Centrale Fotografia VI edizione

Fano - 05/06/2014 : 08/06/2014

A Fano l’immagine fotografica torna ad essere protagonista con la VI edizione di Centrale Fotografia, rassegna annuale di eventi a tema sulla fotografia e l’arte contemporanea, a cura di Luca Panaro e Marcello Sparaventi.

Informazioni

Comunicato stampa

Dal 5 al 8 giugno 2014 a Fano l’immagine fotografica torna ad essere protagonista con la VI edizione di Centrale Fotografia, rassegna annuale di eventi a tema sulla fotografia e l’arte contemporanea, a cura di Luca Panaro e Marcello Sparaventi.
La rassegna è organizzata dall’Associazione Culturale Centrale Fotografia, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Fano, con la compartecipazione del Consiglio Regionale Assemblea Legislativa delle Marche e con il contributo di Caffè Centrale, HI-Q Fine Art Lab, Omnia Comunicazione, Hotel de La Ville e Ristorante la Liscia Da Ori


Il tema sviluppato quest’anno da Centrale Fotografia è “Nuove grammatiche”. L’intento della manifestazione è infatti quello di proporre originali e originarie modalità di intendere la fotografia, scardinando i luoghi comuni che per convenzione si attribuiscono al mezzo. Questo sarà possibile mediante incontri con gli autori, mostre, conferenze, tavole rotonde, eventi collaterali, momenti di riflessione sulla fotografia e l’arte contemporanea. A questa ricca offerta culturale andrà ad aggiungersi l’opportunità di scoprire bellissimi luoghi della città, come la Rocca Malatestiana, dove si svolgeranno i principali appuntamenti della manifestazione.
Negli anni precedenti la rassegna ha ricordato la Scuola Fotografica Marchigiana: Mario Giacomelli, Giuseppe Cavalli e Luigi Crocenzi (Edizione 2009), in seguito ha ospitato importanti artisti come Franco Vaccari e Olivo Barbieri (Edizione 2010), Mario Cresci e Paola Di Bello (Edizione 2011), Alessandra Spranzi e Paolo Ventura (Edizione 2012), Andrea Galvani e Paola De Pietri (Edizione 2013). Gli ospiti d’onore di quest’anno sono due altrettanto affermati artisti contemporanei: Davide Tranchina e Fabio Sandri. Come tradizione si racconteranno al pubblico inconferenze dal taglio retrospettivo, capaci di trasmettere il senso e l’evoluzione della loro produzione nel tempo. Gli incontri con gli ospiti d’onore sono accompagnati da proiezioni d’immagini e arricchiti dal dibattito col pubblico, alimentando il dialogo e favorendo la comprensione di una ricerca visiva spesso complessa e articolata.
Davide Tranchina (Bologna, 1972) conduce un’indagine accurata e scrupolosa sulle origini del mezzo fotografico recuperando tecniche obsolete. Ombre e bugie dalle varie forme geometriche posate sopra un illusorio cielo stellato, sono disegnate direttamente dalla luce senza la mediazione dell’apparecchio di ripresa. Tracce di quotidianità che assumono una dimensione epica, evocano mondi lontani, riportano l’attenzione sul fascino illusorio che la fotografia esercitava alle origini, e che oggi sembra improvvisamente recuperare, entrando in un nuovo rapporto con la produzione estetica.
Fabio Sandri (Vicenza, 1964) dai primi anni Novanta espone le sue opere realizzate mediante piegatura e impronta diretta su carta fotosensibile. La sua ricerca si caratterizza per una concezione plastica del medium fotografico, indagato nella sua essenza di impronta su supporto impressionabile a contatto diretto con la materialità dei luoghi, o di impronta continua e in divenire temporale. Negli anni recenti ha prodotto cicli di fotogrammi in scala 1:1 di stanze d’abitazione e altri lavori in cui si sommano le tracce di proiezioni filmiche sulla carta emulsionata, in un processo aperto di continua impressione.
Tra gli eventi che caratterizzano questa edizione di Centrale Fotografia la mostra collettiva “One Shot” a cura di Luca Panaro, che ha come protagonisti dieci importanti artisti contemporanei: Simone Bergantini, Andrea Botto, Michele Buda, Paola Dallavalle e Fulvio Guerrieri, Francesco Pedrini, Valerio Rocco Orlando, Marco Signorini, Enrico Smerilli, Lamberto Teotino, Patrizia Zelano. Allestita all’interno dei suggestivi spazi della Rocca Malatestiana anche la mostra “String”, personale dell’artista egiziano Fathi Hassan a cura di Marcello Sparaventi con la collaborazione di Katia Migliori. Nel salone al piano superiore, verrà allestita la mostra “Fano tra città e campagna”, a conclusione del corso di fotografia a cura di “Centrale Fotografia con la collaborazione del Liceo Artistico Apolloni, che si è svolto ad ottobre e novembre del 2013.
A conferma dell’attenzione rivolta anche quest’anno al libro fotografico d’autore, si segnala la presenza di un apposito spazio dedicato alle proposte editoriali italiane ed estere, promosse da HF distribuzione.
Tra gli altri appuntamenti il convegno di Rete Fotografica Marche e la presentazione del libro “Generazione Critica. La fotografia in Italia dal Duemila”(Danilo Montanari Editore, Ravenna 2014).
Tutte le iniziative della rassegna sono a ingresso gratuito.