Arte alle Corti 2016

Torino - 30/06/2016 : 10/11/2016

Installazioni di arte contemporanea ed eventi collaterali nelle corti dei grandi palazzi storici di Torino - seconda edizione.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO ASINARI DI SAN MARZANO
  • Indirizzo: via Maria Vittoria 4 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 30/06/2016 - al 10/11/2016
  • Vernissage: 30/06/2016 ore 18,30
  • Curatori: Olga Gambari, Francesco Poli
  • Generi: arte contemporanea, serata – evento
  • Orari: Apertura: tutti i giorni - 10.00-13.00 / 14.30-19.00

Comunicato stampa

RTE ALLE CORTI - Torino 30 giugno / 10 novembre 2016

Installazioni di arte contemporanea ed eventi collaterali nelle corti dei grandi palazzi storici di Torino - seconda edizione


Ideazione e progetto: Silvio Ferrero

Comitato organizzatore: Silvio Ferrero (presidente), Daniela Fabbris, Franco Fusari, Giancarlo Gonnet, Enrico Mambretti

Curatori artistici: Olga Gambari, Francesco Poli




IL PROGETTO ESPOSITIVO

La manifestazione, nata a Torino in occasione dell’Expo 2015 è riuscita – partendo dal presupposto di un’idea forte e dirompente di unire corti auliche della Torino storica e barocca con l’arte contemporanea – a catalizzare in pochi mesi un numero importante di turisti ma, soprattutto, si è conquistata un ruolo importante nel panorama culturale della città. La forza di Arte alle Corti è stata inoltre quella di coinvolgere non solo tutte le principali istituzioni del sistema dell’arte torinese (GAM di Torino, Castello di Rivoli, Fondazione Merz, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Artissima) ma anche tutti i maggiori Enti Istituzionali con a capo il Comune di Torino.

Oltre all’adesione indiscussa di tutti gli Enti proprietari dei singoli palazzi, il successo di Arte alle Corti 2015 ha innescato un processo di coinvolgimento virtuoso che ha prodotto l’interesse di numerose istituzioni che quest’anno hanno voluto partecipare alla nuova edizione 2016.


Anche quest’anno quindi il Comitato – sotto la cura scientifica di Francesco Poli e Olga Gambari - ha coordinato un nuovo progetto espositivo, con il coinvolgimento di alcune nuove corti auliche e nuovi artisti contemporanei, che elenchiamo qui di seguito:




Palazzo Civico Piazza Palazzo di Città, 1
Palazzo Reale Piazzetta Reale, 1
Palazzo Carignano Via Accademia delle Scienze, 5
Palazzo dell’Università degli Studi, già Regia Università Via Po,17
Palazzo Cisterna Via Maria Vittoria, 12
Palazzo Birago di Borgaro Via Carlo Alberto, 16
Palazzo Asinari di San Marzano (ora Palazzo Carpano) Via Maria Vittoria, 4
Palazzo Lascaris Via Alfieri, 15
Palazzo Saluzzo Paesana Via della Consolata, 1bis


La maggior parte di queste corti fanno parte di palazzi storici connessi alla storia sabauda e italiana; alcuni di essi sono anche sedi museali e descrivono un itinerario che si snoda attorno ai principali musei e monumenti storici della città, creando un percorso nuovo e alternativo rispetto al percorso frequentato dai molti turisti che, ormai da tutto il mondo, si concentrano nella nostra città.

Il connubio architettura storica e arte contemporanea è quindi risultato un messaggio vincente: ha permesso di scoprire nuovi palazzi storici, di leggere le loro architetture attraverso un dialogo innovativo creato dalle installazioni di arte contemporanea, di creare nuovi percorsi turistici per una Torino in continua evoluzione.

La seconda edizione, suffragata dall’inaspettato successo di visite del pubblico della scorsa edizione e dal consenso della critica di settore, presenterà alcuni tra gli artisti internazionali di spicco nel panorama dell’arte contemporanea, unitamente a giovani artisti comunque già affermati e conosciuti a livello nazionale ed internazionale. Quest’anno la manifestazione potrà anche contare sul supporto logistico delle più importanti Gallerie d’arte presenti sul nostro territorio.

E’ quindi superfluo sottolineare che la riconferma di Arte alle Corti – oltre a stimolare la scoperta di nuovi spazi aulici e sollecitare il dialogo tra l’architettura storica e l’arte contemporanea – si sta imponendo come uno straordinario evento culturale innovativo che non può che rafforzare la qualità dell’offerta culturale di Torino.