Assolo #1 – Shafei Xia

Roma - 17/06/2021 : 17/09/2021

Francesca Antonini Arte Contemporanea è lieta di introdurre il primo appuntamento del ciclo Assolo, che vede protagonista la pittrice cinese Shafei Xia (ShaoXing, 1989).

Informazioni

  • Luogo: FRANCESCA ANTONINI ARTE CONTEMPORANEA
  • Indirizzo: Via Capo Le Case 4 00187 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 17/06/2021 - al 17/09/2021
  • Vernissage: 17/06/2021 ore 12
  • Autori: Shafei Xia
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Martedì - Venerdì 12.00 - 19.00 Sabato 10.30 - 13.3

Comunicato stampa

Francesca Antonini Arte Contemporanea è lieta di introdurre il primo appuntamento del ciclo Assolo, che vede protagonista la pittrice cinese Shafei Xia (ShaoXing, 1989). A partire da questa occasione, la galleria presenterà ogni sei mesi un progetto dedicato a un artista ospite al quale verrà assegnata la sala centrale, dove intervenire liberamente con un’accurata selezione di lavori inediti.
Per Assolo #1 Shafei Xia ha ideato un nucleo di sei acquarelli su carta di sandalo intelata, nei quali va in scena un universo che pullula di personaggi e vicende animate da eros, bramosia ed edonismo

Una serie di dispositivi narrativi che ricordano le fiabe classiche e le metamorfosi uomo-animale — in cui sono personificati personaggi archetipici, relazioni e riti di passaggio — come anche i fabliaux medievali. Queste favole salaci, per non dire gioiosamente oscene, danno vita a una sorta di epopea animale, che fonde spunti tratti dalla tradizione pittorica orientale, leggende popolari, ironia e soprattutto una tangibile gioia di vivere. La dimensione di ogni dipinto è vicina a quella del sogno, in cui i confini tra bene e male, desiderio e pericolo, amore e violenza sono estremamente porosi e permeabili, come la natura ambigua di ogni pulsione umana.
Shafei Xia racconta così storie affollate e briose, che vedono protagonisti amanti fieri delle proprie nudità e dei propri slanci amorosi, musicisti in concerto, bestie feroci che insidiano giovani fanciulle, equilibristi che volteggiano con slancio. Tra gli elementi ricorrenti il fascino per il circo, con la sua trama inestricabile di luccichii e tristezze, e le atmosfere felliniane, che allo stesso immaginario hanno abbondantemente attinto. Cibi e bevande si inseriscono come piccoli quadri di natura morta, giocando sulla stratificazione dei piaceri della carne e legando insieme appetiti erotici e gourmandise.
Il pennello di Shafei Xia scorre sulla carta di sandalo con precisione e fluidità orientale, compendiando con leggerezza i corpi e gli oggetti. Le turbolenze degli istinti e delle passioni sono così temperate da un’abbondante dose di umorismo e da un amore per i toni zuccherosi degli acquarelli e delle porporine.
Shafei Xia è nata a ShaoXing in Cina nel 1989. Dopo il conseguimento della laurea triennale in scenografia alla ChongQing University nel 2013 si sposta a Shangai. Successivamente si trasferisce a Bologna, dove, nel 2020, si laurea all’Accademia di Belle Arti. Nel 2019 ha vinto il Premio al talento Fondazione Zucchelli per l’Arte. Tra le personali più recenti si segnalano Principessa Shafei, Antonini Milano, Palazzo Borromeo, Milano (2020), Abitiamo il mondo, Lunetta11, Mombarcaro (2020), Welcome to my show, P420 - Project Room, Bologna (2020), Decadent gaming, Linseed, Shanghai, CH (2020).

Filosofia nel boudoir. Shafei Xia in mostra a Roma

La galleria Francesca Antonini apre ad artisti non “suoi”. Una rassegna di ospitate che parte con una personale godibile ma complessa. Fatta di lavori convincenti anche in virtù della scelta di un supporto particolarissimo.