Christian Fogarolli – Satelliti

Reggio Emilia - 05/05/2017 : 09/07/2017

Il progetto prodotto per Fotografia Europea si basa su uno studio di ricerca condotto all’interno dell’archivio dell’ex ospedale psichiatrico San Lazzaro di Reggio Emilia nel 2013 e nel 2017.

Informazioni

Comunicato stampa

Il progetto prodotto per Fotografia Europea si basa su uno studio di ricerca condotto all’interno dell’archivio dell’ex ospedale psichiatrico San Lazzaro di Reggio Emilia nel 2013 e nel 2017. É un percorso iniziato nel 2011 e procede tutt’ora a livello europeo in istituzioni pubbliche e private in cui l’aspetto della ricerca scientifica in ambito medico, psicologico, antropologico e archeologico si rapporta all’aspetto artistico sotto diverse prospettive di pensiero. In modo specifico l’interesse è concentrato su come queste discipline scientifiche avessero utilizzato in modi diversi il mezzo creativo ed artistico per progredire nel tempo



La trasversalità geografica delle ricerche ha permesso di evidenziare analogie e differenze sui metodi di studio, archiviazione e cambi di sensibilità verso categorie umane che l’uomo stesso ha ideato e costruito. Perché in alcune categorie o specie viventi la diversità è difesa e tutelata come un valore e in altre no?
Il progetto “Satelliti” pone alcune di queste questioni attraverso una ricerca interdisciplinare che pone le sue basi su ciò che è rimasto e custodito in oltre un secolo di storia di cura mentale nell’istituto del San Lazzaro.
Lo studio, la riscoperta e la valorizzazione di una piccola parte dell’archivio apriranno nuovi percorsi attraverso discipline diverse come l’astronomia, la geografia, la zoologia e i mondi fantastici in cui il carattere peculiare della non conformità appare, come nelle antiche civiltà greche, egizie e babilonesi, un segno magico di superiorità.
Antichi punti di vista perduti. L’incomprensione come entità superiore e divina.