Archivi Fotografici e l’Arte Contemporanea in Italia

Roma - 13/04/2016 : 14/04/2016

Continua, presso l’American Academy in Rome la riflessione sulla fotografia contemporanea e sul suo statuto, con un convegno che si svolgerà all’Istituto Centrale per la Grafica di Roma.

Informazioni

  • Luogo: ISTITUTO CENTRALE PER LA GRAFICA
  • Indirizzo: Via Della Stamperia 6 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 13/04/2016 - al 14/04/2016
  • Vernissage: 13/04/2016 ore 9
  • Generi: incontro – conferenza
  • Orari: dalle 9 alle 18.
  • Sito web: http://www.aarome.org
  • Patrocini: Promosso da American Academy in Rome in collaborazione con Università degli Studi Roma Tre, Istituto Centrale per la Grafica

Comunicato stampa

Il 13 e il 14 aprile 2016 presso l’Istituto Centrale per la Grafica e in collaborazione con il Dipartimento degli Studi Umanistici di Roma Tre

FOTOGRAFIA E ARCHIVI: se ne parla in un convegno promosso dall’American Academy in Rome

L’appuntamento è stato preceduto da un seminario a dicembre 2015 e da una call for paper

Continua, presso l’American Academy in Rome la riflessione sulla fotografia contemporanea e sul suo statuto, con un convegno che si svolgerà il 13 e il 14 aprile 2016 dalle 9 alle 18 all’ Istituto Centrale per la Grafica di Roma

Le due giornate seguono un percorso già iniziato a dicembre 2015, con un seminario in collaborazione con il Dipartimento degli Studi Umanistici di Roma Tre, volto ad esaminare le ricerche sul tema dell’archiviazione fotografica e sulla capacità di quest’ultimo di influenzare il pensiero contemporaneo. All’appuntamento dello scorso anno è seguita inoltre una call for paper che ha permesso all’Accademia di selezionare alcuni dei saggi più interessanti in questo senso, che saranno presentati ad aprile in occasione di un ulteriore dibattito con un comitato scientifico composto da Barbara Cinelli (Università Roma Tre), Antonello Frongia (Università Roma Tre), Maria Antonella Fusco (Istituto Centrale per la Grafica, Roma), Laura Iamurri (Università Roma Tre) e Lindsay Harris per l’American Academy in Rome.
La fotografia è diventata nel secondo dopoguerra parte integrante delle sperimentazioni visive, allo stesso tempo strumento e veicolo di opere d’arte. Se le ricerche sugli “usi” della fotografia in campo artistico e sulla documentazione fotografica di un’opera costituiscono oggi un’area di lavoro consolidata, scarsa attenzione è stata portata al tema degli archivi fotografici intesi come vere e proprie fonti per lo studio dell’arte contemporanea. Il convegno presenta una serie di ricerche sull’argomento, prestando particolare attenzione ad artisti e fotografi che abbiano documentato le pratiche artistiche in Italia dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta. Attraverso il racconto di una serie di casi di studio, la discussione proverà a chiarire i percorsi attraverso i quali alcune opere d’arte o alcuni eventi, garantiti da una scelta dell’immagine che li riproduce e li consegna alla ‘storia’, diventano icone della contemporaneità e di ridefinire l’identità della professione dell’artista e del fotografo e dei reciproci scambi.
Il convegno, organizzato dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Roma Tre, dall’American Academy in Rome e dall’Istituto Centrale per la Grafica di Roma, si articolerà in due giornate. I contributi verranno organizzati in tre sessioni distinte, dedicate alle questioni di metodo nello studio dell’archivio fotografico, alla cultura artistica a Roma nel periodo 1950-1980 e ad esperienze maturate in contesti geografici diversi, analoghi per questioni linguistiche e cronologia. Fabio Belloni, storico dell’arte, racconterà Claudio Abate fotografo di Vettor Pisani, l’artista Elisabetta Benassi parlerà del tema dell’archivio a partire dalla sua stessa ricerca, la storica della conservazione Greta Boldorini parlerà di Agnese De Donato e il Ferro di Cavallo, Francesca Bonetti storica della fotografia si concentrerà sulle fotografie del da poco scomparso Mario Cresci nel 1968 per la mostra-azione "Il percorso" allo Studio Arco d’Alibert di Mara Coccia.
La relazione di Enrico del Grande riguarderà gli archivi di fotografi professionisti milanesi relativi agli anni Sessanta del Novecento, mentre quella di Elisa Francesconi si focalizzerà sulla storia della Galleria La Tartaruga e gli scatti di Plinio de Martiis. Lindsay Harris dirà della storia dell’archivio fotografico di Eugene Bernam, mentre Peter Benson Miller la fotografia di Cy Twombly, già protagonista di una importante mostra all’American Academy in Rome. La curatrice Lisa Parolo disserterà con Silvia Bordini dell’Università La Sapienza di Roma su fotografia come opera e documentazione nelle pratiche artistiche intermediali degli anni ’70 e sul caso della Galleria del Cavallino. Infine Giovanni Rubino ripercorrerà la storia dell’ASAC, l’archivio della Biennale di Venezia, e di Umbro Apollonio in conversazione con lo storico dell’arte Enrico Crispolti, Ilaria Schiaffini discuterà in conversazione con Claudia Palma della Galleria Nazionale di Arte Moderna a Roma della fotografia alla galleria L’Obelisco e Tiziana Serena si concentrerà sugli archivi fotografici e l’arte contemporanea in Italia. La docente Laura Iamurri racconterà, infine, Contemporanea: Un reportage di Agnese De Donato.

L’American Academy in Rome, sostiene artisti e studiosi innovativi che vivono e lavorano insieme all’interno di una vivace comunità internazionale. Fondata nel 1894, ha raggiunto la forma attuale nel 1914 diventando un centro ibrido per le arti e gli studi umanistici. È tuttora il principale centro americano, al di fuori degli Stati Uniti, per gli studi indipendenti e per la ricerca avanzata. È un ente privato no-profit, finanziato privatamente. L' Accademia offre annualmente a circa 30 candidati il Rome Prize. La selezione, a livello nazionale, è presieduta da giurie indipendenti, formate da professionisti competenti per ciascuna delle discipline rappresentate, tra le quali: Storia antica e Medievale, Studi italiani rinascimentali, moderni e contemporanei, letteratura, arti visive, architettura, architettura del paesaggio, design e conservazione dei beni storici. La comunità dell’Accademia comprende anche un gruppo selezionato di Residenti e borsisti affiliati. Questo illustre gruppo di artisti e studiosi vive e lavora presso il campus dell'Accademia situato nel Gianicolo, uno dei punti più alti della città di Roma. Per saperne di più su l'American Academy in Rome, si prega di visitare il sito: www.aarome.org.


Archivi Fotografici e l’Arte Contemporanea in Italia
Convegno, 13-14 Aprile 2016 dalle 9 alle 18.
Promosso da American Academy in Rome in collaborazione con Università degli Studi Roma Tre, Istituto Centrale per la Grafica
Sede: Istituto Centrale per la Grafica, Via della Stamperia, 6
Le presentazioni si svolgeranno in lingua italiana e inglese.