Andrea Mori – Un viandante verso Innsbruck

Milano - 11/02/2015 : 18/04/2015

Artista, camminatore e cantastorie, Andrea Mori, fortemente influenzato dagli scritti e dalle teorie goethiani, alla stessa età di Goethe (37 anni) parte dall'Italia e giunge a piedi in 18 giorni Innsbruck . In mostra tutti gli indizi utili per ripercorrere, anche idealmente, il viaggio.

Informazioni

  • Luogo: HARLEM ROOM
  • Indirizzo: via di Porta Tenaglia, 1 20121 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 11/02/2015 - al 18/04/2015
  • Vernissage: 11/02/2015 ore 18,30
  • Autori: Andrea Mori
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: martedì-venerdì 11.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00
  • Uffici stampa: ELENA BARI – NEWRELEASE

Comunicato stampa

Harlem Room presenta la mostra Un viandante verso Innsbruck di Andrea Mori, l’inaugurazione avrà luogo nell’Harlem Room della Galleria Montrasio Arte a Milano mercoledì 11 febbraio 2015 alle 18.30.
Harlem Room eredita l’esperienza maturata a New York presso l’Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte, residenza internazionale per artisti sita nel quartiere di Harlem a New York. HR ha l’aspetto di un solido irregolare con una dominante in grigio perché è il colore dell’esistenza coniugata col pensiero di chi è motivato e crede nella bontà del fare

HR preserva la memoria dell’autorimessa dotata di porta basculante aperta alla strada, officina per le idee pensate ad hoc per dare spazio alla creazione e alla sperimentazione.

Andrea Mori nasce a Sondrio nel 1977. Artista, camminatore e cantastorie ripercorre a ritroso le tracce di J. Wolfgang Goethe, a quasi 230 anni di distanza dal Viaggio in Italia, compiuto dallo scrittore tedesco. Il viaggio di Mori, al contrario di quello di Goethe, prende inizio dal nord Italia, per concludersi dopo 18 giorni in Austria, nel cuore di Innsbruck, presso la galleria Km0.
Camminatore moderno e visionario, Mori durante i suoi tragitti crea delle vere e proprie “mappe dei tesori”, che, oltre alle rappresentazioni grafiche dei percorsi, riportano annotazioni dell’artista, campioni vegetali, estratti di terriccio e pezzi di stoffa imbevuti di tinte naturali, che forniscono allo spettatore quegli indizi utili per ripercorrere, anche idealmente, il viaggio di apprendimento attraverso la natura e andare a caccia di quegli elementi raccolti dall’artista durante il suo viaggio.
In Un viandante verso Innsbruck sono esposti i 18 taccuini di viaggio interamente realizzati a mano dall’artista, mappe di viaggio e campioni vegetali. Fortemente influenzato dagli scritti e dalle teorie goethiani, come La metamorfosi delle piante e altri scritti sulla scienza della natura, Teoria dei colori e Viaggio in Italia, Mori ha effettuato il viaggio verso Innsbruck a 37 anni, proprio come l’età di Goethe quando è arrivato in Italia.

Andrea Mori Sondrio, Italia, 1977. Vive a Dalmine (BG). Lavora lungo i sentieri sui quali cammina. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Brera, conseguendo il diploma con una tesi sul camminare, quindi la specializzazione in Arteterapia con una tesi sui sentieri e la cultura popolare della Valmalenco.