Baculus #4

Spoleto - 13/12/2014 : 01/03/2015

La mostra raccoglie i lavori di artisti, artieri, operatori culturali, collezionisti, cultori della terra e delle tradizioni popolari.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO COLLICOLA ARTI VISIVE - MUSEO CARANDENTE
  • Indirizzo: Piazza Collicola, 1, 06049 - Spoleto - Umbria
  • Quando: dal 13/12/2014 - al 01/03/2015
  • Vernissage: 13/12/2014 ore 14
  • Curatori: Gianluca Marziani, Emanuele De Donno, Franco Troiani
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: dal mercoledì al lunedì 10.30-13.00 / 14.30 - 17.30 (chiuso il Martedì)
  • Biglietti: intero - € 6.50 ridotto A - € 5.00 (dai 15 ai 25 , oltre 65 anni e oltre 15 persone) ridotto B - € 3.00 (dai 7 ai 14 anni) omaggio (fino a 6 anni)

Comunicato stampa

Ideazione e progetto di STUDIO A’87

A cura di Emanuele De Donno, Gianluca Marziani, Franco Troiani



BACULUS / 4°Itinerario conclusivo: bastoni e scettri di artisti contemporanei esposti l'uno dopo l'altro, come in una parata festosa, tra la Galleria e la Sala degli Archi di Palazzo Collicola Arti Visive. La mostra raccoglie i lavori di artisti, artieri, operatori culturali, collezionisti, cultori della terra e delle tradizioni popolari. In questo quarto itinerario sono presenti nuovi bastoni, oltre a quelli dei tre precedenti itinerari: Orti del Sole (Spoleto), CEDRAV (Cerreto di Spoleto), Museo Archeologico Statale (Spoleto)



BACULUS è ispirato ai bastoni degli “Orti del Sole” nel Centro Sociale per anziani, porzione del Complesso Monumentale San Carlo Borromeo a Spoleto. Ex Ospedale della S. Croce (1250 d.C.) per pellegrini, viandanti, appestati, eserciti in guerra, fino al 1600, poi in uso per attività artigianali e brefotrofio femminile fino al 1974. Parte del fabbricato adibito a scuola pubblica e altri spazi abbandonati, tornati alla luce dalla metà anni Ottanta con l'istituzione degli orti coltivati dagli anziani del Centro Sociale. In questi luoghi aperti, nell’ex chiesa di S. Carlo e alla Madonna del Pozzo di Porta Monterone, si celebravano la Primavera e l'Estate con le feste e le manifestazioni dello Studio A '87, quasi trent'anni di arte condivisa.

Franco Troiani: Il bastone è usato negli orti per una corretta crescita delle piante, così come viene usato dal viandante o dal pastore per sicurezza e compagnia... come pastorale per la guida spirituale... come scettro simbolo di potere ma anche di unità... l'unità di numerosi amici in arte che nel bene e nel male hanno vissuto e vivono ancora con grande speranza la propria avventura umana.

Gianluca Marziani: Un progetto collettivo che attraversa una lunga storia spoletina d’interventi artistici, gestiti con intuito curatoriale da Franco Troiani, artista che del progetto condiviso, come attività di Studio A’87, ha fatto un’opera ambiziosa, probabilmente la sua opera più paradigmatica e universale. BACULUS ne è la sintesi virtuosa, un cerchio che integra assieme generosità e intuizione, archetipi e contemporaneità, concetto e contenuto.

Il bastone si rivela un complesso archetipo funzionale, legato all’Uomo nel corso dei secoli, secondo usanze e costumi che ne variano le narrazioni specifiche. Da oggetto per camminare ad arma contundente, da protesi per lo sport a scettro, il bastone elabora molteplici variazioni attorno alla sua sintesi geometrica. Tutti gli invitati hanno avuto piena libertà elaborativa, così da riportare la funzione d’origine a un valore plastico che ne esaltasse il contenuto simbolico.



1° Itinerario: BACULUS Bastoni agli Orti del Sole + Complesso Monumentale San Carlo Borromeo. Spoleto. Sabato 12 luglio 2014
Festa e ritrovo dei cantori della terra, su ideazione e progetto di STUDIO A '87 con la collaborazione dell'Associazione Orto di Monterone, Comitato Orti del Sole, Centro Sociale San Carlo Borromeo e con il patrocinio dell'Assessorato alla cultura del Comune di Spoleto.
Gli Orti del Sole, nati nel 1987, sono uno dei pochi presidi collettivi spoletini e hanno un grande valore di coesione sociale e produttività cooperativa. Adiacenti alla Porta Monterone, ingresso dell'antica Via Flaminia, sono incastonati alle pendici del Monteluco, con una vista privilegiata sul Ponte delle Torri e sulla Rocca Albornoziana. Artisti, cultori della terra e delle tradizioni popolari, hanno esposto un primo nucleo di "bastoni" liberamente elaborati, come significato di educazione per un costante ritorno alla cultura della terra e della vita. Il bastone è in quest’occasione elemento scultoreo verticale, a testimoniare il tema della fertilità, crescita o potere, ma anche supporto, sostegno utilitario alla coltura... la serata è stata accompagnata da un concerto musicale. I manufatti sono rimasti in esposizione nella vicina chiesa di San Carlo fino al 31 luglio 2014.
2° Itinerario: BACULUS Bastoni al Festival del Ciarlatano / CEDRAV Cerreto di Spoleto. sabato 23 agosto - 16 settembre 2014
Baculus / Bastoni e Scettri al CEDRAV di Cerreto - Centro Documentazione Ricerca Antropologica in Valnerina, in occasione della 2° edizione del “Festival del Ciarlatano Cerretano”, l'appuntamento che coniuga spettacolo e cultura del territorio per indagare, scoprire e valorizzare la figura che ha reso famoso il paese di Cerreto, organizzato dal Comune in collaborazione con il Cedrav.
Il convegno di studio all'ex Monastero di S.Giacomo, è stato dedicato quest'anno alla rivalutazione del ruolo del ciarlatano, comunemente ritenuto un "imbroglione" e che invece ha esercitato nel tempo la funzione di "guaritore" attraverso l'uso di balsami ed unguenti preparati con erbe medicinali grazie alla conoscenza delle proprieta' curative delle erbe, comprovata dalle autorizzazioni concesse dalle autorita' mediche dell'epoca alla vendita dei loro prodotti. In questo secondo viaggio la mostra dei Bastoni, di numero ancora più elevato, è stata allestita nella sede del CEDRAV, Monastero di S.Giacomo ed esposti al pubblico fino al 16 settembre.
3° itinerario: BACULUS Bastoni e Scettri al Museo Archeologico Nazionale e al Teatro Romano di Spoleto. Sabato 20 settembre 2014
In collaborazione con la Soprintendenza dei Beni Archeologici dell'Umbria - Museo Archeologico di Spoleto, Palazzo Collicola Arti Visive e con il patrocinio dell'Assessorato alla cultura del Comune di Spoleto.
Il 3° itinerario della mostra "Baculus", bastoni di artisti/artieri contemporanei, è dedicato agli scettri provenienti dalla “Tomba del Re” rinvenuta da scavi (2011) nella necropoli spoletina di Piazza d’Armi, databile al VII° sec. a.C.
“In un periodo in cui Roma era governata dai primi re, a Spoleto emergono con chiarezza le testimonianze di un'antica stirpe reale che si poneva a capo della comunità locale, sancendo il proprio ruolo con oggetti di grande pregio e valore simbolico..." (da: "Gli scettri del Re" insegne di potere nella Spoleto preromana / Museo Archeologico Nazionale e Teatro Romano di Spoleto).