Alfonso Siracusa – Extra

Siculiana - 23/08/2014 : 10/09/2014

Il Museo #MeTe, presenta Extra (2014) un progetto site-specific su un tema attualissimo, "l'immigrazione", realizzato da Alfonso Siracusa.

Informazioni

  • Luogo: MUSEO #METE
  • Indirizzo: Via Picarella ( Quartiere Casale ) - Siculiana - Sicilia
  • Quando: dal 23/08/2014 - al 10/09/2014
  • Vernissage: 23/08/2014 ore 19
  • Autori: Alfonso Siracusa
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Sono molteplici i modi con cui gli artisti contemporanei tematizzano le coordinate culturali del mondo globalizzato, le contraddizioni, il potenziale immaginario di un tempo che si potrebbe definire postumo, sopravvissuto alla fine dell’arte, e in cui, almeno in apparenza, tutto è possibile e nulla è veramente ‘differente’ (Danto 1997)



Il Museo #MeTe, presenta Extra (2014) un progetto site-specific su un tema attualissimo, "l'immigrazione", realizzato da Alfonso Siracusa
L'artista, coinvolge nella sua installazione degli extracomunitari del Centro di prima accoglienza di Siculiana ed il Museo #MeTe, facendoli diventare una "porta" verso il futuro e simbolo della speranza per un mondo migliore. Un messaggio umanitario per tutti coloro che sono approdati o che approderanno sulle nostre coste, per segnalare la valenza epocale del fenomeno immigrazione e dare attraverso l’arte contemporanea, un segno di solidarietà.
Il progetto al Museo #MeTe prende forma, come altri lavori di Siracusa, da una concezione intellettuale in cui l'idea di pittura, di disegno, di volume, di spazio e di oggetti extra-pittorici compiono continui atti di reciprocità disinvolta e inattesa. Siracusa nelle sue installazioni inserisce degli oggetti acquistati nei mercatini rionali, nei supermercati, assegnando loro una funzione precipua all’interno delle opere, assemblando diversi linguaggi presenti nell'arte contemporanea, evitando la “pesantezza”, come nella costruzione di frasi visive con oggetti più disparati: secchi in alluminio, coperchi per pentole, piatti in ceramica, borse termiche, aerei in carta gommata, mappamondi in spugna anti stress, griglie, barbecue, telo da mare, gommoni, statuette in resina... Tutto ciò a volte rischia di scadere nello scontato e nel ridicolo, ma il tutto viene condito con ironia ed ilarità, in un contesto contemporaneo realizzato con caratteristiche prettamente ludiche. All' artista, interessa interagire e provocare i visitatori, tali da farli diventare una componente fondamentale della sua arte.
Inscritto in un contesto di drammatiche tensioni politiche e sociali la performance Extra (2014) è costituita da un gruppo di extracomunitari del centro di prima accoglienza di Siculiana (Ag). Sulla testa dei volontari, verranno posti durante l'inaugurazione dei “Dischi Volanti White"(2014), realizzati con dei piatti in ceramica e coperchi per pentole. Inoltre, il pubblico presente, potrà essere protagonista della performance, ma solo con dei "Dischi Volanti Black "(2014). Al centro, in alto sospeso un telo di una squadra di calcio modificata, "Black & Withe" (2014) scende come un vessillo di appartenenza. Tale installazione/performance, verrà svolta all'esterno del #MeTe.
L'installazione Extra, continua in una stanza, dove alcuni secchi di zinco di dimensioni varie sono sospesi da un "paracadute" e scendono attraverso un filo trasparente, all'interno dei quali vi è dell'acqua portata direttamente dalle spiagge; su tutto il pavimento è cosparsa della sabbia teatro delle immani tragedie. Al centro, in basso un kayak da mare sgonfio, dipinto con della pece“nera”, all'interno di esso un monitor spento, riempito d'acqua di "Mare Nostrum", con il classico logo "Raiufo". L'accesso all'installazione per volere dell'artista, è prevista a piedi scalzi.