Arte e Resistenza

Costigliole Saluzzo - 12/04/2014 : 28/12/2014

Il nucleo centrale della collezione del partigiano, sindacalista, giornalista e critico d’arte cuneese scomparso in Guatemala nel 2011, approda in maniera stabile a Palazzo Sarriod de La Tour, dove resteranno a disposizione del pubblico a titolo gratuito e con una formula innovativa oltre 150 delle oltre 500 opere d’arte (dipinti, sculture, disegni, incisioni e ceramiche) raccolte da Miche Berra nel corso della su esistenza.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO MICHE BERRA PER L'ARTE DEL '900
  • Indirizzo: Via Vittorio Veneto, 103 12024 - Costigliole Saluzzo - Piemonte
  • Quando: dal 12/04/2014 - al 28/12/2014
  • Vernissage: 12/04/2014 ore 16,30
  • Curatori: Ivana Mulatero
  • Generi: documentaria, inaugurazione
  • Orari: il sabato dalle ore 14,30 alle 19, la domenica e i festivi dalle 10 alle 19 (aperture su prenotazioni per scuole e gruppi). Per l’occasione saranno anche presentate al pubblico le sale espositive di Palazzo Sarriod de La Tour, i cui restauri si sono appena conclusi.
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: info@marcovaldo.it

Comunicato stampa

Sabato 12 aprile alle ore 16,30 a Costigliole Saluzzo, presso Palazzo Sarriod de La Tour, il nuovo “Centro Miche Berra per l’arte del ‘900” sarà inaugurato con l’apertura della mostra a cura di Ivana Mulatero “Arte e Resistenza”, disegni di guerra e di prigionia di Luigi Carluccio e di Renzo Biasion, in dialogo con una selezione di dipinti dal fondo del Consiglio Regionale del Piemonte. L’esposizione sarà visitabile fino al 12 ottobre il sabato dalle ore 14,30 alle 19, la domenica e i festivi dalle 10 alle 19 (aperture su prenotazioni per scuole e gruppi)

Per l’occasione saranno anche presentate al pubblico le sale espositive di Palazzo Sarriod de La Tour, i cui restauri si sono appena conclusi. L’ingresso è libero. Per informazioni telefonare allo 0171/618260 o scrivere a [email protected]
Dopo il successo della mostra “Miche Berra. Una storia di arte e di vita”, allestita al Filatoio di Caraglio tra il 2012 ed il 2013, grazie alla volontà delle figlie Erica e Mariella, il nucleo centrale della collezione del partigiano, sindacalista, giornalista e critico d’arte cuneese scomparso in Guatemala nel 2011, approda in maniera stabile a Palazzo Sarriod de La Tour, dove resteranno a disposizione del pubblico a titolo gratuito e con una formula innovativa oltre 150 delle oltre 500 opere d’arte (dipinti, sculture, disegni, incisioni e ceramiche) raccolte da Miche Berra nel corso della su esistenza, oltre ai numerosi volumi, testi, saggi documentali e bibliografici e al corposo materiale d’archivio relativo ad un cinquantennio di attività giornalistica.
“La scelta di Costigliole Saluzzo come sede della collezione è confacente per la coerenza con i luoghi da cui origina la storia di arte e di vita di Berra – spiega Fabrizio Pellegrino, presidente dell’associazione culturale Marcovaldo, ente gestore di palazzo Sarriod de La Tour -. Inoltre il nuovo Centro a lui dedicato si pone in relazione dinamica con gli altri spazi per l’arte presenti sul territorio e con la cultura italiana in senso ampio”.
“Anche i modi di operare che presiedono la programmazione culturale del ‘Centro Miche Berra per l’arte del ‘900’ sono innovativi - precisa Ivana Mulatero, curatrice di rete museale -. Il nostro intento è di ‘estrarre’ dal fondo Berra i temi e gli argomenti che di volta in volta siano in grado di valorizzare le singole opere e instaurare un rapporto virtuoso con il territorio, rispecchiando in tal modo la vita del collezionista stesso, dalla personalità esuberante, strabocchevole di interessi e fortemente pragmatica”.
“L’apertura del ‘Centro Miche Berra per l’arte del ‘900’ a Costigliole Saluzzo - conclude Pellegrino -, si inserisce nella nuova strategia operativa dell’associazione culturale Marcovaldo, che prevede una ridistribuzione della sua presenza e del suo impegno sul territorio cuneese, con rinnovata attenzione a beni e a progetti che non siano solo caragliesi. L’associazione presenterà tra qualche settimana, infatti, il nuovo progetto ‘Discovery - Musei e fatti d’arte in provincia di Cuneo’, cui si sta lavorando da molti mesi e che costituirà un’interessante novità per il panorama culturale piemontese”.
L’evento è promosso dall’associazione culturale Marcovaldo, in collaborazione con il Comune di Costigliole Saluzzo, il sostegno della Regione Piemonte e della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, il contributo della Fondazione CRT, il patrocinio del Consiglio regionale del Piemonte e del Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione repubblicana e la partecipazione del Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà.