Annie Schoterman – Where are you from?

Roma - 29/03/2012 : 27/04/2012

Where are you from?//where are we going? è la storia del "viaggio" reale e metaforico dell'artista Annie Schoterman, cresciuta in una fattoria di un paesino nell'Olanda orientale ed oggi residente in un piccolo paese tra le colline della Sabina.

Informazioni

  • Luogo: SALA SANTA RITA
  • Indirizzo: Via Montanara 8 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 29/03/2012 - al 27/04/2012
  • Vernissage: 29/03/2012 ore 18.30
  • Autori: Annie Shoterman
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Mar-Sab ore 11.00-19.00; chiuso domenica e lunedì Fino al 27 aprile 2012, presso la galleria/libreria Diagonale, in via dei Chiavari 75, sarà possibile visitare la mostra Faces di Annie Schoterman.
  • Patrocini: L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale e organizzata da Zètema Progetto Cultura. In collaborazione con il Reale Istituto Neerlandese a Roma, con il patrocinio dell'Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi a Roma.
  • Uffici stampa: ZETEMA

Comunicato stampa

Where are you from?//where are we going? è la storia del "viaggio" reale e metaforico dell'artista Annie Schoterman, cresciuta in una fattoria di un paesino nell'Olanda orientale ed oggi residente in un piccolo paese tra le colline della Sabina.

Alla Sala S

Rita di Roma dal 30 marzo al 13 aprile 2012, l'installazione è incentrata su tre elementi cardine: una corona di stoffa, che vuole trasmettere l'idea dell'estate luminosa e di un 'nido sovraesposto'; una lunga scala arancione, composta da varie scale più piccole unite da funi, che suggerisce il collegamento tra terra e cielo, lo slancio infinito dell’uomo verso l’alto. Infine, 15 stazioni della Via Crucis - affreschi di 30 x 30 cm su pietra con strati di stucco su supporti in ferro - che simboleggiano il cammino della vita. Una via crucis 'personale', ma anche 'generale' per ogni uomo, il simbolo della vita con le sue cadute e le sue rinascite.

La mostra è a cura di Giuseppe Ussani d’Escobar che così descrive il lavoro dell’artista: La Schoterman si distingue in questa filosofia delle installazioni e della Via Crucis, la sua è una raffinatissima dimensione spirituale che si riallaccia ad una tradizione iconologica immortale: lei va verso l’alto, il suo io è armonioso, le sue scale evocano i piedi dell’uomo che salgono verso l’infinito, di quell’uomo nobile che rivolge il proprio sguardo verso la Luna ed il Sole, Vecchio e Nuovo Testamento, di quell’uomo, di quella donna che ammira “le strisce degli aerei” che sono “le vie del cielo” e che ispirano sogni di infiniti viaggi.”

L’idea di costruire questa installazione, parzialmente composta da oggetti in stoffa, nasce da un antico interesse della Schoterman per questo materiale, risalente alla sua precedente occupazione nel settore della moda e del disegno di vestiti, ma anche alla predilezione dell’artista olandese verso il materiale morbido utilizzato nella prima infanzia, pezzi di stoffa, scampoli, rimasugli.

L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale e organizzata da Zètema Progetto Cultura. In collaborazione con il Reale Istituto Neerlandese a Roma, con il patrocinio dell'Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi a Roma.

In occasione dell’inaugurazione, giovedì 29 marzo alle ore 18.30, interverranno il prof. Bernard Stolte, Direttore del Reale Istituto Neerlandese a Roma, e la storica Elisja Schulte van Kessel.

Fino al 27 aprile 2012, presso la galleria/libreria Diagonale, in via dei Chiavari 75, sarà possibile
visitare la mostra Faces di Annie Schoterman.