Breve storia della globalizzazione in arte (e delle sue conseguenze)

Verona - 15/03/2014 : 15/03/2014

Presentazione del libro di Marco Meneguzzo dal titolo "Breve storia della globalizzazione in arte (e delle sue conseguenze)".

Informazioni

Comunicato stampa

L’associazione ASLC progetti per l’arte
presenta

Breve storia della globalizzazione in arte (e delle sue conseguenze)

di Marco Meneguzzo
Johan & Levi editore

Sabato 15 marzo 2014, ore 11.30 presso Studio la Città, Lungadige Galtarossa 21 - Verona

Saranno presenti l’autore e il collezionista Pietro Arona
Seguirà aperitivo e book signing

Questo appuntamento sarà anche l’occasione per presentare al pubblico gli scopi e il programma di ASLC, dando la possibilità agli interessati di tesserarsi e seguire tutti i futuri incontri dell’associazione


Che cosa lega l’arte come status symbol e il Postmoderno? E la caduta del Muro di Berlino con l’aumento vertiginoso del valore delle opere d’arte? Chi decide oggi le regole di un sistema dell’arte globalizzato? E queste regole sono e saranno accettate da tutti? Qual è e quale sarà il ruolo delle culture emergenti nel nuovo interscambio delle idee? Come cambierà il mercato dell’arte? E, soprattutto, cambierà il concetto stesso di arte?

Marco Meneguzzo conduce un’analisi serrata e conseguente, risultato di una riflessione critica, di una pratica operativa e di un’analisi storica che muove dalla conoscenza “verticale”, temporale, della storia dell’arte recente (soprattutto a partire dagli anni Ottanta del XX secolo), per giungere a un’ipotesi “orizzontale”, diffusa, dell’arte globalizzata.

Questo libro “parla di un sistema dell’arte occidentale che, non ancora riassestatosi dai rivolgimenti della Postmodernità, si trova oggi a misurarsi con altri modelli di sviluppo solo in apparenza analoghi, ma sostanzialmente forieri di grandi cambiamenti che nel breve-medio periodo potrebbero mettere in discussione proprio lo stesso sistema occidentale”. Così l’autore avvia la sua indagine sulla “mondializzazione” dell’arte, analizzandone il comportamento dinanzi all’allargamento del mercato e alle richieste culturali in continua e veloce evoluzione,
Individuato negli anni ottanta del XX secolo il “turning point”, il punto d’avvio del fenomeno della globalizzazione artistica, quando l’arte inizia a trasformarsi in business economico oltreché in fenomeno collettivo, si prosegue nell’analisi delle motivazioni che hanno portato negli ultimi vent’anni paesi emergenti quali Cina, Brasile, Russia, India, Sudafrica ad assimilare il sistema dell’arte occidentale per adattarlo e modificarlo alle esigenze e alle attitudini peculiari della propria cultura e dei propri mercati, sino a ipotizzarne un mutamento radicale.
L’autore analizza infatti anche le possibili “conseguenze” del mutamento delle regole e le prospettive future: un sistema così globalizzato turba e scardina il funzionamento del modello culturale tradizionale – sostanzialmente occidentale –, che ha innescato un processo evolutivo potenzialmente incontrollabile e che potrebbe portare in breve tempo a cambiamenti radicali non solo del sistema di scambio e di diffusione dell’arte, ma addirittura del gusto, della produzione e del concetto stesso di arte.

L’AUTORE
Marco Meneguzzo (1954) vive a Milano, è critico d’arte, curatore indipendente e docente alla Accademia di Belle Arti di Brera, a Milano, dove insegna “Storia dell’arte contemporanea” e “Museologia e gestione dei sistemi espositivi”. Come “free lance”, ha organizzato più di cento mostre d’arte contemporanea e moderna, e pubblicato saggi inerenti soprattutto il sistema dell’arte contemporanea. Fra le più recenti pubblicazioni La forma del mondo/la fine del mondo, (2000), Il Novecento/II (2005), La scultura italiana del XX secolo (2005), Anni 80. Il trionfo della pittura (2009). Attualmente collabora continuativamente alla pagina d’arte del quotidiano “Avvenire”, alla rivista italiana “Arte”, ed è uno dei corrispondenti dell’americana “Artforum”. Nel corso dell’ultimo decennio ha viaggiato ripetutamente in Cina, India e Russia, per conoscere la situazione degli artisti e del sistema dell’arte nei cosiddetti paesi emergenti.

DATI DEL LIBRO:
AUTORE: Marco Meneguzzo
ANNO: Marzo 2012
FORMATO: 15,5 x 23 cm
PREZZO: € 16,00
ISBN 978-88-6010-028-3
COLLANA: Saggistica
LINGUA: Italiano
PAGINE: 176
CASA EDITRICE: Johan & Levi Editore

ASLC progetti per l’arte:

L’Associazione ASLC progetti per l’arte, nasce a Verona nell’autunno del 2011 da un’idea della sua fondatrice, Hélène de Franchis, con l’intento promuovere eventi e manifestazioni pubbliche, volti alla diffusione della cultura, con particolare riferimento all’arte contemporanea e alla musica.
ASLC ha inaugurato la sua attività con un importante evento culturale di alto profilo artistico. In concomitanza con Art Verona, manifestazione fieristica legata alla diffusione del mercato dell’arte contemporanea internazionale, l’Associazione, ha organizzato il progetto AD LUCEM, articolato in tre differenti eventi tra loro correlati: una mostra d’arte contemporanea, un incontro sul tema arte e musica con alcuni tra le più significative personalità del “contemporaneo” e un concerto/omaggio al compositore estone Arvo Pärt tenutosi presso la Chiesa di San Fermo a Verona.
Nel febbraio del 2012 l’Associazione si è fatta promotrice dell’arte italiana all’estero, in particolare delle opere dei nostri più importanti fotografi (V. Castella, G. Basilico, L. Ghirri e M. Vitali), sostenendo la mostra di fotografia italiana Peripheral Visions. Italian Photography in Context (1950s-Present) – Hunter College, New York, dal 2/2/2012 al 28/4/2012, curata dalla professoressa Maria Antonella Pelizzari, presso l’Hunter College di New York.
Nel 2012 sono stati realizzati altri due eventi di rilevanza internazionale: la mostra Modern Views of Ancient Treasures della fotografa americana Lynn Davis, presso il Museo Nazionale Archeologico di Venezia e l’esclusivo concerto del compositore Philip Glass presso il Teatro la Fenice di Venezia.
ASLC da la possibilità di aderire alle proprie iniziative, associandosi con una quota minima di € 20,00 annue. Tale contributo sarà una base utile per dare corpo ad iniziative sempre più incisive e darà diritto di prendere parte a tutti gli eventi (quali conferenze, presentazione di libri, incontri con l’artista, mostre in spazi pubblici ed altro). Nel corso dell’anno cercheremo di studiare e di porre mano ad altri benefit per gli associati come ingressi scontati a fiere e musei, sconti nei bookshop per l’acquisto di cataloghi ed altro.