Artisti in residenza #4 – Hilla Ben Ari

Roma - 19/11/2013 : 19/11/2013

L’artista, in conversazione con la curatrice Giorgia Calò, parlerà della sua metodologia, della sua ricerca e del progetto sviluppato nell’ambito della permanenza al Museo, nelle sue diverse fasi ed evoluzioni.

Informazioni

Comunicato stampa

Martedì 19 novembre 2013, alle ore 18.30, nell’ambito del programma Artisti in residenza, il MACRO presenta il talk di Hilla Ben Ari, artista in residenza al Museo da agosto.
L’artista, in conversazione con la curatrice Giorgia Calò, parlerà della sua metodologia, della sua ricerca e del progetto sviluppato nell’ambito della permanenza al Museo, nelle sue diverse fasi ed evoluzioni.
Centrale nel lavoro di Ben Ari è il corpo femminile, esplorato nei suoi limiti e confini, e la messa in discussione degli stereotipi sociali e culturali legati alla figura della donna


Per il progetto di residenza ha realizzato due video (Lucretia - The Circle e Lucretia - The Line), in cui il soggetto femminile – ispirato alla mitica figura di Lucrezia – resta sospeso nello spazio in un dualismo tra forza e fragilità. L’artista, inoltre, presenta un’installazione dalle dimensioni ambientali – che richiama le strutture portanti delle architetture industriali – impiegando una tecnica di lavorazione della carta che le conferisce l’aspetto del metallo.
Il talk sarà inoltre un’occasione per approfondire l’esperienza del workshop, tenuto dall’artista, Body and Space, che ha visto il coinvolgimento di un gruppo di donne interessate a indagare le relazioni tra il corpo femminile e lo spazio attraverso il processo artistico.
Si ringrazia per il supporto l’Ufficio Culturale dell’ Ambasciata di Israele a Roma e Orith Youdovich.
HILLA BEN ARI | biografia
Dopo gli studi in Arti Visive, Hilla Ben Ari consegue nel 2006 la laurea di secondo livello in Poetica e Letteratura Comparata presso l’Università di Tel Aviv. Tra le mostre personali si segnalano Lacuna alla Gallery 39 for Contemporary Art di Tel-Aviv (2012) e Diana presso il Herzliya Museum of Contemporary Art (2004). Ha partecipato a numerose mostre collettive tra cui, nel 2013, Domestic Utopias presso il NGBK di Berlino e EPOS, The International Art Film Festival al Museum of Art di Tel Aviv; nel 2012, OC Collects, presso l’Orange County Museum of Art in California, Daily Report al National Museum of Contemporary Art di Bucharest e Horizontal presso Gesellschaft für Kunst und Gestaltung di Bonn. Ha inoltre partecipato nel 2009 all’Asian Art Biennial del National Taiwan Museum of Fine Arts.
GIORGIA CALÒ | biografia
Giorgia Calò è dottore di ricerca, storica, critica d’arte e curatrice. Dal 2005 al 2012 è stata Assistant Curator del MLAC – Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma, maturando numerose esperienze professionali nell’ambito della comunicazione, curatela ed editoria. È autrice di pubblicazioni e di numerosi testi critici per riviste di settore. Dal 2009 si dedica all’arte contemporanea israeliana pubblicando articoli, saggi critici e curando mostre, tra cui la personale di Einat Amir Please (MLAC, 10-28 febbraio 2011); la mostra collettiva Time and a Half Hamidrashà School of Art. Beit Berl College, Israel (MLAC, aprile 2012, co-curata con Doron Rabina e Ben Hagari); il progetto espositivo About Paper. Israeli Contemporary Art (Galleria Marie-Laure Fleisch di Roma, 2011-2012) cui ha fatto seguito la pubblicazione omonima a cura di Postmedia Book.
Roma, novembre 2013