AntiMap Festival sarà l'esperimento per Cagliari per ripensare lo spazio urbano. Saranno i laboratori, mostre, spettacoli e racconti di esperienze sul tema, gli strumenti con cui la prima edizione del Festival intende aprire la riflessione sui nuovi immaginari legati alle trasformazioni urbane.

Informazioni

Comunicato stampa

AntiMap Festival
nuovi immaginari per perdersi negli spazi urbani
Cagliari, 13-22 Dicembre 2012
“La città: un infinito limitato. Un labirinto dove non ci si perde mai” (Kobo Abe, 1967)


L’Associazione Formati Sensibili propone la prima edizione di AntiMap Festival che si svolgerà tra i quartieri storici di Stampace e Castello.
AntiMap Festival sarà l'esperimento per Cagliari per ripensare lo spazio urbano. Saranno i laboratori, mostre, spettacoli e racconti di esperienze sul tema, gli strumenti con cui la prima edizione del Festival intende aprire la riflessione sui nuovi immaginari legati alle trasformazioni urbane

Verrà preso in esame il contesto urbano di Cagliari e di altre città del mondo. Lo spazio della città sarà esplorato come un luogo di esperienza e produzione, in cui il corpo diventa l’agente e l’asse portante della discussione e del cambiamento nelle sue diverse specificità.
L'individuo ed il luogo dove la perdita dei riferimenti geografici, dell’appartenenza a una terra, a una città, a una lingua, spinge a tracciare nuove mappe per riorientarsi nella società contemporanea.
 I corpi che abitano le città, allo stesso tempo attori e produttori dello spazio che li circonda, si aggirano in un luogo di vagabondaggio senza meta, muovendosi in un labirinto che rappresenta la metafora dello spaesamento urbano.
La prima edizione di AntiMap Festival intende aprire una discussione sulla necessità del “perdersi” nella città come metafora e modalità di esercizio creativo, sul piano del processo artistico così come sul piano sociale. Il risultato che si intende raggiungere è che questa discussione sia motore e agente di cambiamento nel tessuto sociale e nella creazione di una coscienza del singolo e della collettività, attivando capacità reali di azione e di pensiero. A partire da queste riflessioni AntiMap Festival cerca di analizzare i nuovi avamposti di sperimentazione di artisti, collettivi e scienziati che riflettono sui cambiamenti globali della società e delle sue trasformazioni antropologiche e socio culturali in relazione alla città. La sua intenzione è di illustrare i processi e le strategie degli artisti per raccontare la città globale nella sua complessità, nel mosaico di spazi differenti e frammentati ove è ancora possibile perdersi tra migliaia di sentieri e creare nuovi immaginari dello spazio urbano.

Saranno ospiti del festival artisti e studiosi di rilievo internazionale che da anni indagano il tema da punti di vista innovativi e sperimentali: Danilo Capasso in video conferenza da New York, Alessandro Carboni, Alessandro Chessa, Lorenzo Tripodi, Riccardo Mantelli, Annalisa Pecoriello, Alessandro Toscano , Wallace Chang in video conferenza da Hong Kong.

Il festival sarà strutturato in due parti. La prima, dal 13 al 15 Dicembre presso la MEM - Mediateca del Mediterraneo, svilupperà attività laboratoriali sia per adulti che per bambini, incentrate sull’indagine locale della città di Cagliari. La seconda parte si svolgerà, dal 21 al 22 Dicembre in sedi sparse tra il Centro Comunale d’Arte e Cultura Il Ghetto, dipartimento di Architettura e il club Muzak, e raccoglierà, in un’ottica multidisciplinare una mostra, una conferenza-performance, una giornata di incontri in cui massimi esperti e pionieri sul tema ci racconteranno in cosa consiste il loro lavoro e quali sono gli elementi che guidano la loro indagine più concerti e proiezioni di film.

AntiMap Festival sarà anche uno strumento innovativo di partecipazione verso tematiche legate al vivere la città di Cagliari. Per l'edizione è stata progettata AntimApp, un'applicazione gratuita per smartphone disponibile per iphone e Android che permetterà ai cittadini di poter ripensare in modo la città. Vedi CS di riferimento.

Alcuni momenti del festival verranno trasmessi in web-streaming nei siti www.water-wheel.net e www.spreaker.com.

AntiMap Festival è organizzato e curato da Formati Sensibili, una casa di produzione indipendente per la ricerca artistica e scientifica. Le attività sono indirizzate al sostegno e promozione di progetti nelle forme di ricerca più svariate e innovative. Formati Sensibili è animato da un team costituito da professionisti che operano in sinergia con studiosi, artisti e scienziati, collettivi, aziende e laboratori di ricerca con lo scopo di realizzare prodotti innovativi di qualità, seguire ogni fase di lavorazione: studio, progettazione, produzione e post-produzione.

PROGRAMMA:

Giovedi 13 e Venerdi 14 Dicembre | ore 9,00 - 13,00
LABORATORIO | Bambini | MEM - Mediateca del Mediterraneo
Nella mia Città: architettura, partecipazione e costruzione per bambini dai 5 ai 10 anni

Giovedi 13 - Venerdi 14 - Sabato 15 Dicembre | Giovedi e Venerdi ore 16,00 - 19,00; Sabato ore 9,00 - 13,00
LABORATORIO | Adulti | MEM - Mediateca del Mediterraneo
From Objective map to Subjective mapping: laboratorio interdisciplinare di esplorazione urbana

Sabato 15 Dicembre | ore 18,30 - 13,00
SEMINARIO | Pop up Visual Conference | MEM - Mediateca del Mediterraneo
ComplexBodyNetworks: città, reti complesse e corpo / di Alessandro Carboni e Alessandro Chessa

Venerdì 21 Dicembre | ore 18,00 - 20,00
Sabato 22 Dicembre | ore 9,00 - 13,00 e 16,00 - 20,00
MOSTRA | Inaugurazione | Centro Culturale Il Ghetto
Overlapping Discrete Boundaries | Asia - Installazioni e video di Alessandro Carboni

Venerdì 21 Dicembre |ore 22,00
EVENTI | Cinema | Muzak Club
Doble Forza | un film di OginoKnauss

Sabato 22 Dicembre |ore 9,00 - 13,00
INCONTRI | Riflessioni | Sala confernza della Presidenza del Dipartimento di Architettura
Urban best practice uno sguardo strategie per ripensare lo spazio urbano.
Saranno presenti: Danilo Capasso/Nest - Lorenzo Tripodi/Ogino Knauss - Riccardo Mantelli - Annalisa Pecoriello/La città Bambina - Alessandro Toscano/OnOff - Wallace Chang/Kai Tal River Green Corridor

Sabato 22 Dicembre |ore 14,00 - 17,00
ESPLORAZIONI | Seminario| Centro Culturale Il Ghetto
Hertzian walks | di Riccardo Mantelli
Camminata con Riccardo Mantelli nelle vie di Cagliari

ore 16,00
PERFORMANCE | Incontro | Centro Culturale Il Ghetto
Learning Curves, Kaitak River, Hong Kong | di Alessandro Carboni

Sabato 22 Dicembre |ore 22
EVENTI | Concerto| Muzak Club
QuasiSpazi | di Riccardo Mantelli