Atelier Chapeaux et Photos

Torino - 19/01/2014 : 19/01/2014

Il Dipartimento Educazione della GAM e FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) presentano il progetto “Atelier Chapeaux et Photos”.

Informazioni

Comunicato stampa

Il Dipartimento Educazione della GAM e FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) presentano il progetto “Atelier Chapeaux et Photos”.
L’iniziativa rientra nel ricco programma di attività didattiche che la GAM propone in questi mesi in occasione della mostra Renoir. Dalle collezioni del Musée d’Orsay e dell’Orangerie. Il cappello, filo conduttore del progetto, è infatti un elemento ricorrente nelle opere di Renoir, artista che si distinse dalla visione più paesaggistica degli altri Impressionisti poiché dedicò molta della sua produzione artistica ai ritratti



Il progetto prevede una prima fase durante la quale tutto il pubblico è invitato a scattare e inviare al Dipartimento Educazione della GAM delle fotografie digitali che abbiano come protagonista il cappello, ritratto in primo piano oppure indossato.
Le foto possono essere inviate entro il 31 gennaio 2014 all’indirizzo e-mail del Dipartimento Educazione GAM ([email protected]).
Le migliori foto pervenute saranno esposte in un’installazione collettiva work in progress allestita nell’Education Area della GAM.

Il progetto prevede inoltre due appuntamenti interattivi in museo: il primo, domenica 19 gennaio, aperto a tutti (ore 11-18) e il secondo, lunedì 20 gennaio, riservato alle scuole (ore 10-17).

Durante i due incontri i partecipanti potranno osservare un nucleo di opere fotografiche e un video della Collezione GAM prodotti nella seconda metà del Novecento che presentano soggetti molto diversi, ma accomunati dalla presenza d’immagini di cappelli. La selezione comprende: Irving Penn Picasso, Ugo Mulas Marcel Duchamp, Bar Jamaica, Gianni Berengo Gardin Gran Bretagna, corse di Ascot, Nino Migliori Gente dell’Emilia, Mario Cresci Assemblea per il piano regolatore, Tricarico (Matera), Ferdinando Scianna Enna, processione del venerdì santo e il video di John Baldessari Folding Hat.

L’Area Education ospiterà inoltre una piccola esposizione di cappelli-scultura realizzati dagli studenti del Primo Liceo Artistico che frequentano l’indirizzo arti figurative.

In questo ambiente ricco di stimoli creativi il pubblico potrà provare i cappelli realizzati dal Dipartimento Educazione per la Chapellerie Atelier, uno spazio appositamente creato all’interno dell’Area Education per svolgere il ricco programma di attività legate alla mostra rivolte a scuole, famiglie, disabili e a tutte le persone di ogni età e provenienza.

Durante le due giornate i partecipanti potranno farsi fotografare nella Chapellerie e negli allestimenti realizzati in occasione della mostra dedicata a Renoir. Per le scuole che parteciperanno all’incontro di lunedì 20 gennaio l’attività prevede inoltre la realizzazione pratica in laboratorio di cappelli personalizzati.

Grazie alla collaborazione tecnica di Epson, le fotografie saranno stampate in formato cartolina e una copia verrà immediatamente consegnata alla persona ritratta come testimonianza della partecipazione al progetto. Le migliori fotografie scattate nel corso delle due giornate andranno a comporre la grande installazione collettiva insieme a quelle ricevute dal Dipartimento Educazione GAM via mail e attraverso i social.