Clémence de La Tour du Pin

Torino - 26/10/2017 : 29/11/2017

Treti Galaxie, in collaborazione con il Museo Pietro Micca e l’Associazione Amici del Museo Pietro Micca, è lieta di presentare la prima personale in Italia dell’artista francese Clémence de La Tour du Pin.

Informazioni

  • Luogo: FORTEZZA SOTTERRANEA DEL PASTISS
  • Indirizzo: Via Papacino angolo corso Matteotti - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 26/10/2017 - al 29/11/2017
  • Vernissage: 26/10/2017 ore 17
  • Autori: Clémence de La Tour du Pin
  • Generi: arte contemporanea, serata – evento
  • Orari: Ingresso gratuito ed esclusivamente su prenotazione, fino a esaurimento posti (massimo 12 persone per turno), secondo il seguente calendario: ▪ 26 e 27 ottobre (17:00-19:00) ▪ dal 2 al 5 novembre (10:30-12:30) ▪ 9, 10, 16, 17, 23, 24 e 29 novembre (17:00-19:00) La mostra è sconsigliata ai visitatori affetti da difficoltà motorie, gravi difetti della vista o dell’udito, cardiopatie o patologie polmonari in corso, claustrofobia, sindromi da disorientamento (labirintite, vertigini, ecc.). Al momento dell’ingresso al percorso di visita sarà richiesto di sottoscrivere un modulo di manleva, vincolante per l’accesso alla fortezza sotterranea.
  • Sito web: http://www.tretigalaxie
  • Email: info@tretigalaxie

Comunicato stampa

Treti Galaxie, in collaborazione con il Museo Pietro Micca e l’Associazione Amici del Museo Pietro Micca, è lieta di presentare la prima personale in Italia dell’artista francese Clémence de La Tour du Pin.

La mostra sarà allestita a 13 metri di profondità, nelle gallerie e negli ambienti della Fortezza Sotterranea del Pastiss, costruita nel XVI Secolo per volontà del Duca Emanuele Filiberto di Savoia. Rimasto sepolto da allora, lo spazio sarà per la prima volta aperto al pubblico in occasione della mostra



La Tour du Pin concepisce la rete labirintica dei tunnel del Pastiss come un'architettura intrauterina, che paragona alla parte inconscia della città di Torino, con le sue anime dimenticate, i suoi desideri e le sue fobie nascoste.

Per "sept préludes" l'artista ha sviluppato un particolare percorso di visita nelle profondità della fortezza, con interventi installativi, elementi immaginari e sistemi per campionamenti gassosi. In questa esplorazione psicogeografica dello spazio i visitatori sono stimolati a sviluppare un'alternativa consapevolezza del paesaggio sotterraneo attraverso un'immersione sensoriale e tour guidati da una narrazione non lineare.

Coltivando la sua fascinazione per il prozio Charles de Brosses, che ha coniato il termine "feticismo" e ha esplorato la Cittadella nel 1740, l'artista ha assemblato, in alcuni dei punti più profondi delle gallerie, sistemi filtranti per estrarre e catturare campioni di ombre e impurità preservati dall’atmosfera del luogo.

Clémence de La Tour du Pin nasce a Roanne nel 1986. Dopo aver conseguito un BFA alla Metropolitan University di Londra, nel 2017 entra al De Ateliers (https://www.de-ateliers.nl/en) di Amsterdam. Ha esibito le proprie opere sia in mostre personali presso 1857 (Oslo, Norvegia 2017) che collettive al Dortmunder Kunstverein (Dortmund, Germania 2017), alla Galerie Tobias Naehring (Leipzig, Germania 2016), al Musée d’Art Moderne de La Ville de Paris (Parigi, Francia 2015) e il SALTS (Basel, Svizzera 2015).

Profondità sotterranee. Clémence de La Tour du Pin a Torino

Fortezza Sotterranea del Pastiss, Torino ‒ fino al 29 novembre 2017. Le gallerie della Fortezza torinese schiudono per la prima volta l’accesso al pubblico. Conducendolo a tredici metri di profondità, alla scoperta dell’opera di Clémence de La Tour du Pin.