Ventiquattresima edizione di Avostanis, l’estate culturale che si svolge annualmente nel cortile dell’agriturismo Ai Colonos di Villacaccia.

Informazioni

  • Luogo: COLONOS
  • Indirizzo: Vie Giovanni da Udine, 8 33050 Lestize (Ud) - Lestizza - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 03/08/2015 - al 06/09/2015
  • Vernissage: 03/08/2015 ore 21
  • Generi: arte contemporanea, presentazione, incontro – conferenza, serata – evento, new media, video, festival

Comunicato stampa

E debute lunis ai 3 di Avost a nûf di sere la vincjecuatresime edizion di Avostanis, l’istât culturâl che si fâs tal curtîl dal agriturisimi Ai Colonos di Vilecjasse e che e sarà vierte dai salûts dal diretôr artistic Federico Rossi e dal assessôr regjonâl pa la culure Gianni Torrenti

A inaugurâ la serie dai tredis apontaments centrâts sul teme “In onôr, in favôr” e sarà la proiezion dal video “I turcs tal Friul” di Pier Paolo Pasolini, che al documente in forme integrâl il spetacul rapresentât ai 25 di Avost dal 1996 tal curtîl dai Colonos cu la regjie di Elio De Capitani. Sul teren di glerie e cence nissun aiût tecnologjic, ta la lûs naturâl dal amont, i atôrs a àn rivivût la storiche scorsade turche, dentri di un spazi ocupât dal public numerôs sintât par tiere, intun rapuart diret e fisic jenfri atôrs e spetadôrs, daûr da la tragjedie greche. Di chel event indimenticabil al reste il straordenari document curât dai Colonos, che in cheste ocasion al ven riproponût ta la version restaurade, cu la regjie di Remigio Romano e la supervision di Elio De Capitani, ch’a introdusaràn la proiezion insieme a Angelo Battel, operadôr culturâl dal comun di San Vît al Tiliment e un dai interpretis dal spetacul. Il video paraltri al sarà fat viodi su Rai 5, ta la sere dal prin di Novembar dal 2015.
Insom da la serade, ta la vecje stale e vignarà inaugurade la mosre fotografiche “Pasolini secont Dondero”, une piçule galarie di scats dal innomenât fotoreporter, che e vignarà presentade di Angela Felice, diretore dal Centri studis Pier Paolo Pasolini di Cjasarse. In gracie di cheste colaborazion al è stât pussibil il progjet espositîf, che al sarà viert al public ancje ta la serade di Avostanis dai 6 di Avost.
La jentrade e je simpri libare. Ducj a puedin sustignî la vore culturâl da l’associazion Colonos cul versament da la cuote associative o cu l’adesion a la campagne di finanziament popolâr “Un euro par omp par jessi a plomp”.



Debutterà lunedì 3 agosto alle ore 21.00 la ventiquattresima edizione di Avostanis, l’estate culturale che si svolge annualmente nel cortile dell’agriturismo Ai Colonos di Villacaccia e che sarà introdotta dai saluti del direttore artistico Federico Rossi e dell’assessore regionale alla cultura Gianni Torrenti. A inaugurare la serie dei tredici appuntamenti imperniati sul tema “In onôr, in favôr” sarà la proiezione del video “I turcs tal Friul” di Pier Paolo Pasolini che documenta in forma integrale lo spettacolo rappresentato il 25 agosto 1996 nell’aia dei Colonos con la regia di Elio De Capitani. Sul nudo terreno ghiaioso e senza alcun supporto tecnologico, alla luce naturale del tramonto gli attori avevano rivissuto la storica incursione turca, entro uno spazio circondato dal numeroso pubblico seduto a terra, in un rapporto diretto e fisico tra attori e spettatori, alla maniera dell’antica tragedia greca.
Di quell’evento indimenticabile resta lo straordinario documentario curato dai Colonos, che per l’occasione viene riproposto nella versione restaurata, con la regia di Remigio Romano e la supervisione di Elio De Capitani, i quali introdurranno la proiezione insieme a Angelo Battel, operatore culturale del comune di San Vito al Tagliamento e uno degli interpreti dello spettacolo. Il video tra l’altro sarà trasmesso su Rai 5 la notte del primo novembre 2015.
Al termine della serata, nella vecchia stalla verrà inaugurata la mostra fotografica “Pasolini secondo Dondero”, una piccola galleria di straordinari scatti del celebre fotoreporter, che sarà presentata da Angela Felice, direttrice del Centro studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa. Grazie a questa collaborazione è stato reso possibile il progetto espositivo, che sarà aperto al pubblico anche nella serata di Avostanis del 6 agosto.
L’ingresso è sempre libero. Tutti possono sostenere l’attività culturale dell’associazione Colonos con il versamento della quota associativa oppure con l’adesione alla campagna di finanziamento popolare “Un euro par omp par tornâ a plomp”.

www.colonos.it