Asolo Contemporary

Asolo - 25/05/2013 : 26/05/2013

Un evento che vuole omaggiare la città di Asolo attraverso l’interazione tra l’arte contemporanea e lo splendido patrimonio storico che l’esclusivo borgo regala.

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 25 e domenica 26 maggio Vernice Contemporanea presenta Asolo Contemporary - International Art Show, in collaborazione con la Regione Veneto, il Comune di Asolo e l’Associazione Operatori Commercianti “Asolo Mi Piace”. Un evento che vuole omaggiare la città di Asolo attraverso l’interazione tra l’arte contemporanea e lo splendido patrimonio storico che l’esclusivo borgo regala

La cittadina sarà pervasa di opere che dialogheranno con il luogo, con l’architettura e con la sua storia attraverso vari linguaggi artistici, con l’intenzione di promuovere questa sfera del sapere umano, a volte relegata ad elitarismo, e di far risaltare o riscoprire proprio attraverso le sue manifestazioni, aspetti sconosciuti e interessanti, di cui a volte le realtà locali tendono a dimenticarsi.

Così l’arte visiva, declinata nei linguaggi della pittura, scultura, fotografia, video, installazione e performance, risveglierà alcune visioni di Asolo forse sopite, trascurate o addirittura ignorate, portandole alla luce attraverso forme comunicative del tutto nuove e affascinanti.

La collettiva prevede infatti l’esibizione di talenti già affermati nella scena artistica nazionale ed internazionale, tra i quali Massimo Casagrande, Adolfina De Stefani, Matthew Broussard, Salvo Scafiti, il regista Daniele Sartori e la compagnia teatrale Anagoor, che con i loro lavori porteranno certamente a nuove e importanti riflessioni. Al loro fianco si esibiranno alcune nuove voci tra i giovani emergenti della scena artistica italiana e internazionale.

Due giorni tra i vicoli e le mura dell’antico borgo, che racconta la sua storia con una delicatezza a volte sommessa ma coinvolgente. Il passato si incontra e si scontra col presente, in un percorso denso di suggestioni che rivelerà una Asolo inedita, in un’esperienza straniante ma commovente, poetica ed emozionante, con l’intento di lasciare nei visitatori un ricordo indimenticabile.

Asolo Contemporary verrà inaugurata sabato 25 maggio alle 16.30 presso la Sala della Ragione, alla presenza delle Autorità e del critico d’arte e poeta spagnolo Miguel Ángel Cuevas, per poi proseguire con la visita delle opere esposte. Da non perdere alle 21.30, “Con la virtù come guida e la fortuna per compagna”, performance teatrale della Compagnia Anagoor (Ingresso libero).


Hanno aderito al progetto: Mariachiara Armenia (Performance), Massimo Casagrande (Pittura|Installazione), Manuel Casellas (Installazione), Fabio Baggio Bajo (Pittura), Matthew Broussard (Pittura|Installazione), Federico Meneghello (Pittura), Yomo della Roya (Scultura), Adolfina De Stefani e Antonello Mantovani (Pittura), LoV (Performance Audio Visiva), The Cool Couple (Video Installazione|Fotografia), Valentina Furian (Installazione Audio), Marco Bottin (Installazione), Vania Broccoli (Fotografia), Luis Cuevas (Pittura), Salvatore Scafiti (Pittura), Pierre Kinnet (Pittura), Martina Menegon e Stefano D’Alessio (Performance Interattiva), Daniele Sartori (Video Art), Alessandra Pascali (Voce), Loris Camerini (Musica), Maurizio Schicheri (Light Design).




PROGRAMMA
SABATO 25 MAGGIO

Ore 16.30 Sala della Ragione
Presentazione ufficiale di Asolo Contemporary a cura dell’Associazione Culturale Vernice Contemporanea e del critico d’arte e poeta spagnolo Miguel Ángel Cuevas

Ore 17.30 Centro Storico
Visita alle opere esposte nel centro storico e incontro con gli artisti

Ore 18.30 Piazzetta superiore Cattedrale Santa Maria Assunta
Aperitivo con gli artisti con la musica del DJ e Producer Loris Camerini

Ore 19.30 Torre della prigione
What About Alice? Video Art del regista Daniele Sartori
L’opera è una reinterpretazione del testo di Carroll, un’irriverente versione queer-dark di una Alice invecchiata e ormai molto lontana dal Paese delle Meraviglie. Il video inizialmente coinvolge lo spettatore con un breve clip del celebre racconto. Successivamente si dispiega in tutta la forza del messaggio simbolico che il regista intende trasmettere (ad esempio “A.RT IS DEAD”), attraverso quattro capitoli visivi inquietanti e dissacranti dell’icona dell’infanzia serena per eccellenza.



Ore 21.30 Sala della Ragione
Con la virtù come guida e la fortuna per compagna, Performance Teatrale della Compagnia Anagoor
Anagoor propone la performance per luoghi dal forte connotato storico artistico e di memoria. Già scrigni di una materia preziosa, questi ambienti sono immaginati come arche capaci di racchiudere e salvare la bellezza e il dialogo tra i tempi, crogiolo di resistenza, preziosa eredità del contemporaneo. In questo lavoro un coro di performer crea quadri di un tempo senza tempo, reminescenza di una Venezia antica. Il movimento è scandito da pulsazioni ritmiche, o sospeso in suoni amniotici e liquidi, soundscapes submarini in cui ogni ambiente è immerso. Lo spazio di volta in volta diverso è trasformato in una grande nave, un’arca capace di raccogliere la memoria e traghettarla grazie al potere profondo dell’immagine. L’essenza della performance non è il movimento in sé, infatti, ma il tempo, carico insieme di ricordo e di energia dinamica.
Ore 22.30 Portico Cattedrale Santa Maria Assunta
Out of Countenance, Performance interattiva audio visiva di Martina Menegon e Stefano D’Alessio
Out of Countenance è una performance audio-visiva, dove il suono e i volti di due interpreti vengono modificati interattivamente in tempo reale. È un dialogo tra due esseri deformati e trasformati dalla loro digitalizzazione. Le espressioni vengono amplificate e ridisegnate in uno spazio tridimensionale, che le porta al grottesco e all’irricono-scibile. La normale fisionomia viene persa, i visi si sovrappongono, fondendosi in un corpo astratto che si trasforma sempre più in entità digitale.


DOMENICA 26 MAGGIO

Ore 10.30 Centro Storico
Apertura spazi espositivi

Ore11.30 Piano superiore Torre della prigione
Reading musicale di Pietra - e cruda il nuovo poema del poeta spagnolo Miguel Ángel Cuevas

Ore 12.30 Piazzetta superiore Cattedrale Santa Maria Assunta
Aperitivo con gli artisti accompagnato dalla voce di Alessandra Pascali

Ore 15.30 Fontana Maggiore
Caterina cercatrice di porte, Live performance di Mariachiara Armenia.
Caterina d’Alessandria, dopo aver subìto il supplizio della ruota e la decapitazione, torna in vita, ad Asolo, dove c’è una chiesetta a lei dedicata, inscenando un rituale che rappresenta la catarsi delle sue sofferenze e la sua inesauribile ricerca di estasi mistica. Reduce dalle torture e da tanta iconografia che la vuole schiava di un ingranaggio, stavolta è decisa a varcare le porte di un celeste altrove e per farlo si affiderà al rito antico della danza roteante dei dervisci. Riuscirà Caterina a percorrere la via dell'elevazione spirituale? O invece rimarrà bloccata in una turbinante penitenza dello spirito, simile a quella che fu dei Battuti, l'ordine di frati che edificò la chiesa in suo nome nella città di Asolo?

Ore 16.30 Piazzetta San Pio X
Charlie avrebbe fatto surf, Live performance di Davide Sgambaro (Tratta da Charlie don’t surf di Maurizio Cattelan)
Dopo il pezzo dei Baustelle Charlie fa Surf, sempre ispirato all'opera di Cattelan, che a sua volta era stata tratta da un brano dei Clash Charlie don't Surf e da un dialogo del film Apocalypse Now, Davide Sgambaro continua questo “circolo vizioso” con una sua performance. L’artista riprende il tema affrontato da Cattelan - la libertà violata da una società capitalistica e rigida nei confronti dei minori - facendo rivivere esperienze e traumi infantili veramente vissuti vent’ anni prima. L'azione consisterà in una scrittura folle e di getto con la mano destra mentre la sinistra sarà legata a una sedia. Ogni volta che un foglio sarà completato l’artista lo getterà all'indietro e il pubblico potrà custodirlo come prodotto finale della performance.


Ore 17.30 Via Cornaro saletta espositiva 01
Omaggio a Caterina Cornaro, Installazione audio di Valentina Furian
L’artista vuole far rivivere, a distanza di 500 anni, due luoghi significativi per Caterina Cornaro, regina di Asolo: la chiesa di San Salvador a Venezia, dove sono conservate le sue spoglie, e il Borgo asolano, dove ha vissuto uno dei momenti più gloriosi del suo reame. Il silenzio sacro di quella che è la sua dimora per l’eternità, risuonerà per la prima volta tra le mura che hanno custodito i suoi segreti. La registrazione riprodotta nel civico 119 è stata realizzata nella chiesa veneziana.

Ore 18.30 Via Cornaro saletta espositiva 02
Verifiche per la costruzione di una coscienza collettiva, Installazione audio visiva di The Cool Couple
L'installazione, consistente in un dittico che instaura un dialogo attivo tra immagine statica e dinamica, è concepita come un generatore di coscienza critica. Ciascun oggetto rappresenta una variante, nel tentativo di fissare un evento pianificato e coinvolgere una comunità frammentata da interessi locali. Il fine è quello di conseguire un obiettivo comune attraverso un'azione di protesta collettiva.

Ore 19.30 Segreta del Castello
Reflections, Installazione performativa di LoV
Caterina impazzita per amore e per dolore, “murata viva” tra le sue stanze in una follia silenziosa, il cui fantasma ora emerge tra le crepe delle mura di Asolo, dalle acque che la fanno scorrere come un’Ofelia senza tregua di disperazione in un eterno limbo tra qui, Venezia e Famagosta. Il racconto avviene attraverso la canzone di una cantautrice inglese contemporanea, che racconta la follia di una fantomatica Catherine, signora della città, Santa Patrona del nulla. Si va mappando così un gioco di rimandi, di riflessi attraverso il tempo e le geografie della storia, delle donne.

Ore 20.30 Piazzetta superiore Cattedrale Santa Maria Assunta
Aperitivo con gli artisti e chiusura della rassegna

SCHEDA TECNICA

Titolo:ASOLO CONTEMPORARY| INTERNATIONAL ART SHOW
Dove: Asolo Centro Storico
Date: 25/26 Maggio 2013
Orari: Sabato 25 Maggio 2013 16.30|23.00 - Domenica 26 Maggio 2013 10.00|21.30
Ingresso: Libero

Artisti invitati: Mariachiara Armenia, Massimo Casagrande, Manuel Casellas, Fabio Baggio Bajo, Matthew Broussard, Federico Meneghello, Yomo della Roya, Adolfina De Stefani, Antonello Mantovani, LoV, The Cool Couple, Valentina Furian, Marco Bottin, Vania Broccoli, Luis Cuevas, Salvatore Scafiti, Pierre Kinnet, Martina Menegon e Stefano D’Alessio, Daniele Sartori, Alessandra Pascali, Loris Camerini, Maurizio Schiccheri, Anagoor.

Presentazione a cura di: Prof. Miguel Ángel Cuevas
Poeta, traduttore e critico d’arte, insegna Letteratura Italiana all’Università di Siviglia. Ha curato traduzioni spagnole di Pirandello, Lampedusa, Pasolini, Consolo, Scandurra, Maria Attanasio; e, per i tipi del Girasole Edizioni, versioni italiane de Il fulgore e Tre lezioni di tenebre di José Ángel Valente. Ha pubblicato le raccolte poetiche Celebración, Manto, Silbo, Incendio y término; in Italia, in autotraduzione, l’antologia 47 Frammenti (Altavoz, Caltagirone, 2005). Dal 2010 cura per l’Italia il progetto espositivo itinerante (In) Càvo, omaggio al grande scultore e poeta basco Jorge Oteiza. Nel 2011 pubblica per il Girasole Edizioni (Valverde), Scrivere l’incàvo/Escribir el hueco, omaggio a Jorge Oteiza.