Christie’s Milan Modern and Contemporary

Milano - 02/04/2014 : 03/04/2014

L’asta presenterà importanti lavori di Arte Informale, Arte del Secondo Dopoguerra, Arte Povera, nonché classici moderni e opere futuriste, provenienti da prestigiose collezioni private italiane ed offerte in asta per la prima volta.

Informazioni

Comunicato stampa

Milano – Dopo il successo del debutto di questa nuova tipologia di vendita lo scorso anno, Christie’s è lieta di annunciare la prossima asta Milan Modern and Contemporary, che si terrà il 2 e 3 aprile 2014 a Palazzo Clerici, a Milano. In un momento in cui la domanda globale di arte italiana del XX secolo è all’apice, Milan Modern and Contemporary si inserisce nel trend delle recenti aste record di arte italiana, proponendo ai collezionisti internazionali un selezionato gruppo di opere di rara qualità

L’asta presenterà infatti importanti lavori di Arte Informale, Arte del Secondo Dopoguerra, Arte Povera, nonché classici moderni e opere futuriste, provenienti da prestigiose collezioni private italiane ed offerte in asta per la prima volta.
Protagonista della vendita sarà un’importante selezione di opere realizzate dai più grandi maestri italiani, tra cui Lucio Fontana e Alberto Burri, e dagli artisti piu’ rappresentativi della Milano degli anni ’60, quali Agostino Bonalumi, Enrico Castellani, Dadamaino, Nanda Vigo e Piero Manzoni. Christie’s è inoltre onorata di essere sponsor della grande retrospettiva dedicata a Piero Manzoni, che si terrà a Milano a Palazzo Reale dal 26 marzo al 2 giugno 2014.

Renato Pennisi, Co-Direttore del dipartimento di Arte Moderna e Contemporanea di Christie’s Italia e Direttore dell’asta: “Siamo felici di rendere omaggio alla città di Milano offrendo in asta una selezione di opere degli artisti oggi più richiesti, che nel fermento creativo della Milano degli anni ’60 hanno tracciato la via per nuove forme linguistiche. Tra le opere di questa speciale sezione spiccano un’elegante tela di Enrico Castellani datata 1967, un’iconica tela rossa con quattro tagli di Lucio Fontana e un raro Achrome di Piero Manzoni del 1960. Siamo inoltre onorati di poter presentare due importanti opere storiche di Alberto Burri appartenenti alla rara serie delle ‘Muffe’”.