Asta 94

Genova - 15/11/2011 : 15/11/2011

Wannenes batterà La Collezione di Luisa Parodi il cui ricavato, come da sue precise indicazioni testamentarie, sarà interamente devoluto all’Istituto Giannina Gaslini, alla Provincia di Genova dei Frati Minori Cappuccini e alla Provincia di Genova dei Frati Minori di San Leonardo.

Informazioni

Comunicato stampa

LE COLLEZIONI SONO IL FILO CONDUTTORE DELLE ASTE WANNENES DI NOVEMBRE E DICEMBRE 2011
ASTA 94 - 15 NOVEMBRE 2011 COMUNICATO STAMPA
ESPOSIZIONE DAL 10 AL 13 NOVEMBRE
CATALOGO: ON-LINE SU WWW.WANNENESGROUP.COM/CALENDARIO_ASTE.PHP
LA COLLEZIONE DI LUISA PARODI
a favore dell'Istituto Giannina Gaslini
della Provincia di Genova dei Frati Minori Cappuccini
della Provincia di Genova dei Frati Minori di San Leonardo
IMPORTANTI GIOIELLI, ARGENTI E OGGETTI D’ARTE RUSSA
Genova, novembre 2011

Il 15 novembre 2011 Wannenes batterà La Collezione di Luisa Parodi il cui ricavato, come
da sue precise indicazioni testamentarie, sarà interamente devoluto all’Istituto Giannina Gaslini, alla Provincia di Genova
dei Frati Minori Cappuccini e alla Provincia di Genova dei Frati Minori di San Leonardo.
Luisa Parodi ha condiviso con il marito Poppi la passione di famiglia per la gioielleria, l’ha affiancato nella gestione
dell’azienda che ha poi continuato in prima persona portandola a diventare il punto di riferimento indiscusso per
qualità e professionalità. A queste doti Luisa affiancava l’eleganza che le era propria e che trasferiva non solo nei
monili che sceglieva per il proprio commercio ma anche e soprattutto per quelli che sceglieva per se, gli stessi che
oggi sono messi in asta da Wannenes. Il catalogo, infatti, non si riferisce alla dispersione dei beni dell’azienda ma
alla sua collezione privata. Una collezione che rispecchia la sua spiccata personalità e l’amore per i gioielli ma anche
la grande e non facile capacità di scegliere l’oggetto giusto per ogni occasione. In catalogo, dunque, ci sono
sportive catene con ciondoli e parure di smeraldi e diamanti, un orologio tubogas in oro a tre colori di Jaeger Le
Coultre ma anche tre bracciali in platino, oro e diamanti uno con smeraldi, uno con rubini e uno con zaffiri, poi i
diamanti, uno di quattro carati taglio smeraldo, uno taglio brillante di più di nove carati e quello più indossato, e
forse il più amato, a taglio marquise di otto carati e mezzo.
• ANELLO IN ORO BIANCO CON DIAMANTE DI TAGLIO BRILLANTE
9.11 carati, con certificato CISGEM n. 71086 del 2011-10-19 colore M, purezza
VVS2, inscritto, firmato Parodi, (stima 40-50.000 euro)
• ANELLO IN ORO BIANCO CON DIAMANTE DI TAGLIO MARQUISE
8.33 carati circa con diamanti taglio baguette ai lati, con certificato CISGEM n.
71087 del 2011-10-19 , colore H, purezza IF, (stima 48-50.000 euro)
NOTE SULLA GIOIELLERIA PARODI
La Gioielleria Parodi è stata un simbolo della grande gioielleria genovese per tre generazioni di genovesi a partire dal
1887 quando Giovanni Vittorio apre in vico Casana, allora il cuore commerciale di Genova. Nel 1923, il figlio Mario,
inaugura la sede di via Luccoli dirigendo l’attività fino al 1966 quando – Commendatore Cavaliere di Gran Croce – lascerà
a Poppi, Roberto e Pierluigi che effettuano l’ultimo spostamento nella centralissima via Ceccardi.