Antonio Teruzzi – Fondi persi

Monza - 24/12/2014 : 07/01/2015

Fondi persi è un progetto artistico. È incentrato su alcuni lavori di Antonio Teruzzi, pittore e artista italiano. Il titolo porta lontano dal mondo dell'arte. È collegato a economia, alla finanza. Non all'arte. Forse.

Informazioni

  • Luogo: MIMUMO - MICROMUSEOMONZA
  • Indirizzo: via Lambro 1 - Monza - Lombardia
  • Quando: dal 24/12/2014 - al 07/01/2015
  • Vernissage: 24/12/2014
  • Autori: Antonio Teruzzi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Sito web: www.antonioteruzzi.it

Comunicato stampa

Se New York ha il Moma, dal 4 settembre 2014 Monza ha il mimumo MICROMUSEOMONZA. E' un Museo da Guinnes dei primati: 2,29 metri quadrati di superficie, aperto 365 giorni all'anno, ventiquattro ore su 24. Il mimumo si trova non in un posto qualunque, ma al piano terra della Casa della Luna Rossa via Lambro 1, una delle abitazioni è antiche di Monza, che dal '300 è affacciata in vicinanze sulla centralissima piazza Duomo

L'idea del mimumo è di Luca Acquati (la proprietà) architetto: ”Vogliamo dare una vetrina ai giovani e meno giovani Talenti esponendo opere, installazioni, video d'artista e tutti i linguaggi dell'arte conosciuti e ... sconosciuti e di Felice Terrabuio, architetto con streetartpiu, Associazione che valorizza giovani Talenti. Un “temporary” a favore della creatività: solo una settimana di esposizione. C’è posto per tutti, se ci sono idee e genialità.

Dopo 9 mesi di gestazione, giovedì 4 settembre 2014(s. Rosalia) si è aperto UFFICIALMENTE il mimumo con DREAMING JEANS di Roberto Spadea giovedì 4 settembre - mercoledì 10 settembre 2014, IN CAMMINOOO...... di Felice Terrabuio giovedì 11 - mercoledì 17 settembre 2014, (L65) 2 di Corrado Levi giovedì 18 - mercoledì 24 settembre, Compressioni 1 di Mirko Demattè giovedì 25 settembre - mercoledì 1 ottobre 2014, Erosioni di Andrea Cereda giovedì 2 - mercoledì 8 ottobre 2014, FORESTA URBANA di Andrea Ebbi_Luca Onniboni giovedì 9 - mercoledì 15 ottobre 2014, La verità + Chiodo fisso di Antonio Fumagalli giovedì 16 - mercoledì 22 ottobre 2014, “Tracce dal domani/Ascesa” di ghigos ideas giovedì 23 - 29 ottobre 2014, “ANIME” di Betty Zola giovedì 30 ottobre - mercoledì 5 novembre 2014, Collezione Figurine PANINI - FIORUCCI anno 1984 di Elio Fiorucci giovedì 6 - mercoledì 12 novembre, Viva la Vida, Viva la Muerte di Enrico Berardi giovedì 13 - mercoledì 19 novembre 2014, “Bianco e nero” di Isa Locatelli giovedì 20 - mercoledì 26 novembre 2014, “Portraits’ warehouse” di Alessandro Pagani giovedì 27 novembre - mercoledì 3 dicembre 2014, LUCIO BOSCARDIN * BOTTIGLIE D’ARTISTA giovedì 4 - mercoledì 10 dicembre 2014, 0,008 mc uomini in scatola di Carlo Guzzi giovedì 11 – mercoledì 17 dicembre 2014, “UN RIFUGIO SICURO” di Milena Tortorelli giovedì 18 – mercoledì 23 dicembre 2014,
Fondi persi di Antonio Teruzzi
giovedì 24 - mercoledì 7 gennaio 2015
(eccezionalmente 2 settimane),

poi Micaela Tornaghi giovedì 8 – mercoledì 14 gennaio 2015, poi Loris Bellan giovedì 15 - mercoledì 21 gennaio 2015 poi..., poi..., poi...
mimumo è su facebook, poi...





Fondi persi è un progetto artistico.
È incentrato su alcuni lavori di Antonio Teruzzi, pittore e artista italiano.
Il titolo porta lontano dal mondo dell'arte.
È collegato a economia, alla finanza.
Non all'arte. Forse.

Ma fondo perso è anche metafora dantesca,
il fondo scuro dell'acqua profonda.
È un lavoro sul colore nero, sui fondi persi.

Fondo perso è il colore di oggi,
lontano dal richiamo più antico della pittura fondo oro.

Un colore che non ha scampo il nero, ma che contiene l'eterno, come l'oro. Fondo oro e fondo perso distillano i due colori
che hanno smesso di sfidare il tempo.

Negli occhi di chi guarda,
da sempre, oro e nero,
sono il tempo.

È prevista la pubblicazione di un volume dal titolo Fondi Persi.



Antonio Teruzzi è nato nel 1945 a Brugherio, dove vive e lavora. Espone dal 1970. I primi anni di attività sono caratterizzati da una pittura di impianto figurativo con forte impronta personale, volta ad interpretare incisioni rupestri, animali, figure umane, con uso di tecniche miste, olio e fuoco.

Teruzzi è in primo luogo pittore, ma anche scultore e incisore, esegue affreschi e non disdegna occasionalmente le arti applicate. Ama, in pittura, l'impiego di pigmenti puri e di terre attraverso tecniche laboriose ed insolite quali l'encausto su legno o su carta, e l'affresco su tela o su stucco lucido applicato a tavole anche di estese dimensioni. Vi ricorre per conseguire effetti particolari, ma anche per il gusto della materia in se. L'affascina l'idea d'unire materia e spirito, traguardo tra i più elevati delle antiche pratiche alchemiche.

Maggiori informazioni sul sito personale dell’artista www.antonioteruzzi.it