Capolavori in dialogo

Torino - 16/12/2015 : 16/01/2016

Quadri e arredi: 41 pezzi d’epoca dai depositi del Museo Civico in comodato alla Casa dei Falletti. Il primo risultato concreto della collaborazione di progetto tra i due musei.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO BAROLO
  • Indirizzo: Via Delle Orfane 7 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 16/12/2015 - al 16/01/2016
  • Vernissage: 16/12/2015 no
  • Generi: serata – evento
  • Orari: Martedi-venerdì: 10.00-12.30 / 15.00-17.30. Sabato: 15.00-17.30. Domenica 15.00-18.30
  • Biglietti: Biglietti: intero € 4, ridotto € 2.50, gratuito con Abbonamento Musei Torino Piemonte

Comunicato stampa

Palazzo Madama e Palazzo Barolo presentano il primo risultato di un nuovo importante progetto di collaborazione: 41 opere, tra dipinti ed arredi, attualmente conservate nei depositi del Museo Civico d’Arte Antica sono state concesse in comodato a Palazzo Barolo nei rinnovati ambienti del piano terra e del piano nobile per arricchire il nuovo percorso espositivo che apre al pubblico il 16 dicembre



Il progetto, espressione della capacità dei due enti di fare sistema, nasce dalle esigenze incrociate di Palazzo Barolo di arredare le sale del percorso di visita, e di Palazzo Madama di rendere disponibili al pubblico importanti arredi finora non visibili che, inserite nei nuovi ambienti, permettono inediti “racconti”.

Palazzo Barolo ha recentemente concluso il restauro di alcune sale del primo piano e offre al pubblico un nuovo percorso espositivo che approfondisce la storia della famiglia Falletti attraverso gli appartamenti in cui ha vissuto. L’arredo originale di Palazzo Barolo è andato in gran parte perduto, ma l’articolata storia del Palazzo consente di inserire perfettamente le opere di Palazzo Madama nel nuovo percorso di visita, evocando il gusto delle dimore aristocratiche tra Sette e Ottocento.

Per la prima volta, grazie a questo accordo, una parte significativa degli arredi carloalbertini provenienti dal Castello di Pollenzo, acquistati nel 1988 dalla Cassa di Risparmio di Torino per il Museo Civico d’Arte Antica, potranno essere ammirati da tutti.

Il progetto di collaborazione conferma la vocazione di Palazzo Madama e della Fondazione Torino Musei di unire le forze con altre e importanti istituzioni culturali.

Proprio in quest’ottica il Museo, sotto la direzione di Enrica Pagella, ha avviato una vera e propria campagna di cessione in comodato di opere e soprattutto di restituzione di nuclei di opere alle sedi originarie. Tra questi gli arredi di Villa della Regina; i dipinti di Jan Miel, la peota di Carlo Emanuele III, il Trofeo militare di Giuseppe Maria Bonzanigo, insieme a un gran numero di arredi oggi collocati nelle sale della Reggia di Venaria; la porta dell’antico Oratorio Israelitico di Torino alla Comunità ebraica; 29 strumenti musicali antichi al Conservatorio Giuseppe Verdi; infine una carrozza che introduce il pubblico alla visita del Castello di Moncalieri.

Dal 1967 ad oggi Palazzo Madama ha concesso in deposito esterno 645 opere d’arte, con la prospettiva di un continuo miglioramento della fruibilità delle proprie raccolte razionalizzando allo stesso tempo gli spazi di deposito.