Close ( ) – Gloria Dardari

Bologna - 22/12/2020 : 22/01/2021

Close ( ) è il titolo di una serie di mostre visibili esclusivamente attraverso una fessura della serranda di Parsec. Il progetto, iniziato con Iside Calcagnile, prosegue con Dhomus, un'installazione video dell'artista Gloria Dardari.

Informazioni

  • Luogo: PARSEC
  • Indirizzo: Via del Porto 48/CD 40122 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 22/12/2020 - al 22/01/2021
  • Vernissage: 22/12/2020 no
  • Autori: Gloria Dardari
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Parsec

Allegati18:11 (5 ore fa)

a Ccn: me
Risorsa 2.png

COMUNICATO STAMPA

Associazione Parsec

CLOSE ( ) _ Gloria Dardari


Close ( )_ Gloria Dardari.jpeg

Close ( ) è il titolo di una serie di mostre visibili esclusivamente attraverso una fessura della serranda di Parsec. Il progetto, iniziato con Iside Calcagnile, prosegue con Dhomus, un'installazione video dell'artista Gloria Dardari.
Attraverso una personale presa di coscienza psicologica, Gloria Dardari si guarda fuori da sé: un corpo, vivo e morto, collocato nello spazio, che diventa immagine. Un procedimento fisico e psicologico per essere attore e spettatore del suo respiro quanto della sua tragica deposizione

È Dhomus il punto di partenza dal quale far scaturire, in questa seconda edizione, riflessioni e discussioni critiche online presentate sotto forma di approfondimenti messi a disposizione del pubblico, con il quale speriamo di poter continuare il confronto il prima possibile in presenza. Siamo convint* che l'opera d'arte abbia bisogno di uno sguardo presente e che istanze di condivisione dal basso possano attivare nuovi modi di pensare all'arte e alle sue pratiche.
Parsec invita ad avvicinarvi, ad andare oltre la chiusura, guardando attraverso una fessura che diventa spiraglio e possibilità di far emergere ciò che dovrebbe rimanere celato.

Gloria Dardari (Parma, 1991) vive e lavora a Bologna. Nel 2018 si diploma in Fotografia Cinema e Televisione all’Accademia di Belle Arti di Bologna dove attualmente frequenta il biennio di Arti Visive. Nei primi anni di studio matura un forte interesse per la scenografia e inizia a lavorare in ambito cinematografico e televisivo come scenografa. Tale passione influenza la sua pratica dandole modo di far dialogare spazi concreti e mentali. Mediante la fotografia, il video e le installazioni, il limite tra reale e psicologico diviene un luogo da vivere attraverso il corpo, sua forma e misura. Tra le sue ultime esposizioni ricordiamo la mostra personale Disbiosi ad Adiacenze a Bologna, la collettiva The image as a process al festival Photo Open Up di Padova e Habitat a Palazzo Magnani a Bologna.

Parsec è un collettivo che nasce dall’esigenza di riflettere sul ruolo dell'arte e sul contemporaneo.

È uno spazio di cultura partecipata e fluida che dà coscienza mediante il confronto pratico e teorico.

L’unione di voci, sguardi e segni differenti legati dalla volontà comune di guardare nella stessa direzione.