Arte Moderna e Contemporanea. Arti Decorative del XX Secolo

Roma - 10/03/2015 : 11/03/2015

Il nuovo dipartimento che cura l’Arte Moderna e Contemporanea inaugura una interessante vendita all’asta, con un catalogo che accoglie opere di artisti storici e storicizzati del panorama artistico italiano ed internazionale.

Informazioni

  • Luogo: CASA D'ASTE - BABUINO
  • Indirizzo: Via Dei Greci 2 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 10/03/2015 - al 11/03/2015
  • Vernissage: 10/03/2015 ore 15
  • Generi: asta
  • Orari: Martedì 10 marzo, ore 15 – Dipinti, disegni, acquerelli, sculture e grafica Mercoledì 11 marzo, ore 15.00 – Dipinti e Arti decorative del XX secolo Esposizione da venerdì 6 a lunedì 9 marzo 2015

Comunicato stampa

Il nuovo dipartimento che cura l’Arte Moderna e Contemporanea inaugura una interessante vendita all’asta, con un catalogo che accoglie opere di artisti storici e storicizzati del panorama artistico italiano ed internazionale. Considerevole il nutrito gruppo di disegni e acquerelli di Giorgio De Chirico, provenienti da una notabile collezione romana, e le ceramiche dipinte di Pablo Picasso, proveniente dalla collezione Patroni Griffi



Da segnalare sono le ceramiche di PABLO PICASSO (Malaga 1881 - Mougins 1973) di cui una la Vase deux anses hautes concepita nel 1953 in edizione di 400 esemplari non numerati (Vaso biansato in ceramica smaltata e incisa, h. cm. 37)(lotto 42, € 10.000-15.000). Di grande curiosità per gli investitori sono gli oltre venti opere di GIORGIO DE CHIRICO (Volos 1888 - Roma 1978) con l’interessante Autoritratto degli anni '40 (Matita su carta applicata su cartone, cm. 17,5 x 11)(lotto 1, € 4.000-6.000).
Inoltre, di FILIPPO DE PISIS (Ferrara 1896 - Milano 1956) un Nudo in piedi del 1932 (Tecnica mista su carta intelata, cm. 42 x 25,5)(lotto 112, € 4.000-6.000), di OTTONE ROSAI (Firenze 1895 - Ivrea 1957) un Case gialle e rosa del 1956 (Olio su tela, cm. 70 x 50)(lotto 69, € 10.000-15.000) e di CAMILLO INNOCENTI (Roma 1871 - 1961) un bel Nudo disteso (Olio su tavola, cm. 52 x 89)(lotto 26, € 10.000-15.000). Ancora, di MARIO SIRONI (Sassari 1885 - Milano 1961) una Composizione con cavallo del 1950 (Olio su tela, cm. 70 x 80)(lotto 50, € 15.000-20.000) e di FAUSTO PIRANDELLO (Roma 1899 - 1975) un Autoritratto con modella del 1958 (Olio su cartone, cm. 72 x 96)(lotto 110, € 15.000-20.000).

Di PAOLO SCHEGGI (Firenze 1940 - Roma 1971) una Estate in luce di perla del 1958 (Olio su tela, cm. 64 x 100)(lotto 121, € 15.000-20.000) e di SEBASTIAN ECHAURREN MATTA (Santiago del Chile 1911 - Civitavecchia 2002) l’opera L'Astreur del 1959 (Tecnica mista su tela, cm. 61,5 x 74,5)(lotto 95, € 18.000-22.000).
Inoltre, di TANCREDI PARMEGGIANI (Feltre 1927 - Roma 1964) è la Composizione del 1960 (Pastelli e grafite su carta, cm. 70 x 100)(lotto 58, € 20.000-25.000), mentre di MARIO SCHIFANO (Homs 1934 - Roma 1998) uno Studio per grande angolo del 1962 (Pastelli ad olio e smalti su carta, cm. 70 x 98)(lotto 86, € 7.000-9.000). Dello stesso anno l’opera di AFRO BASALDELLA (Udine 1912 - Zurigo 1976) un Senza titolo del 1962 (Tecnica mista su carta, cm. 7 x 7,4)(lotto 287, € 4.000-6.000) e di PIETRO CONSAGRA (Mazara del Vallo 1920 - Milano 2005) un Fondo bianco del 1963 (Tempera, vernice metallizzata e bitume su faesite, cm 62 x 61,8)(lotto 155, € 1.000-1.500). Inoltre, di ACHILLE PERILLI (Roma 1927) l’opera I Metateppisti del 1965 (Olio su tela cm. 114 x 146)(lotto 127, € 12.000-18.000).

Di GIULIO TURCATO (Mantova 1912 - Roma 1995) un Arcipelago del 1970 (Olio su tela, cm. 150 x 140)(lotto 134, € 18.000-22.000), di MIMMO ROTELLA (Catanzaro 1918 - Milano 2006) l’opera Il diavolo che danza del 1988 (Tempera su decollage applicata su lastra metallica, cm. 50 x 39)(lotto 91, € 4.000-6.000) e di GIUSEPPE UNCINI (Fabriano 1929 - Trevi 2008) uno Spazi di ferro del 1996 (Scultura in ferro e cartoni, cm. 60 x 47)(lotto 149, € 2000-2500), e un fantastico FERNANDEZ ARMAN (Nizza 1928 - New York 2005) con un Senza titolo del 2000 (Accumulazioni di pennelli su tavola e lastra di plexiglas e pittura acrilica, cm. 116 x 81)(lotto 178, € 10.000-15.000).

Tra le sculture, segnaliamo quella di MARINO MAZZACURATI (S. Venanzio di Galliera 1907 - Parma 1969) raffigurante una Testa di uomo del 1951 (Bronzo patinato, cm 54 x 31 x 40)(lotto 105, € 7.000-9.000), mentre nel design le lampade di GABRIELLA CRESPI (Milano 1922) del 1970 ca. (in alluminio cromato e perspex bianco-latte, cm. 75 x 60)(lotto 312, € 3.000-4.000).


Nomi di alcuni degli artisti di cui sono presenti opere alla vendita:
Vittorio Amadio, Alfredo Ambrosi, Franco Angeli, Fernandez Arman, Ugo Attardi, Giacomo Balla, Ercole Barovier, Luigi Bartolini, Afro Basaldella, Mirko Basaldella, Eugene Berman, Joseph Beuys, Pierre Bonnard, Franz Borghese, Martin Bradley, Alberto Burri, Corrado Cagli, Duilio Cambellotti, Massimo Campigli, Bruno Caruso, Nicola Carrino, Michele Cascella, Bruno Cassinari, Mario Ceroli, Sandro Chia, Fabrizio Clerici, Pietro Consagra, Augusto Corelli, Antonio Corpora, Gabriella Crespi, Tullio D'albisola, Giorgio De Chirico, Fortunato Depero, Filippo De Pisis, Piero Dorazio, Gerardo Dottori, Gianni Dova, Marcello Dudovich, Raoul Dufy, Ferruccio Ferrazzi, Tano Festa, Salvatore Fiume, Lucio Fontana, Riccardo Francalancia, Emile Gallè, Piero Guccione, Renato Guttuso, Camillo Innocenti, Alessio Issupoff, Renè Lalique, Fernand Leger, Carlo Levi, Moses Levy, Mino Maccari, Giacomo Manzù, Marino Marini, Andrè Masson, Umberto Mastroianni, Sebastian Echaurren Matta, Marino Mazzacurati, Giuseppe Migneco, Joan Mirò, Luigi Montanarini, Mario Nigro, Nunzio, Giovanni Omiccioli, Ubaldo Oppi, Pippo Oriani, Mimmo Paladino, Tancredi Parmeggiani, Achille Perilli, Pablo Picasso, Fausto Pirandello, Arnaldo Pomodoro, Norberto Proietti, Carlo Quaglia, Antonietta Raphael Mafai, Ottone Rosai, Mimmo Rotella, Mario Rutelli, Aligi Sassu, Carlo Scarpa, Salvatore Scarpitta, Paolo Scheggi, Mario Schifano, Toti Scialoja, Archimede Seguso, Zhang Shiqiang, Mario Sironi, Ettore Sottsas, Francesco Trombadori, Giulio Turcato, Giuseppe Uncini, Andy Warhol, Ettore Ximenes, Li Yuan-Chie, Dimitri Zilinskij, Anatolij Zverev.