Cenacoli Fiorentini_Grande Adagio Popolare

Firenze - 09/09/2014 : 12/09/2014

Cenacoli Fiorentini_Grande Adagio Popolare rappresenta un ciclo di quattro eventi sul senso del gesto e dell’umano. Nato da un’idea di Virgilio Sieni per la città di Firenze, il progetto si articolerà nei quattro Cenacoli fiorentini di San Salvi, Fuligno, Sant’Apollonia e Ognissanti, in cui sono custoditi gli affreschi di grandi maestri del Rinascimento come Andrea del Sarto, Perugino, Andrea del Castagno e Domenico Ghirlandaio.

Informazioni

  • Luogo: CENACOLO DI SAN SALVI
  • Indirizzo: via di San Salvi, 16 - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 09/09/2014 - al 12/09/2014
  • Vernissage: 09/09/2014 ore 20.00, ore 20.45 e ore 21.30
  • Generi: performance – happening, teatro
  • Biglietti: Ingresso libero su prenotazione
  • Sito web: www.sienidanza.it
  • Email: progetti@sienidanza.it

Comunicato stampa

ENACOLI FIORENTINI _ Grande adagio popolare
QUATTRO AZIONI COREOGRAFICHE di VIRGILIO SIENI
Firenze, 9 > 12 settembre 2014 - 4ª edizione

· Martedì 9 settembre, ore 20.00, ore 20.45 e ore 21.30
Cenacolo di San Salvi, affresco di Andrea del Sarto (via di San Salvi, 16)
PASSIONE

· Mercoledì 10 settembre, ore 20.00, ore 20.45 e ore 21.30
Cenacolo di Fuligno, affresco del Perugino (via Faenza, 42)
DEPOSIZIONI

· Giovedì 11 settembre, ore 20.00, ore 20.45 e ore 21.30
Cenacolo di Sant’Apollonia, affresco di Andrea del Castagno (Via XXVII Aprile, 1)
TRITTICO SUL CORPO

· Venerdì 12 settembre, ore 20.00, ore 20.45 e ore 21.30
Cenacolo di Ognissanti, affresco di Domenico Ghirlandaio (Borgo Ognissanti, 42)
PIETÀ

Cenacoli Fiorentini_Grande Adagio Popolare rappresenta un ciclo di quattro eventi sul senso del gesto e dell’umano. Nato da un’idea di Virgilio Sieni per la città di Firenze, il progetto si articolerà nei quattro Cenacoli fiorentini di San Salvi, Fuligno, Sant’Apollonia e Ognissanti, in cui sono custoditi gli affreschi di grandi maestri del Rinascimento come Andrea del Sarto, Perugino, Andrea del Castagno e Domenico Ghirlandaio. Spazi preziosi e ricchi di storia che diventano la dimora di una riflessione sul corpo e sul senso di frequentazione dei luoghi. Il pubblico sarà chiamato a pensare le azioni e attraversarle, richiamandosi a una pratica che apre un dialogo visivo tra la scena della danza e quella dei grandi gli affreschi.
Il progetto guarda al tema del corpo e all’origine della figura nell’umano attraverso Il ciclo della Passione nel racconto evangelico.


Domani, martedì 9 settembre, ore 20.00, ore 20.45 e ore 21.30
Cenacolo di San Salvi, affresco di Andrea del Sarto (via di San Salvi, 16)
PASSIONE
coreografia e regia Virgilio Sieni - assistente Daina Pignatti
musica eseguita dal vivo Corale G. Savani di Carpi

interpreti della Corale G. Savani di Carpi: Silvana Barilli, Lorella Begatti, Sara Bertani, Lara Bertesi, Giovanna Bianco, Antonella Cimino, Paola Cremaschi, Leocadia De Luca, Silvia Gialdi, Loretta Lusetti, Manuela Palmieri, Maria Grazia Pecorari, Claudia Retteghieri, Simona Righi, Antonia Serino, Mariavittoria Vecchi, Enrica Zironi, Iolanda Battini, Stefanina Biagini, Angela Bisi, Antonella Bolognesi, Daniela Bonini, Barbara Bonini, Lorella Borghi, Isa Caiumi, Giorgia Cotza, Giuseppina Monaco, Licia Pongiluppi, Lidia Rovatti, Elena Rustichelli, Francesca Toni, Emanuela Zanotti, Claudio Bassi, Franca Giovanardi, Mirco Malaguti, Vito Melita, Anna Raimondi, Carlo A. Setti, Goffredo Togliani, Pietro Baldelli, Paolo Cervigni, Clemente Mai, Guido Malagoli, Gianni Monari, William Stefani, Andrea Tiraboschi, Giorgio Turrini


Il coro è chiamato ad agire il momento cruciale della Passione di Cristo. Lo spazio dell’azione corale diviene il luogo fisico e morale di una indagine compiuta su e attraverso corpi e volti. Le azioni simultanee e le voci degli interpreti definiscono così uno spazio concluso, dove il pubblico è invitato a investigare se stesso come parte di un’origine comune.


Produzione: Compagnia Virgilio Sieni
Con il sostegno di Estate Fiorentina del Comune di Firenze.

I Cenacoli fanno parte dei Musei della Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico,
Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze.