Asta 16

Firenze - 12/12/2014 : 13/12/2014

Libri, Manoscritti, Stampe, disegni, carte geografiche e fotografie.

Informazioni

  • Luogo: LIBRERIA ANTIQUARIA GONNELLI - GONNELLI CASA D'ASTE
  • Indirizzo: Via Ricasoli 6-14R-16R - Firenze - Toscana
  • Quando: dal 12/12/2014 - al 13/12/2014
  • Vernissage: 12/12/2014 ore 15
  • Generi: asta
  • Orari: Asta Venerdi 12 Dicembre Ore 15: Manoscritti e Libri a stampa secc.XV-XX Sabato 13 Dicembre Ore 15: Autografi e Libri Musicali Ore 16: Disegni e Stampe secc.XVI-XX Ore 18:30: Carte geografiche e fotografie
  • Uffici stampa: SPAINI & PARTNERS

Comunicato stampa

Venerdì 12 e sabato 13 dicembre 2014 si terrà l’asta n.16 della Gonnelli Casa d’Aste di Firenze.
La prima giornata sarà dedicata ai manoscritti e ai libri a stampa dal XV al XX secolo. La seconda, invece, vedrà all’incanto una sezione di autografi e libri musicali, una di disegni e stampe dal XVI al XX secolo e una dedicata alle carte geografiche e fotografie.

La corposa sezione di libri comprende circa 500 lotti tra libri a stampa e manoscritti

Tra le opere di maggior rilievo si evidenzia un nucleo di testi di botanica tra i quali un bellissimo erbario manoscritto settecentesco acquerellato di Tommaso Maria Chellini ed il primo monumentale erbario regionale italiano di Carlo Allioni del 1785; nonché descrizioni di orti botanici celebri, compresa la prima descrizione di un orto botanico italiano del 1625 di Tobia Aldini.
Tra le sempre affascinanti opere di occultismo si segnalano il malleus maleficarum del 1574: un celebre manuale sulla caccia alle streghe ed il manuale di magia e stregoneria di Bodin del 1586.
Ed ancora commedie e tragedie del '500-'600 in prima edizione nonché alcuni splendidi libri di feste, molti relativi al Regno delle Due Sicilie tra i quali si segnala il più bel libro di feste siciliano del XVIII secolo di Pietro La Placa.

La sezioni degli autografi e musica comprende spartiti e partiture autografe di Luigi Cherubini, Saverio Mercadante, Antonio Bazzini, Pietro Mascagni, Giovanni Bottesini, Francesco Paolo Tosti, Alfredo Catalani, Alberto Franchetti e Giuseppe Martucci oltre a composizioni (alcune sconosciute) di autori minori dell’Ottocento italiano. Si segnala una raccolta di edizioni e manoscritti musicali del XVIII – XIX secolo, lettere autografe, biglietti e incipit musicali di Giacomo Puccini e Maria Callas e
2 violini del XVIII secolo di fabbricazione tedesca.
All’incanto autografi di Gabriele D’Annunzio, prime edizioni autografate di Giosuè Carducci, carte di Gino Severini, Mario Sironi, Vamba (Bertelli Luigi). Raccolta di lettere autografe di papa Benedetto XV (il Papa della Grande Guerra), Andrea Maffei, Gay-Lussac, Giovanni Pindemonte, documenti di Casa Savoia, Monaldo Leopardi.
Tra i manoscritti e le curiosità uno splendido album che raccoglie dediche, firme e fotografie di moltissime personalità internazionali (re, principi, uomini politici, generali, imprenditori, scrittori, artisti, attori e musicisti) che frequentarono l’Hotel Excelsior di Firenze, l’Hotel Danieli di Venezia e dell’Hotel Des Iles Borromees. E ancora: carte toscane del XV secolo e documenti in pergamena (alcuni con miniature e sigilli plumbei).

La ricca sezione della grafica antica contiene oltre cento lotti di disegni d’importanti maestri antichi dal XV al XVII secolo. Particolarmente considerevole la sezione del Cinquecento con disegni di Lorenzo Sabatini, Francesco Vanni e uno splendido inedito di Federigo Barocci, preparatorio per la pala del Martirio di San Vitale di Brera. E poi ancora studi di Calvaert, Jacopo Empoli, Palma il Giovane, Elisabetta Sirani, Carlo Maratta, Domenico Piola e uno splendido Paesaggio a tempera e acquerello firmato da Giuseppe Palmieri, che insieme a un interessante gruppo di large scale landscapes di autentico carattere tonale e pittorico, rappresenta una delle particolarità di questa asta. Si segnala infine una preziosa raccolta costituita da fogli sciolti e tre album con più di 600 tra stampe e disegni di soggetto naturalistico e zoologico raccolti, e in gran parte realizzati, tra il 1750 e il 1785 da Ferdinando Orazio Morozzi, l’ingegnere idraulico del granducato di Toscana che fu illustratore e collaboratore di Giovanni Targioni Tozzetti.


Corposa la sezione della grafica moderna, con oltre duecento lotti di stampe e disegni dell‘800-‘900 tra i quali si evidenzia una collezione di 55 volumi della rivista “L'Art: Revue Hebdomadaire Illustrée” contenente nel III vol. in prima edizione le 4 famose acqueforti e acquetinte di Goya aggiuntive a Los proverbios e l’articolo Goya acquafortiste di Charles Yriarte; una serie di acqueforti di Mariano Fortuny padre e figlio in tirature rare e di illustre provenienza; un prezioso gruppo di disegni e incisioni del “mago del Bianco e Nero” Alberto Martini provenienti dal suo archivio personale, tra cui le ormai rarissime e ricercate chine del primo periodo eseguite per illustrare Poe e Shakespeare; un eccezionale album di caricature di Maria Bonaparte Wyse Solms Rattazzi, la principessa esiliata, allieva di Daumier e amica dei letterati primo tra tutti Victor Hugo. Inoltre disegni e incisioni di Morandi, Bartolini, Signorini, Conconi, Russolo, Boldini, Mancini, Michetti, Mirò, Klinger, Lipinsky, Velly e tanti altri. Infine una rara stampa con la dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti d’America incisa da William Woodruff nel 1819.

A conclusione dell’asta saranno presentate una trentina di carte geografiche ed un nucleo di fotografie ottocentesche toscane di gusto macchiaiolo.