Ælia Media: nasce una nuova radio a Bologna

Bologna - 15/10/2011 : 28/10/2011

Parte il programma live di Ælia Media, progetto ideato da Pablo Helguera, vincitore del Premio Internazionale d'Arte Partecipativa.

Informazioni

  • Luogo: PIAZZA PUNTONI
  • Indirizzo: Piazza Puntoni - Bologna - Emilia-Romagna
  • Quando: dal 15/10/2011 - al 28/10/2011
  • Vernissage: 15/10/2011 ore 16
  • Curatori: Pablo Helguera
  • Generi: incontro – conferenza, serata – evento
  • Orari: Programmazione giornaliera, ore 16-20
  • Sito web: http://www.aeliamedia.org
  • Uffici stampa: GOODWILL

Comunicato stampa

Ælia Media: nasce una nuova radio a Bologna
Sabato 15 ottobre alle 16 partono le trasmissioni del Chiosco radiofonico in Piazza Puntoni

Una nuova radio inizia a trasmettere sabato 15 ottobre, alle 16, da Piazza Puntoni a Bologna, nel cuore del quartiere universitario. Parte così Ælia Media, canale d’arte e d’informazione multimediale ideato da Pablo Helguera per il Premio Internazionale di Arte Partecipativa, promosso dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con LaRete Art Projects e goodwill, curato da Julia Draganovic e Claudia Löffelholz


Sede delle trasmissioni e punto di incontro e di interazione con il pubblico è un Chiosco temporaneo, progettato da La Pillola: una struttura dalle pareti di pellicola trasparente, formata da tubi di pvc arancioni ed interamente riciclabile. All’interno del Chiosco, tutti i giorni, dalle 16 alle 20, fino al 28 ottobre, sarà al lavoro una speciale redazione, una squadra composta 20 operatori culturali bolognesi, attivi in diversi ambiti e formati da Pablo Helguera attraverso una vera e propria scuola di giornalismo d’arte, ospitata a Villa delle Rose, sede che il MAMbo ha messo a disposizione del progetto.
Il loro obiettivo è raccontare e scoprire la città di Bologna in modo diverso, unendo informazione e linguaggi artistici. Con oltre 50 ore di trasmissione è nato così un primo palinsesto, articolato quante sono le visioni e le esperienze dei suoi protagonisti. Non si parlerà solo di arte, ma della vita della città, delle sue radici e delle sue prospettive: dalle proteste degli anni ’70, quando la radio ha avuto un ruolo importante, a quelle dell’attualità, dalle periferie al confronto con l’immigrazione, dalla mappa dei suoni della città alle favole della tradizione popolare, in un susseguirsi di voci, domande, racconti.
Presentando il progetto Pablo Helguera ha affermato “Ælia Media inaugura in un momento davvero cruciale per l'Italia, in cui c'è un urgente bisogno di ampliare il dibattito pubblico sulla vita sociale e politica. Crediamo che l'arte possa agire da una posizione unica e privilegiata per contribuire a questo dibattito, mostrando il modo in cui i media possono essere ripensati e proposti senza scopi commerciali. Attraverso questo progetto partecipativo, speriamo prima di tutto di costruire una piattaforma ampia di dibattito e di discussione.”
In programma talk, dibattiti, interviste e approfondimenti culturali, ospiti in diretta e momenti di scambio con il pubblico, che potrà ascoltare le trasmissioni in live dalla piazza, oltre che in streaming sul sito http://aeliamedia.org e sulle frequenze delle radio libere bolognesi che hanno aderito al progetto, Città del Capo Radio Metropolitana, Radio Città Fujiko e Radio Kairos.

Sabato si parte alle 16 con C’era una volta…, momento di intrattenimento (che si ripete ogni sabato e domenica alla stessa ora) per i più piccoli a cura di Cinzia Pietribasi con la lettura di favole della tradizione bolognese, italiana ed europea.
A seguire Fedra Boscaro presenta la puntata introduttiva della sua Mappatura estetica dei quartieri periferici bolognesi. Prima di intraprendere questo viaggio a puntate “fuori porta” ospite speciale della trasmissione è alle 17.15 l’Assessore Matteo Lepore.
Marianna Mendoza, animatrice del Popolo dello sgabello inizierà il suo programma “mettendo sullo sgabello” i protagonisti del progetto.

Domenica, dopo l’appuntamento alle 16 con C’era una volta, alle 17 parte la prima puntata di Work in the fields, programma di radiocronache, musica e approfondimento a cura di Vincenzo Estremo, Anna Santomauro e Alessandra Saviotti. Al centro della trasmissione, lo sport e la musica come attivatori di coesione e di conoscenza nello spazio pubblico, con radiocronache sportive sul cricket urbano, ping pong e badminton e playlist realizzate dagli stranieri.
Alle 18 Daniela Spagna Musso presenta Colonna sonora che si apre con un incontro con la pianista Lorella Calzolari.
Alle 19 i programmi della seconda giornata si concludono con I ragazzi del 77. Giorgia Dolfini inizia le sue conversazioni per un libero racconto delle piazze del ‘77 e quelle di oggi con i protagonisti di quel momento. Con Andrea Zanobetti (di radio Alice) si parla di come si vive a Bologna, e non solo, oggi.

Sabato hanno inizio anche le trasmissioni sulle frequenze delle radio libere di Bologna: Radio Città Fujiko trasmetterà una selezione dei programmi tutti i giorni dalle 13 alle 13,30 ( esclusa la domenica), Città del Capo Radio Metropolitana manderà in onda pillole dei programmi in due appuntamenti giornalieri, alle 11 e alle 15,40, mentre Radio Kairos trasmetterà nella fascia pomeridiana dirette dalla piazza.
La programmazione integrale, con ulteriori approfondimenti si può ascoltare in streaming all’indirizzo http://aeliamedia.org.