Angela Glajcar

Bolzano - 14/09/2013 : 30/10/2013

Angela Glajcar è una scultrice, strappa e perfora la carta trasformando un materiale delicato in un materiale forte e robusto che impiega anche per lavori monumentali. Le strisce di cellulosa possono infatti raggiungere decine di metri infondendo, nonostante il considerevole peso, una sensazione di leggerezza.

Informazioni

  • Luogo: ANTONELLA CATTANI - CONTEMPORARY ART
  • Indirizzo: Rosengartenstrasse 1a - Bolzano - Trentino-Alto Adige
  • Quando: dal 14/09/2013 - al 30/10/2013
  • Vernissage: 14/09/2013 ore 19
  • Autori: Angela Glajcar
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: MA - VE 10:00 - 12:30 + 16:00 -19:30 SAB 10:00 -12:30

Comunicato stampa

Angela Glajcar è una scultrice, strappa e perfora la carta trasformando un materiale delicato in un materiale forte e robusto che impiega anche per lavori monumentali. Le strisce di cellulosa possono infatti raggiungere decine di metri infondendo, nonostante il considerevole peso, una sensazione di leggerezza.
Per gli oggetti, rilievi e installazioni l’artista germanica impiega una carta, prodotta con tecniche avanzate che le consente di modellare volumi, articolando i rapporti tra interno ed esterno. Il suo approccio è di tipo concettuale, inquanto ogni lavoro può essere decomposto e ricomposto



In sequenza, per addizione, foglio dopo foglio, strato dopo strato, Glajcar costruisce le sue forme; l’artista interviene su ogni singolo foglio, strappando questo stesso, a volte nel centro, a volte sui lati fino a formare delle cavità mai eguali. I margini di queste lacerazioni corrono regolarmente, ma non casualmente. Ogni intervento è in riferimento al foglio precedente e diviene al tempo stesso la base per la composizione deifogli successivi.
Questa procedura si ripete fino a quando non emerge il negativo di una forma caratterizzata da una sorta di stratificazioni che richiamano alla mente quelle geologiche;

il nostro sguardo segue allora la direzione di un labirinto che scende nelle viscere della scultura conducendoci all’interno del cubo fino al punto in cui la luce può penetrare.
Sia che operi con la carta o con la plastica, Angela Glajcar è attenta alle condizioni di interazione degli elementi; per far risaltare le profondità “spaziali” a cui si ispira combina il potenziale della materia con la propietà immateriale della luce.
I volumi creati assorbono infatti la luce circostante facendo risaltare tutti i toni dei bianchi che si accentuano e si attenuano con il gioco delle ombre; il risultato è un’effetto che azzera il confine tra reale e immaginario.
I lavori tridimensionali che invece assumono più esplicitamente la forma di un misterioso antro ci rinviano all’allegoria platonica della caverna e alla sua teoria delle idee, secondo la quale, tutto ciò che prende forma esiste già come immagine ideale, ovvero idea.

La mostra Blanco, realizzata da Angela Glajcar con un progetto site specific per la Galleria Antonella Cattani contemporary art, si inaugura il 14 settembre 2013, alla presenza dell’artista.

ANGELA GLAJCAR nasce nel 1970 a Mainz (D) dove vive e lavora.
1991-1998 studia scultura alla Akademie der BildendenKünste di Norimberga. 1998 Premio borsa di studio, awarded by the Erich Hauser Kunststiftung, Rottweil. 1999 - 2000 insegna presso l’Accademia der Bildenden Kuenste di Norimberga.
Tra le mostre recenti si segnalano:
2009 Papierwelten, Kunstverein Ludwigshafen, Ludwigshafen (D).
2010 Wilhelm Hack Museum, Ludwigshafen (D)
2011 Curalium, College of the Holy Cross, Worcester (USA)
2013 Terforation, Andipa Gallery, London (UK) / On the edge, Cheryl Hazan Gallery, New York (USA) / In Between, Museum Kastveel van Gaasbeek (BE) / Blanco, Antonella Cattani contemporary art, Bolzano (I)

In occasione della mostra viene presentato, per la prima volta in Italia, il libro_monografia Angela Glajcar, edito da Wienand Verlag, Colonia (1°presentazione 26.04.2013, presso il Museum Ludwig, Colonia (D).