINQUE con il supporto di Innesto, Local Art Walls e The Graffiti Bench.

La ricetta è semplice: una parte di farina (meglio se di riso bianco, molto ricca di amido), 4 parti di acqua, pazienza e polso

Preparare la COLLA è un rito, un momento di immersione alchemica per creare una sorta di pozione capace di unire immaginazione e realtà.
Per chi attacca poster in giro per la strada fare la colla è l’inizio dell’azione.
Chi non l’ha mai usata almeno una volta in vita sua? Quel magico richiamo della colla bianca, liquida, degli squeezer che tutt* noi abbiamo avuto da bambin*.
I poster attaccati al muro negli "spot migliori" più visibili e in alto possibile, che non vengono più via. Quei poster così belli che vorresti staccare per farne tesoro o quei poster che vorresti strappare per il messaggio indegno che comunicano.
Un semplice strato trasparente capace di unire due parti spesso totalmente diverse. Allo stesso modo abbiamo deciso di fare da collante ed esporre tre diversi artisti che interverranno sullo stesso tipo di supporto, il poster. SNEM, Guerrilla SPAM e UFOCINQUE porteranno la strada dentro le mura del CSP, Centro Sociale della Pace, in via del Pratello 53, tappezzandole in toto alla stessa maniera delle campagne pubblicitarie.
Invasivi ed essenziali con i loro bianco e nero, l'idea è quella di creare un cortocircuito cognitivo nei visitatori i quali invitiamo a staccare e portar via i lavori in esposizione che, così, dallo spazio saranno liberi di andare in strada o in nuovi luoghi, previa scelta della colla più adatta al supporto desiderato.


ART SHOP CORNER*
Durante l’esposizione che durerà un solo giorno saranno presenti i banchetti espositivi di:
• OLÈ – Oltre l’editoria con stampe e lavori di Inchiostro Lisergico, Mi Chiamo Zeta, Roberta Joe Muci e Punxo
• AthenA
• Banchetto stampe benefit con disegni di Percy Bertolini, AthenA e vari* artist* per sostenere le spese processuali di alcun* compagn* condannat* durante un presidio a Perugia nel 2014 contro le sentinelle in piedi per aver gridato “Fuori i fascisti dalla città”.
• LVME
• Marta Baroni
• Gloria Goderecci
• GUERRILLA SPAM
• RITARDO



TARKUS djset



IL PROGETTO*
FLESH* è un nuovo modo di concepire l’urban art e le sue (dis)evoluzioni, le avanguardie di postgraffittismo e le sperimentazioni che da essa provengono. Il concept è flash: un solo giorno al mese per allestire e disallestire mostre, eventi e sperimentazioni ricchi di polpa, sostanza, FLESH appunto. Non siamo una galleria, bensì un collettivo per dar vita a sperimentazioni e idee che possano dare un valore aggiunto al modo di fare e fruire l’arte in tutte le sue forme in uno spazio inusuale e non abituato ad ospitare questo genere di ricerche: il CSP - Centro Sociale della Pace di via del Pratello, 53. Un incredibile punto di ritrovo poco conosciuto nel cuore pulsante di Bologna che riporteremo a vivere e far conoscere alla cittadinanza sotto una nuova luce, la stella di FLESH*.

Affronteremo diversi tipi di espressione: visiva, sonora, tattile o concettuale che sia, purché improntata ad una ricerca artistica, uno studio dello spazio e un’attenzione al visitatore tale da poter offrire un’esperienza sinestetica o quanto al più fresh possibile.

FLESH* è un team eterogeneo accomunato dall’urban che ha unito i componenti dell’ex home gallery Innesto ad altre figure creando un nuovo team fatto di architetti, visual artists e curatori: Flavia De Marco, Elisabeth Marie Cecile Petit, Cesare Bettini e Athena, in collaborazione con Irene Guerrini.

FLESH* è per la libera sperimentazione ed espressione artistica. L'arte non ha sesso, razza, genere, orientamento sessuale e alcun pregiudizio. FLESH* è contro qualsiasi tipo di discriminazione e violenza.

GLI ARTISTI*

SNEM Inizia a fare graffiti intorno al 2003 e negli anni a seguire prende le distanze dal mondo del writing finché nel 2013 inizia a distinguersi nella scena contemporanea per numerosi interventi urbani in Italia e all'estero. Una visione dell'arte che egli stesso definisce "temporanea" perché animata dalla sua provvisorietà. Dai poster ancora visibili anche a Bologna a sculture organiche informi sperimentando svariati materiali industriali poveri come cartone e scotch fino al digitale, oggi SNEM porta avanti il suo lavoro seguendo una libera espressione fortemente connessa idealmente con l'uso dello spazio pubblico che continua a diffondersi attraverso interventi illegali nella città.

GUERRILLA SPAM Guerrilla Spam nasce nel novembre 2010 a Firenze come spontanea azione non autorizzata di attacchinaggio negli spazi urbani, senza un nome e un intento definito.
Dal 2011 si susseguono numerosi lavori in strada in tutta Italia e all’estero, che mantengono un forte interesse per le tematiche sociali e per il rapporto tra individuo e spazio pubblico, prediligendo l’azione urbana illegale all’evento più ufficiale e autorizzato.
Dal 2013, per tre anni consecutivi, viene realizzata a Torino la “Shit Art Fair” un’esposizione non autorizzata che ha coinvolto più di quaranta artisti della scena italiana in un evento che ribadisce la sua estraneità verso le dinamiche tradizionali delle fiere d’arte. Evento, questo, che ha trovato il suo continuum naturale, nel 2016-2017, con il progetto “Assedio”, occupazione di uno spazio pubblicitario che per la durata di un anno esatto ha sovrapposto, settimanalmente, opere di artisti ai manifesti pubblicitari autorizzati.
Dal 2014 lavora quotidianamente nelle scuole e Accademie di Belle Arti; dal 2016 il lavoro didattico è specializzato nell’ambito delle migrazioni, attraverso laboratori meticci con italiani e stranieri, soprattutto africani, volti a conoscere le altre culture.
Hanno parlato di Guerrilla Spam giornali nazionali come “La Repubblica”, “La Stampa”, “Il Corriere della Sera” e internazionali come “The Economist”.

UFOCINQUE Matteo Capobianco, aka Ufocinque, nasce a Novara nel 1981. Dal 1994 protagonista attivo della scena writing e poi street-art italiana, con numerosi interventi in spazi di wall-painting in eventi dedicati e parallelamente in maniera spontanea in spazi abbandonati come fabbriche in disuso e vecchie cascine.
Dopo gli studi di Disegno industriale al Politecnico di Milano, inizia un percorso di fusione tra arte e progetto.
Centrale nella sua visione è il tema del “layer”, della lettura dello spazio in piani dimensionali, il layer è usato per realizzare una molteplicità di livelli interpretativi in cui le tecniche di pittura tradizionale si fondono nell'unitarietà del progetto personale. La “forma” non è mai staccata dalla “funzione”, ma si sostengono l'uno con l'altro per creare un onirico mondo sospeso.


I macellai dell’arte*

C O L L A
Venerdì 11 gennaio h 19.00
CSP- Centro Sociale della Pace
Via del Pratello, 53

Ingresso libero
Senza tessera

SOCIAL:
Eevento Facebook: https://www.facebook.com/events/251140852462686/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Flesh.Bologna/
Instagram: https://www.instagram.com/flesh.bologna/

CONTATTI
FLESH*
Via del Pratello, 53 Bologna
[email protected]
345 0428705