Aloha Oe

Latina - 03/05/2014 : 01/06/2014

L’artista, controverso e chiacchierato, attivo sulla scena romana, ospite al contempo dello Street Art Festival (con interventi murari nel capoluogo pontino) e della home gallery (mostra personale) svela una figurazione irriverente che dichiara il disagio di nascondersi dietro una maschera, rivelando - ciò nonostante - una sottile ironia.

Informazioni

  • Luogo: AUS+GALERIE
  • Indirizzo: Via Satrico 26 - Latina - Lazio
  • Quando: dal 03/05/2014 - al 01/06/2014
  • Vernissage: 03/05/2014 ore 18,30
  • Autori: Aloha Oe
  • Generi: personale, street art
  • Orari: Durante il periodo espositivo le opere saranno visibili su appuntamento

Comunicato stampa

La personalissima collezione dei personaggi dello street artist ALOHA Oe è raccontata nella SOLO SHOW a lui dedicata, curata da MEMORIE URBANE Street Art Festival e AUS+GALERIE che inaugurerà Sabato 3 Maggio, presso l’interno 3 di via Satrico 26 a Latina.
L’artista, controverso e chiacchierato, attivo sulla scena romana, ospite al contempo dello Street Art Festival (con interventi murari nel capoluogo pontino) e della home gallery (mostra personale) svela una figurazione irriverente che dichiara il disagio di nascondersi dietro una maschera, rivelando - ciò nonostante - una sottile ironia

Il suo segno, il tratto dei bozzetti esposti in mostra, è spontaneo e al tempo stesso irruento e vitale. Antropomorfizzazione e allegria coloristica, i suoi personaggi sono irriverenti e complici, sensuali e sarcastici, nascondono il volto perché coinvolti, implicati ma al contempo distanti. ALOHA Oe racconta dell’identità sessuale con la febbrile inquietudine che gli appartiene, apre spunti di riflessione e nuovi punti di vista. Lo stupore e il colore acceso sono gli strumenti privilegiati per manifestare il sentire della collettività omosessuale ancora troppo spesso in conflitto con il pregiudizio perbenista. Il SOLO SHOW accoglie tra le pareti domestiche della AUS+GALERIE lavori differenti: dalla paper art ai sagomati, dai bozzetti alle tele e fino alle tavole di riuso; il tutto al servizio dell’esposizione di una galleria di personaggi colti in istantanee di esistenza quotidiana, urlanti un’energia vitale congelata, di cui risuonano la forza esplosiva e violentemente espressiva.