Andrea Marchesini – Pop Surreal

Treviso - 11/05/2019 : 20/05/2019

L’artista Andrea Marchesini espone per la prima volta nel centro museale tra i più importanti della Marca Trevigiana: Casa dei Carraresi.

Informazioni

  • Luogo: CASA DEI CARRARESI
  • Indirizzo: Via Palestro 33/35 31100 - Treviso - Veneto
  • Quando: dal 11/05/2019 - al 20/05/2019
  • Vernissage: 11/05/2019 ore 18
  • Autori: Andrea Marchesini
  • Curatori: Alain Chivilò
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal martedì al venerdì: 10 - 19 sabato, domenica e festivi: 10 – 20
  • Biglietti: Biglietto unico per mostra “Andrea Marchesini Pop Surreal” e “Giappone. Terra di geisha e samurai”: Intero: € 12,00 Ridotto: € 10,00 (gruppi min. 10 persone, soci Fai, Arci e Touring Club, possessori biglietto Trenitalia con destinazione Treviso) Ridotto speciale: € 8,00 (studenti dai 6 ai 26 anni) Ridotto famiglia: € 8,00 (min. 2 adulti e 1 minorenne) Gratuito: giornalisti previo accredito presso l’ufficio stampa, guide turistiche con tesserino, insegnanti accompagnatori, disabili non autosufficienti con accompagnatore.

Comunicato stampa

L’artista Andrea Marchesini espone per la prima volta nel centro museale tra i più importanti della Marca Trevigiana: Casa dei Carraresi. A Treviso dal 6 al 20 maggio, inaugurazione sabato 11 maggio ore 18, una trentina di opere suddivise nelle aree del piano terra e della Sala Architettura (fine primo piano nobile) incendieranno la vista dei collezionisti e degli amanti d’arte con tele letteralmente esplosive. Il titolo della personale “Pop Surreal” è il concept che il critico e curatore d’arte dr Alain Chivilò ha posto come filo conduttore all’iter espressivo del pittore vicentino


Il linguaggio pittorico è indubbiamente enigmatico, ma allo stesso tempo, vive di una vitalità propria che riesce ad attrarre l’interesse e gli animi umani. Intorno alle sue opere si origina una forza apparente di mutua attrazione che, parafrasando la proprietà gravitazionale, in modo direttamente e inversamente proporzionale alla distanza e all’energia espressa accende occhio, mente e cuore per viaggi che superano la realtà naturale. L’utilizzo del colore irrompe a livello visivo, nella quasi totalità delle opere, grazie a tonalità dal rimando Pop Art, rappresentando un mondo chiassoso sempre retto da toni alti. In diversi passaggi di colore contrappone ed equilibra nuance calde e fredde non abbassando mai l’intero ritmo compositivo percepito da e nell’opera.
Gli stessi richiami figurativi, fatti di sezioni, porzioni o semplici percezioni rimandano alla ricerca del maestro Concetto Pozzati, sempre in grado di unire all’iconografia della figura italiana la cultura neo Pop.
Gli universi artistici delineati dalla mano da Marchesini possono essere sintetizzati nel termine Pop Surreal in quanto il suo linguaggio espressivo si alimenta grazie a disamine moderne rapportate alla contemporaneità in quanto Andrea Marchesini, nella personale originalità artistica elabora astrazioni surreali dal forte impatto visivo. Universi creativi che, nel reciproco rimando tra tesi e ipotesi, specificano percorsi di unità biologici e nervosi determinati in narrazioni artistiche dell’inconscio.