BilBOlbul Festival internazionale di fumetto 2013

Bologna - 21/02/2013 : 24/02/2013

Il festival, arrivato alla sua VII edizione, trasformerà ancora una volta il capoluogo emiliano in capitale del fumetto, accogliendo in città autori e appassionati da tutto il mondo. BilBOlbul invaderà il centro di Bologna con mostre, incontri ed eventi.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO INTERNAZIONALE E BIBLIOTECA DELLA MUSICA
  • Indirizzo: Strada Maggiore 34 - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 21/02/2013 - al 24/02/2013
  • Vernissage: 21/02/2013
  • Generi: arte
  • Biglietti: Ingressi al festival Ingresso per le mostre al Museo Civico Archeologico e al Museo internazionale e biblioteca della musica: 5 euro (intero), 3 euro (ridotto). Tutte le altre mostre e gli incontri sono a ingresso libero.
  • Sito web: www.bilbolbul.net
  • Email: info@bilbolbul.net

Comunicato stampa

Torna a Bologna, dal 21 al 24 febbraio 2013 l’appuntamento annuale con BILBOLBUL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI FUMETTO, a cura di HAMELIN ASSOCIAZIONE CULTURALE. Il festival, arrivato alla sua VII edizione, trasformerà ancora una volta il capoluogo emiliano in capitale del fumetto, accogliendo in città autori e appassionati da tutto il mondo. BilBOlbul invaderà il centro di Bologna con mostre, incontri ed eventi.
Protagonista della VII edizione di BilBOlbul è Vittorio Giardino, autore bolognese affermato in tutto il mondo a lui è dedicata l’importante mostra antologica La quinta verità ospitata dal Museo Civico Archeologico


Fuori dal territorio italiano ci trasporteranno invece le mostre di Jason (Norvegia), di Henning Wagenbreth (Germania), e di Tonto Comics (Austria). Tra gli artisti d’eccezione anche Lorenzo Mattotti, presente al festival con l’esposizione Oltremai.
Il festival darà spazio alle mostre di fumettisti e disegnatori emergenti, tra cui quella del giovane romagnolo Andrea Zoli, vincitore del concorso “Komikazen” con un graphic novel sugli ultras dal taglio sociologico ,di Silvia Rocchi, che espone le tavole del suo libro d’esordio dedicato ad Alda Merini, e di Michelangelo Setola che insieme a Edo Chieregato, presenterà una raccolta di racconti che mette al centro la marginalità e le relazioni umane.
Da sempre BilBOlbul promuove il dialogo tra il fumetto e le altre arti, la contaminazione tra i vari linguaggi. La rassegna cinematografica curata da Sergio Fant al Cinema Lumière che quest’anno guarda a Oriente, e in particolare al Giappone e ai maestri del manga.
Il ciclo di incontri, novità di questa edizione, I film della mia vita: Jason, Vittorio Giardino e Lorenzo Mattotti si racconteranno attraverso i film che hanno contribuito a definire il loro percorso artistico.
L’apertura al teatro, altra novità esclusiva, due delle più grandi figure della scena italiana: Chiara Guidi della Socìetas Raffaello Sanzio ed Ermanna Montanari del Teatro delle Albe, per la prima volta insieme nello spettacolo Poco lontano da qui, liberamente ispirato al romanzo a fumetti di Igort Quaderni russi.
Uno degli obiettivi di BilBOlbul è l’ideazione di nuovi progetti e per il 2013 è stato chiesto all’artista visiva e disegnatrice Allegra Corbo di realizzare un progetto: Il Tempio. Altra iniziativa esclusiva del festival è la “camera d’artista”, affidata ogni anno a un ospite diverso. Per il 2013 sarà Alessandro Baronciani, a lavorare in una delle stanze dell’hotel Al Cappello Rosso.

L’attenzione per i più piccoli è una delle costanti, per i giorni del festival e per tutto il mese di marzo, la sala espositiva della Cineteca di Bologna si trasformerà nella Fumettofficina.
Protagonisti di questa novità sono gli autori di Mamut, invitati a reinventare la sala espositiva della Cineteca, per creare uno spazio concepito per i visitatori più giovani del festival.
BilBOlbul propone anche incontri rivolti agli adolescenti, con il progetto di promozione della lettura “Xanadu. Comunità di lettori ostinati” che dal 2001 Hamelin porta avanti in scuole medie e superiori di tutta Italia.

Il programma completo del festival è visibile nel sito www.bilbolbul.net, è possibile seguire il festival anche grazie al blog http://www.bilbolbul.net/blog/