Alter

Sansepolcro - 08/12/2011 : 08/01/2012

Dipinti, sculture, fotografie e acquerelli di 5 autori: un articolato percorso espositivo giocato sul dialogo fra generi artistici diversi.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO INGHIRAMI
  • Indirizzo: Via Xx Settembre 65 - Sansepolcro - Toscana
  • Quando: dal 08/12/2011 - al 08/01/2012
  • Vernissage: 08/12/2011 ore 17
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: martedì 10.30 - 12.30 e 17.00 - 20.00; mercoledì e giovedì 17.00 – 20.00; venerdì, sabato e domenica 10.30 – 12.30 e 17.00 – 20,00. Giorno di chiusura: lunedì.
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

In Sansepolcro si inaugura la mostra di pittura, scultura, fotografia e acquerello - intitolata “Alter” - degli artisti Meri Ciuchi, Silvia Forlani, Nadia Marini, Antonella Mercati e Paolo Nocentini.

L'evento è stato organizzato dal Cral Buitoni di Sansepolcro e gode dei patrocini del Comune di Sansepolcro, della Comunità Montana Valtiberina Toscana, e della Provincia di Arezzo.
La rassegna è corredata di catalogo a cura dello storico dell'arte contemporanea Daniela Meli



Attraverso un articolato percorso espositivo, giocato sul filo del dialogo fra generi artistici diversi, gli autori Meri Ciuchi, Silvia Forlani, Nadia Marini, Antonella Mercati e Paolo Nocentini conducono il visitatore all'interno di un caleidoscopico scenario di linguaggi espressivi e di distinti orientamenti di ricerca.

Il condiviso interesse per la dimensione ordinaria della vita appare, comunque, il motivo conduttore privilegiato, pur consentendo l'affiorare di differenti visioni della realtà e dell’esperienza comune, ed offrendo un’inaspettata pluralità di interpretazioni dai risvolti alquanto intriganti.
L’intitolazione “Alter” scelta per questa occasione espositiva, quindi, risulta strettamente legata ai concetti di espressività e potenzialità creativa individuale, ai valori della diversità, di tecnica e d’inventiva, intesi come ricchezza e arma di riscatto in un periodo sociale in cui si predilige l’omologazione e l’appiattimento delle menti.
Una mostra, questa, che si rivela, pertanto, carica di contenuti di forte attualità e di messaggi positivi.