Allegoria#2. La pittura oltre se stessa

Siena - 19/09/2014 : 22/11/2014

La mostra prosegue il dialogo tra Angelo Sarleti, Michele Tocca e Alberto Mugnaini iniziato nell'ultima delle quattro mostre che la galleria ha presentato nel temporary space di Bruxelles prima dell'estate.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA FUORICAMPO
  • Indirizzo: Piazza del Campo, angolo Via Salicotto 1/3 Siena - Siena - Toscana
  • Quando: dal 19/09/2014 - al 22/11/2014
  • Vernissage: 19/09/2014 ore 19
  • Autori: Michele Tocca, Angelo Sarleti
  • Curatori: Alberto Mugnaini
  • Generi: arte contemporanea, doppia personale
  • Orari: La galleria FuoriCampo per festeggiare il terzo anno di attività rimarrà aperta per il week end con il seguente orario (sab 11-13 / 16-19 – dom 16-20). La mostra è inoltre inserita nel programma AMACI (Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani) per la decima giornata del contemporaneo che si terrà l'11 ottobre 2014.

Comunicato stampa

La galleria FuoriCampo inaugura la nuova stagione espositiva venerdì 19 settembre alle ore 19 con la mostra “Allegoria#2. La pittura oltre se stessa“ che prosegue il dialogo tra Angelo Sarleti, Michele Tocca e Alberto Mugnaini iniziato nell'ultima delle quattro mostre che la galleria ha presentato nel temporary space di Bruxelles prima dell'estate.
Nello spazio di Siena gli artisti si confrontano adesso con la complessa identità di questa città esponendo una serie di nuove produzioni, realizzate per la mostra, in cui si celebra l'allegoria della pittura tra virtù e vizi contemporanei



“A Siena,
sul suo sito fisico e dentro la sua storia, la pittura si fa ground-specific:
non rispecchia o legge il luogo sovrapponendosi ad esso, ma si accampa sul luogo,
si fa essa stessa luogo.
Come esterrefatta, si ancora alla terra e si fa cronaca della sue reliquie invisibili,
si colora e si incorpora in terra di Siena.

La pittura oggi non può non avere, come unica cornice superstite, la sua tradizione, la storia in cui è contenuta e che per una porzione infinitesimale è tenuta non solo a proseguire, ma anche a riscrivere, o forse a reinventare: la pittura sussiste qui come ermeneutica del luogo e svolgimento delle sue memorie. Può parlare solo di se stessa, riflettere sui modi del suo prendere campo e del suo sussistere all’interno di un linguaggio di pennellate e di colori, di come si pone dentro il suo tempo e come se ne tira fuori, ma esercita, al contempo, la sua prerogativa di dire altro e dire oltre, di dialogare col luogo, im-ponendosi nello stesso momento in cui si es-pone.

In Angelo Sarleti parlano i colori di Siena, il bianco e nero del suo stemma e i fondi oro dei suoi capolavori. La loro sintassi si articola e varia confrontandosi con il linguaggio ereditato dalla tradizione astratta e geometrica della modernità, in un’epifania al contempo araldica e costruttivista, che nasconde quello che in realtà svela: un discorso cifrato, un altrove invisibile, un furor mathematicus che racconta alcuni aspetti della storia economica della città entro la raggelante aritmetica delle scienze statistiche.
La pittura di Michele Tocca si fa interrogazione, immedesimazione, i lavori si originano sul posto, nel luogo fisico che viene indagato e ripercorso, la pittura si apre sul luogo nel momento in cui si attua il suo farsi, si pone come impressione che si fa rappresentazione di una traccia, di una reliquia dello sguardo, della fugacità dell’eterno, dell’inafferrabile quotidianità del sacro”. (Alberto Mugnaini)

La galleria FuoriCampo per festeggiare il terzo anno di attività rimarrà aperta per il week end con il seguente orario (sab 11-13 / 16-19 – dom 16-20). La mostra è inoltre inserita nel programma AMACI (Associazione Musei d'Arte Contemporanea Italiani) per la decima giornata del contemporaneo che si terrà l'11 ottobre 2014.


Biografie:

Angelo Sarleti (nato a Reggio Calabria nel 1979; vive e lavora a Milano)
Tra i suoi più recenti e significativi progetti espositivi, le personali: L’atlante a cura di Denis Isaia e Federico Mazzonelli (Arco), Galleria Civica G. Segantini (2014); MAMMONA (2012), Bilionaires (2009) e Not here (2006), realizzate presso la galleria ARTRA di Milano; tra le principali mostre collettive ricordiamo: nel 2011 Becoming rather then being presso NABA Nuova Accademia di Belle Arti (Milano), Careof DOCVA (Milano) e Vessel (Bari), nel 2008 Arrivi e Partenze, Mole Vanvitelliana (Ancona), e nel 2004 Empowerment Cantiere Italia, Museo d’arte contemporanea di Villa Croce e Palazzo Bombrini (Genova). Tra i programmi di residenza e workshop internazionali a cui ha preso parte, Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets nel 2006 presso la Dena Foundation for Contemporary Art di Parigi e Networking, Prato nel 2003 (visiting professor Meshac Gaba). Nel 2011 Angelo Sarleti si è inoltre occupato di realizzare e curare le infografiche per l'annuario scientifico dell'IRCCS Fondazione Don Gnocchi, Milano.

Michele Tocca (nato a Subiaco nel 1983, vive e lavora a Londra). Ha completato un MA Painting al Royal College of Art di Londra, dopo aver studiato pittura all’Accademia di Brera di Milano e ad Anversa in Belgio (KASKA).
Tra le principali mostre, si ricordano Studiolo#10, Milano (2014, solo); Landina, sedi varie c/o CARS, Omegna (2013); L’artista nel sistema e il suo tempo, Castel di Ieri, AQ (2013); Lumen, MARS, Milano (2013); Moments Around us, Idea Store Whitechapel, Londra (2012); La pittura, isola, Galleria Bianca, Palermo (2012); Difetto come indizio del desiderio, Neon-Campobase, Bologna (2011); Appunti di Pittura, MARCA, Catanzaro (2011); Impresa Pittura, CIAC, Genazzano (2010); Z-Time, Blyth Gallery, Londra – Moscow Biennale, Mosca (Ru); En plein air, Galleria/Galleria, Ortona (Ch), 2010; No more than a point of view, Prague Biennale IV, (2009); ICI, Otto Zoo, Milano (2008); Binocular, Kingsgate Gallery, Londra (2008).