Alessio Fraellone – Segni reversibili

Roma - 29/10/2011 : 21/12/2011

Tre giorni di esibizione e interazione col pubblico sul tema delle trasformazioni identitarie, poi l’esposizione dei lavori prodotti.

Informazioni

Comunicato stampa

egni reversibili
Whitecubealpigneto presenta la performance pittorica di Alessio Fraellone
Tre giorni di esibizione e interazione col pubblico sul tema delle trasformazioni identitarie, poi l’esposizione dei lavori prodotti

Al via la prima tappa del progetto Myra/on trasformazioni “Omaggio a Gore Vidal”

Sessualità come metafora del potere e delle trasformazioni nei rapporti tra uomo e donna L’attualità del messaggio di Gore Vidal nelle vicende culturali e sociali della contemporaneità











Traendo spunto dalla sua singolare tecnica pittorica, caratterizzata da una particolare combinazione di disegno, colore e gesto, Alessio Fralleone sarà protagonista di una performance-happening di tre giorni (26 – 28 ottobre), durante i quali vivrà e lavorerà in galleria. Come una sorta di studio in vetrina, l’artista verrà “spiato” 24 ore su 24 e contemporaneamente ispirato da chi, anche solo per semplice curiosità, entrerà nella sede espositiva.
«Attraverso un’originale figurazione ed elaborazione del corpo umano – scrive la curatrice Chiara Pirozzi nel testo critico - le opere pittoriche, realizzate appositamente in occasione della mostra-evento, presentano un doppio livello di senso sul significato di “cambiamento”».
Una volta concluso l’intervento del pubblico sull’opera, l’artista torna a essere interprete e padrone del proprio lavoro, intervenendo con successivi tagli, scritte e collage, generando così complesse stratificazioni fatte di nuovi segni e sensi espressivi.

ALESSIO FRALLEONE: Nel 2007 partecipa a una collettiva presso l’Auditorium Parco della Musica. Dal 2008 l’artista realizza illustrazioni per libri di poesie editi dalla Ginevra Bentivoglio Editoria. Nel 2009 è vincitore del MarteLive. Da questo momento la performance diventa un percorso di ricerca e sperimentazione, e in tale contesto l'opera raggiunge il massimo della sua potenza espressiva. Si esibisce così presso la Wunderkammern (2009), Mitreo (2009), alla RGB Gallery con la mostra CrociVisioni (2010) e alla Whitecubealpigneto Gallery con la personale Ciao Pier pà! durante la quale realizza la performance ispirata a Salò e alle 120 giornate di Sodoma (2010). Le opere di Alessio Fralleone sono state esposte, tra l’altro, nelle gallerie Sinergy Art Gallery e Sala Pintor (2010).