“Arte deviata e musica schizzata”. 24esima edizione del festival estivo di una radio che dal 1992 continua ad autofinanziarsi, trasmettendo libera nell'etere sui 105.25 fm.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO 211
  • Indirizzo: Via Francesco Cigna 211 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 09/06/2016 - al 12/06/2016
  • Vernissage: 09/06/2016 ore 19
  • Generi: performance – happening, disegno e grafica, musica, festival
  • Biglietti: 5 euro
  • Sito web: http://www.radioblackout.org

Comunicato stampa

BLACKOUT FEST 2016
“Arte deviata e musica schizzata”

Siamo pronti per presentare la 24esima edizione del festival estivo di una radio che dal 1992 continua ad autofinanziarsi, trasmettendo libera nell'etere sui 105.25 fm. Come di consueto a Radio Blackout, arrivati a questo punto della primavera, siamo pronti per annunciare il cartellone dei festeggiamenti, quest'anno con particolare curiosità, perché abbiamo deciso di aprire l'esterno di spazio211 alle autoproduzioni, con l'idea di un festival parallelo alla musica, un piacere per gli occhi



Apriamo all'illustrazione, alle fanzine, alle etichette discografiche diy e alle mini-produzioni librarie, al fumetto ma anche al writing e alla grafica indipendente. Con noi, ci saranno molte realtà dall'Italia e non solo, che allestiranno spazi dove mostrare i lavori e presentarsi. Fidatevi, non nei modi consueti! Largo anche a personaggi come Dr.Pira, che presenta Gatto Mondadory e i Puffi o il grande Dj Balli con la sua storia del mash up.

La musica continuerà a farla da padrone. Tutte le sere concerti con band diversissime ma accomunate dallo spirito incendiario del rock e del blues. Ad aprire gli Scarecrow, fenomeno musicale francese a metà tra il blues tradizionale e l'hip hop più contaminato, poi garage, psichedelia, il ritorno dei Church Of Violence (C.O.V.) e naturalmente la musica della Blackout Tribe in grande spolvero, tutte le sere dal vivo nella capanna bar.
Cucina dei pirati, bar a tema con le specialità di Blackout, mostre, aste, spettacoli per bambini. Vi invitiamo a sostenerci, perché in tutti i modi, continuiamo a dare voce a chi non ne ha.

Blackout fest, dal 9 al 12 Giugno 2016, Spazio 211 - Via Cigna 211, Torino
“Arte deviata e musica schizzata” una rassegna senza pause di musica, autoproduzioni, fanzine, illustrazione, serigrafia, writing e diverse sorprese. Durante tutta la quattro giorni il parco del 211 diventa uno spettacolo per gli occhi
serigrafie non stop da tutta italia per scrivervi sulle magliette, addosso e su ogni superficie serigrafabile.

Leggi tutte le info su www.radioblackout.org

[SPAZIO_ARTE DEVIATA] Artisti_Serigrafie_Laboratori_Illustrazioni_Fanzine_Arte Indipendente_Edizioni Accattivanti
Ci saranno: SurPop | Dottor Pira | Diego Della Posta | Ufocinque | Dottor Porkas | Hans Schleckner | Dj Balli | Jenne Pierre Ducret | Serigrafatti | Serigrafie Ribelli | Laboratorio MALE | Serigrafia del Barocchio | Memento Mori | Wunderkammer | Indignada Jones e Scateniamoli | Cani e Porci | Inchiostro Lisergico | Eris Edizioni | Fanzinoteca La Pipette Noir | GILA | Lo-Fi Comics | Danilo Vadis | Giampo Coppa | Disegni Matti | La Melma dei giorni | TILF | Non ci credo | KaraokeZine | Ekate Pace | Collettivo Serigrafico R.A.C.L.A. | Produzione Clandestina | Shesmokes | Idrolab Unit | Marta Artma | e tanti altri…

lista in continuo aggiornamento

[SPAZIO_MUSICA SCHIZZATA] Live_Sperimentazioni_Rumori
Ci saranno: Scarecrow | No Chappy Bourgeois | The Bad People | The Rippers | Lo-Lite | Hallelujah! | Metro Crowd | DaDi Etro | C.O.V. | Go!zilla | The Blues Against Youth | Big Mountain County | Stregoni

Giovedì 9 giugno 2016

[SPAZIO_ARTE DEVIATA] Dalle ore 19.00:Inaugurazione della mostra “Plastic Eyes” a cura di A.Marchese.
Realtà deformi, orologi che parlano, scintille, cioccolata, smartphone, colori abbaglianti. Il surrealismo non è mai stato così in formato poster. Surpop raduna gente come Ellis Nadler, Moresco, Pit, Dr.Porkas e molti altri per una specialissima su carta. E ci sarà pure un’asta benefiit per accaparrarvi il pezzo più folle.
E poi i muri di Spazio prenderanno vita con le creazioni di due writer speciali che faranno live painting come se non ci fosse un domani. Loro sono Diego della Posta e Ufocinque. Dite basta al grigiore.
http://www.premioceleste.it/surpop | https://www.facebook.com/groups/56671850324/?ref=ts&fref=ts&qsefr=1 | https://www.behance.net/thoms | http://www.thoms.it/ | http://capobiancomatteo.blogspot.it/

[SPAZIO_MUSICA SCHIZZATA] Dalle 22.30 dal vivo:
Scarecrow (Francia blues – hip hop)
Da Tolosa con passaporto internazionale (più di 500 concerti in 10 nazioni) portano una indefinibile miscela di blues e hip hop. Sul palco, Slim Paul -il bluesman- and Antibiotik Daw – l’MC e il DJ fondono i linguaggi di due generazioni. Una band unica che bisogna assolutamente vedere dal vivo.
http://www.blueshiphop.com/ | https://blueshiphop.bandcamp.com/ | https://www.youtube.com/watch?v=lxgDdNXe4KA

No Chappy Bourgeois (Pop senza mutande)
Ecco un’altra versione di hip hop contaminato ma questa volta con la follia di questa realtà. Musica anche un po pop dalla Liguria, come in una proposta di viaggio allucinato dove niente è come sembra.
https://www.youtube.com/watch?v=0MvOP_QtWvU&feature=share | https://www.facebook.com/No-Chappi-Bourgeois-band-509064892455513/

The Bad People (Freschezza electro hip hop)
Terza contaminazione. Questa volta con l’electro. Super bassi e synth luminosi incastrano testi incazzati, a volte in velocità, a volte più lentamente. Prima apparizione a Torino del solista di Latina.

Venerdì 10 giugno 2016

[SPAZIO_ARTE DEVIATA] Dalle 19.00
Aperitivo burlesque con lo spettacolo della compagnia Absinthe Mercì. Un classicone dell’erotismo raffinato. Per raccontare la storia della Radio e spogliarsi a dovere prima dei concerti.

[SPAZIO_MUSICA SCHIZZATA] Dalle 22.30 dal vivo:
The Rippers (Leggende garage rock)
Da una Cagliari che più lurida non si può, garage sotto effetto di speed suonato con precisione chirurgica. The Makers e Hentchmen come padrini, chitarre furibone e coretti alcolici, insomma, ritornano a Torino apposta per farci sudare.
https://therippers666.bandcamp.com/ | https://www.facebook.com/therippers666/ | https://www.youtube.com/watch?v=DnYdzkwEIx8

Lo-Lite (Olanda, Blues r’n’r come ai vecchi tempi)
Il menù propone a questo punto un duo trash blues, con spolverate di garage acidello. Fatevi spazzare via da questi minimalisti dall’attitudine punk. Converrete con noi che si tratta di una delle migliori live band in giro.
http://www.lo-lite.nl/ | https://youtu.be/YxKgLJNheas

Hallelujah! (Prosecco, feedback e fantasia)
Robe pesanti come le avrebbero suonate i giapponesi High Rise. Feedback e martellamento di pelli come insegnarono i maestri americani Flipper. Se non avete mai provato a sentire la musica che vi esplode in faccia questa è l’occasione buona.
https://hallelujahband.bandcamp.com/ | https://youtu.be/T5YahqfXAuE

Metro Crowd (Post-punk alla vaccinara, no-wave coatta)
Da Roma, in una affollata rush hour ti senti soffocare ed ecco spuntano questi loschi personaggi a farne la allucinata colonna sonora. Note fangose si muovono come stritolate dalla paranoia. Dentro ci sono membri di Hiroshima Rocks Around e Holiday Inn. Capito?
https://soundcloud.com/metrocrowd | https://www.facebook.com/metrocrowd/

Sabato 11 giugno 2016

[SPAZIO_ARTE DEVIATA] Dalle 16.00 Contest di Lettering a cura di Dr. Porkas.
Aperto ai disegnatori che aspirano a fare la lettera più bella di tutte. Durante la serata premiazione con una giuria speciale. In palio una bella murata da dipingere qui ed ora. Cercate il regolamento su http://gilagabrio.wordpress.com/

Gatto Mondadory e i Puffi dell’Aldilà – Dottor Pira
Dr. Pira è un outsider, ma il suo seguito è fatto di fedelissimi. Ha cominciato nel tempo a pubblicare le sue storie sghembe e fulminanti su varie riviste, tra cui Linus, Vice, XL.
Gatto Mondadory è un’assurda saga celtica con protagonista un gatto alle prese con magie antiche e moderne: Puffi, elfi, maghi, cellulari, internet ed altri personaggi improbabili.
http://gattomondadory.tumblr.com/

Frankestein goes to Holocaust – Riccardo Balli
Meglio noto come dj Balli ha spinto per anni musiche da ballo ma inascoltabili, amandone la genesi, i contenuti, le casse spezzate. Ha pubblicato libri come Anche tu astronauta e Apocalypso Disco. Collabora in lingua inglese con riviste folli come “Datacide” e “DanceCult magazine”. Viene qui per presentare la storia del mash up, il frankestein delle non musiche nate dall’assemblaggio di pezzi diversi. E ce ne farà ascoltare degli esempi…
http://www.agenziax.it/frankenstein-goes-to-holocaust/

[SPAZIO_MUSICA SCHIZZATA] Dalle 22.30 dal vivo:
DaDi Etro (seghe musicali e elettronica da dietro…)
Il blues orrorifico e sessuomane infilato da dietro di suoni bizzarri. Seghe (musicali) e elettronica per un perverso inizio di serata.
https://dadietrodadietro.bandcamp.com/releases | https://www.facebook.com/DaDi-etro-593604980755593/

COV (church of violence)
I Church Of Violence sono tra i principali protagonisti della scena punk hardcore torinese degli anni ’90 insieme a gruppi come Negazione, Kina, Nerorgasmo.
La prima formazione prende vita nel 1989 e vede Gigio Bonizio alla voce, Max Bellarosa alla chitarra e Cisco Amedeo al basso, ai quali nel 1992 si aggiunge Tino Paratore alla batteria, venendo a completare la formazione storica della band.
I COV hanno all’attivo due lp: “In puttanate sei speciale” del 1992 e “The Herzie prophets” del 1994, una demo: “Drogati e carcerati”del 1990 più due 7”: “Prophets meet the bongo” del 1996 e “COV vs Distruzione” del 1997.
Durante il suo periodo di attività la band si afferma a livello sia nazionale che internazionale, con tour in tutta Italia ed in Europa, collezionando centinaia di concerti.
Nel 1997 l’attività dei Church of Violence si interrompe per permettere ai membri del gruppo di portare avanti ognuno i propri progetti individuali.
Dopo sedici anni di stop in cui i quattro musicisti continuano a tenersi in contatto, dando anche vita nel corso degli anni a diverse reunion, nel 2013 i COV riprendono il loro percorso musicale da dove si è interrotto nel 1997.
Nell'estate 2013 danno vita ad un minitour, al termine del quale i quattro si chiudono in studio per realizzare il loro disco della maturità che, dopo due anni passati a mettere in musica senza fretta le tante esperienze e sensazioni maturate negli anni, vedrà finalmente la luce nell'autunno del 2015.
http://www.inritorino.com/?team=church-of-violence | https://youtu.be/dPCD57D9oNI | https://www.facebook.com/ChurchOfViolence/?fref=ts

Go!zilla (il mostro psichedelico di Firenze)
Una ventata di garage acido direttamente dagli anni 60. E il gorillone non c’entra niente. Questa è una live band da tappi nelle orecchie e delirio sotto il palco.
http://www.gozillaband.com/ | https://youtu.be/hwnQUVwlQq8 | https://www.facebook.com/gozillatheband/?fref=ts

Big Mountain County ( B.M.C. musiche lisergiche da viaggio)
Bands on the run. Come dei 13 floors elevators scorazzano su autostrade garage invase di sole lisergico. E noi come devoti che scuotiamo lunghi capelli nel vento.
http://bigmountaincounty.com/ | https://youtu.be/VrzeGJhXjSA | http://bmcbigmountaincounty1.bandcamp.com/album/breaking-sound

The Blues Against youth (one man band)
Una one man band per chiudere ci voleva. Se non ne avete avuto abbastanza, questa è una sozzura blues grassa e colante che potrebbe anche saziarvi. Sennò andate da McDonald.
http://thebluesagainstyouth.com/ | https://thebluesagainstyouth.bandcamp.com/ | https://www.facebook.com/thebluesagainstyouth/?fref=ts

Domenica 12 giugno 2016

[SPAZIO_ARTE DEVIATA] Dalle 16.00
Frizzi lazzi e fantasia per i bambini di tutte le età. Spettacoli vari e zucchero filato.

A seguire:
Makhno – La rivoluzione russa in Ucraina di Jenne Pierre Ducret
Il progetto del fumetto su Nestor Makhno part da lontano. Sono passati almeno trent’anni da quando l’idea nacque, e alcuni purtroppo non hanno fatto in tempo a vederla realizzata. Ma infine eccola qui al Blackout fest.
http://www.makhno.org/ | https://www.facebook.com/Makhno-La-Rivoluzione-Russa-In-Ucraina-1505700719747344/

Asta di poster benefit Blackout
Con Surpop e Hans Schleckner, dopo il fallimento di Telemarket, la nostra versione della televendita dal vivo. Non ve li portiamo a casa, ve li facciamo toccare e annusare. Voi metteteci la lira e la presa bene. Non sarete delusi.

[SPAZIO_MUSICA SCHIZZATA] Dalle 22.30 dal vivo:
Stregoni (musiche migranti)
Durante tutto il giorno un workshop metterà insieme i musicisti, tutti migranti e rifugiati che alla sera saliranno sul palco insieme a Johnny Mox e Above the Tree per la magia della musica che non conosce lingue, frontiere, documenti, regimi. Da provare assolutamente perché non esistano più frontiere.
http://johnnymox.com/ | https://www.facebook.com/Stregoni-178281275846629/?fref=ts | https://soundcloud.com/user-982291538 | https://youtu.be/ZGNhto3gtvg

In conclusione djset chillout dal Cafè del Mar agli oppiacei senza passare per il rehab. Tutto ma proprio tutto quello che non vi hanno detto sulla decompressione. Con i migliori djs di blackout che vi culleranno fino a casa.