Chet Baker – L’ultimo chorus: le immagini perdute

Torino - 24/04/2018 : 14/05/2018

A 30 anni dalla scomparsa, sei ritratti inediti che ci restituiscono la vita di un artista straordinario: lirismo, sensibilità, poetica, creatività, umiltà e passione si fondono nel suo ultimo messaggio. «M'interessa soprattutto arrivare a toccare qualcosa dentro a chi m'ascolta.»

Informazioni

  • Luogo: JAZZ CLUB TORINO
  • Indirizzo: piazzale Valdo Fusi - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 24/04/2018 - al 14/05/2018
  • Vernissage: 24/04/2018 ore 18,30
  • Curatori: Luciano Viotto
  • Generi: documentaria, fotografia

Comunicato stampa

CHET BAKER
L’ULTIMO CHORUS: LE IMMAGINI PERDUTE

ideazione e cura di Luciano Viotto



A 30 anni dalla scomparsa, sei ritratti inediti
che ci restituiscono la vita di un artista straordinario:
lirismo, sensibilità, poetica, creatività, umiltà e passione
si fondono nel suo ultimo messaggio
«M'interessa soprattutto arrivare a toccare qualcosa dentro a chi m'ascolta.»

Chet Baker (Yale, Oklahoma, 23 dicembre 1929)
trombettista e compositore, è stato un artista jazz in grado
di coniugare una sofferta poetica con un lirismo assoluto


I trent’anni che ci separano dalla sua morte misteriosa
(Amsterdam, 13 maggio 1988) non hanno dissolto l'aura
di quella provvisoria irregolarità che ha accompagnato la sua vita.

I ritratti, il documentario, la rassegna stampa e i soggiorni di Chet Baker in Italia dal 1956 al 1988 documentano l'essenza della sua statura artistica, nell'intreccio di intensi rapporti umani e la loro intima natura che hanno caratterizzato la sua tormentata esistenza, svelandoci il mistero del jazz.

L'ultimo chorus di Chet Baker in Italia è a Torino,
al Teatro Carignano, il 21 aprile 1988
ad un concerto organizzato da Sergio Ramella, come ospite di Enrico Rava.

Le immagini perdute sono state ritrovate dall'autore, Luciano Viotto, nel 2012.











Luciano Viotto è nato nel 1956 a Cereseto (AL), vive a Torino dal 1975 dove si occupa di pianificazione urbanistica. Appassionato ricercatore di jazz, dal 1988 ha pubblicato numerosi studi e discografie apparsi su libri e periodici. Nel 2013 ha realizzato una mostra su Chet Baker e un progetto di reading jazz in più capitoli (da "Pres, Melodious & Chet" a "Duke, Harry & Pres"). Scrive di musica e letteratura su www.distorsioni.net.