Asta di beneficenza per Operation Smile

Milano - 11/06/2014 : 11/06/2014

L’Associazione Haziel, in collaborazione con la galleria Open Art Milano, nella prestigiosa sede di Palazzo Cusani di Milano, presenta l’asta a favore di Operation Smile.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO CUSANI
  • Indirizzo: via Brera 15 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 11/06/2014 - al 11/06/2014
  • Vernissage: 11/06/2014 ore 18,30
  • Generi: asta

Comunicato stampa

l’Associazione Haziel, in collaborazione con la galleria Open Art Milano, nella prestigiosa sede di Palazzo Cusani di Milano, presenta l’asta a favore di Operation Smile (www.operationsmile.it). L’asta di beneficenza, d’arte contemporanea, si terrà mercoledì 11 giugno nella splendida cornice della Sala Radetzky



ARTISTI: Adani Fabio I Benegiamo Sebastiano I Bodin Gabriela I Cannistraro Giuseppe Capozzi Gianluca I Cecchin Lilliana I Di Falco Loris I Glauser Patricia I Grassi Tiziana Grosso Eugenio I Gurioli Giovanni I Lefter Cristina I Mantovani Rosy Neculay Eleni I Nironi Silvia I Patalocchi Emilio I Piazzani Marzia I Pivoli Andrea I Righi Fabio I Sottini Giovanna Vanzini Armando I Zizzo Ciro

Operation Smile Italia Onlus è una Fondazione nata nel 2000, costituita da volontari medici, infermieri e operatori sanitari che realizzano missioni umanitarie in oltre 60 Paesi del Mondo, per correggere con interventi di chirurgia plastica ricostruttiva gravi malformazioni facciali come il labbro leporino e la palatoschisi, esiti di ustioni e traumi.

Una serata dedicata all'arte, in cui potrete ammirare alcune delle più interessanti opere della scena contemporanea, che Open Art Milano ha selezionato tra i suoi artisti migliori.

Haziel devolverà parte del ricavato a Operation Smile. Dal 1982, anno di costituzione di Operation Smile International negli USA, sono oltre 5000 i volontari che hanno effettuato gratuitamente nei diversi paesi del mondo più di 200.000 interventi chirurgici,cambiando la vita a migliaia di bambini. Oggi l’obiettivo principale di Operation Smile è diventato quello di promuovere e contribuire a realizzare l’autosufficienza medica a livello locale, attraverso il progressivo miglioramento delle infrastrutture sanitarie e la formazione dei medici al fine di garantire ad ogni bambino povero un più facile accesso gratuito a cure specialistiche di qualità.