Books/Liber Abaci

San Cataldo - 08/10/2011 : 23/10/2011

L'esposizione "Books/Liber Abaci”, la proliferazione del libro d’artista, è promossa dall’Archivio di Comunicazione Visiva e libri d’Artista di San Cataldo che propone una selezione di pregiati libri d'artista/libri oggetto della propria collezione. Iniziata negli anni novanta e recentemente istituita come luogo di studio e ricerca, la collezione annovera oltre 250 libri d'artista a partire dagli anni sessanta a oggi, opere in forma di libri raccolti dall’Archivio/Collezione, che da anni si interessa di questo singolare mezzo espressivo di comunicazione estetica.

Informazioni

Comunicato stampa

L'esposizione "Books/Liber Abaci”, la proliferazione del libro d’artista, è promossa dall’Archivio di Comunicazione Visiva e libri d’Artista di San Cataldo che propone una selezione di pregiati libri d'artista/libri oggetto della propria collezione. Iniziata negli anni novanta e recentemente istituita come luogo di studio e ricerca, la collezione annovera oltre 250 libri d'artista a partire dagli anni sessanta a oggi, opere in forma di libri raccolti dall’Archivio/Collezione, che da anni si interessa di questo singolare mezzo espressivo di comunicazione estetica



La raccolta costituisce senza dubbio una delle collezioni private più originali dell’entroterra siciliano, non solo per la grande quantità di opere, ma principalmente per la loro specificità e rarità. L’esposizione, curata da Calogero Barba, presenta 60 esemplari concepiti e realizzati dalle maggiori figure artistiche delle neoavanguardie. Autori che hanno fatto parte delle correnti artistiche degli anni 1960/’80, dall’arte povera italiana, alla poesia visiva e allatransavanguardia, artisti come Vincenzo Agnetti, Ignazio Apolloni, Alighiero Boetti, Giuseppe Chiari, Claudio Costa, Enzo Cucchi, Emilio Isgrò, Eugenio Miccini, Lamberto Pignotti, Francesco Guerrieri, Antonio Paradiso, Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto, Maurizio Nannucci e Bruno Munari, pionieri dell'uso del libro come forma d'arte.

Una particolare attenzione è stata rivolta anche ai libri/oggetto, con una sezione rappresentata da alcuni artisti attivi da moltissimi anni nel settore del libro/opera contemporaneo, come Gini Gini, Rosario Bruno, Fernanda Fedi, Ruggero Maggi, Enzo Patti, Michele Lambo, Giuseppina Riggi, Giusto Sucato, Salvatore Salamone, Franco Spena, Lillo Giuliana, Tonia Copertino, Cosimo Cimino, Mario Commone, Fernando Andolcetti, Massimo Palumbo, Bartolomeo Migliore, Antonio Fontana, Mapi Rivera, Gina Nicolosi.

L’itinerario dei libri opera, elaborati dagli autori, trova nel medium libro il topos della libera espressione, e di una pratica quasi maniacale che al contempo dà inizio ad una proliferazione numerico/creativa caratterizzata dall’oggettualità materico concettuale. Libro/digitale come linguaggio universale, che si rivela e si trasforma in immagine, scrittura e pixel, testimone nel tempo come “Libro Liber” proliferandi.