Carlo di Lorenzo – Visibile in ascolto’

Salerno - 16/03/2013 : 24/03/2013

La mostra 'Carlo di Lorenzo - Visibile in ascolto', presenta 25 piastre ceramiche, tutte realizzate nell'ultimo anno. È un percorso espositivo che intende illustrare alcuni tra i luoghi più celebri della Città di Salerno e della sua provincia, dalla Costa amalfitana alla cilentana, recuperando la tecnica delle antiche 'riggiole', vale a dire delle mattonelle in terracotta dipinta con smalti, lavorate a mano dall'autore presso la Ceramica VIETRI ANTICO "Francesco De Maio".

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO GENOVESE
  • Indirizzo: Piazza Sedile Del Campo - Salerno - Campania
  • Quando: dal 16/03/2013 - al 24/03/2013
  • Vernissage: 16/03/2013 ore 19
  • Autori: Carlo di Lorenzo
  • Curatori: Marco Alfano
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni dalle 18.30 alle 21.00

Comunicato stampa

Sabato 16 marzo 2013, alle ore 19.00, presso le SCUDERIE DI PALAZZO GENOVESE in Largo Campo a Salerno, sarà inaugurata la mostra di Carlo di Lorenzo "VISIBILE IN ASCOLTO".
All'inaugurazione interverranno Ermanno Guerra, Assessore alla Cultura e all'Università del Comune di Salerno, e il curatore della mostra Marco Alfano.

La mostra 'Carlo di Lorenzo - Visibile in ascolto', presenta 25 piastre ceramiche, tutte realizzate nell'ultimo anno

È un percorso espositivo che intende illustrare alcuni tra i luoghi più celebri della Città di Salerno e della sua provincia, dalla Costa amalfitana alla cilentana, recuperando la tecnica delle antiche 'riggiole', vale a dire delle mattonelle in terracotta dipinta con smalti, lavorate a mano dall'autore presso la Ceramica VIETRI ANTICO "Francesco De Maio".

«L'originalità della ricerca artistica di Carlo di Lorenzo, in questa sequenza immaginativa di “occasioni” visive – scrive il curatore Marco Alfano nel catalogo che accompagna la mostra – non riguarda tanto l'aspetto figurale, concepito nei termini d'una concentrata gravitas, rivelandosi piuttosto nell'accostamento di un segno rigoroso alla contingenza del gesto pittorico dello smalto “colato” in modo da creare astratte figure sulla superficie grezza della terracotta; sembra quasi che tale luminosa durezza possa tramutarsi in un “argine” metaforico alle ondate dell’oblio, preservando la memoria dei luoghi, da sempre al centro degli interessi dell'autore; quasi che l'onda “esclusivamente” bianca della ceramica possa rappresentare un riparo ai preziosi e fragili sedimenti della nostra storia, destinata a subire le 'mareggiate' di un Tempo che s'abbatterà implacabile su di esse. [...]».

«Questa mostra personale di Carlo di Lorenzo – annota Ermanno Guerra, Assessore alla Cultura del Comune di Salerno – testimonia l'amore incondizionato dell'autore per la città; si tratta di 25 'riggiole' dedicate ad altrettanti luoghi celebri, da S. Pietro a Corte al Duomo, dalla Rotonda alla chiesa dell'Annunziata, immagini dove emerge un'autentica passione “civile”, che sa riallacciare l’accento commosso dello sguardo dell'artista alla sapienza dello storico, che sa guardare con sensibilità ad una vicenda complessa e ricca come quella della nostra Salerno».

La mostra resterà aperta fino al 24 marzo 2013.


cenni biografici

Carlo di Lorenzo è nato a Salerno. Dopo il liceo scientifico si dedica agli studi artistici frequentando l’Accademia di Belle Arti di Napoli. È stato docente di discipline pittoriche. Tra le sue esperienze didattiche particolare interesse riveste il coordinamento delle attività collegate al laboratorio Gioca Picasso in occasione della mostra Picasso. I luoghi e i riti del mito organizzata dal Comune di Salerno al Complesso Monumentale di Santa Sofia nel 2004-2005. Si sono occupati del suo lavoro: Marco Alfano, Arcangelo R. Amarotta, Paolo Delogu, Gerardo Sangermano, Luigi Torraca, Aldo Trione.