Alessia Leporati – L’ultimo giorno d’estate

Parma - 31/10/2014 : 20/11/2014

L’ultimo giorno d’estate è un ricordo vivo che rimane, prende forma e si fa vedere. Vuole uscire e trovare pace. Forse. Evocativo nel suo farsi immagine, coglie il senso più profondo dell’assenza causata da uno strappo.

Informazioni

Comunicato stampa

L’ultimo giorno d’estate è un ricordo vivo che rimane, prende forma e si fa vedere. Vuole uscire e trovare pace. Forse. Evocativo nel suo farsi immagine, coglie il senso più profondo dell’assenza causata da uno strappo. Non si può. Morire. L’ultimo giorno d’estate. E’ malinconia, è rabbia e solitudine. Ma, nello stesso tempo, è altro, è consapevolezza, è movimento continuo. Come il ciclo della vita. E’ cambiamento pur rimanendo uguale. Il ricordo non scompare è l’ultimo giorno d’estate, cambiano i colori, la solitudine si trasforma lasciando spazio a impalpabili pensieri e le nuvole nel cielo si spostano