Adunanza / un’opera collettiva

Sansepolcro - 18/07/2015 : 25/07/2015

Kilowatt Festival – manifestazione dedicata alla scena artistica contemporanea, giunta alla XIII edizione – presenta a Sansepolcro (Arezzo) nell'ambito della sezione arti visive Kilow’Art, il progetto Adunanza / un’opera collettiva di Francesco Ciavaglioli (1983), a cura di Saverio Verini.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO DELLE LAUDI
  • Indirizzo: Via Matteotti Sansepolcro - Sansepolcro - Toscana
  • Quando: dal 18/07/2015 - al 25/07/2015
  • Vernissage: 18/07/2015 ore 18
  • Autori: Francesco Ciavaglioli
  • Curatori: Saverio Verini
  • Generi: arte contemporanea
  • Orari: dalle ore 18.00 alle ore 24.00
  • Sito web: http://kilowattfestival.it
  • Email: arti.visive@kilowattfestival.it
  • Patrocini: Kilow’Art è promosso dall’associazione CapoTrave/Kilowatt, realizzato in collaborazione con il Comune di Sansepolcro (Ar), con il sostegno dell'Unione Europea - Programma Cultura, del MiBACT - Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Toscana e di numerosi sponsor locali.

Comunicato stampa

Kilowatt Festival – manifestazione dedicata alla scena artistica contemporanea, giunta alla XIII edizione – presenta, dal 18 al 25 luglio 2015 a Sansepolcro (Arezzo) nell'ambito della sezione arti visive Kilow’Art, il progetto Adunanza / un’opera collettiva di Francesco Ciavaglioli (1983), a cura di Saverio Verini.
Kilow’Art è promosso dall’associazione CapoTrave/Kilowatt, realizzato in collaborazione con il Comune di Sansepolcro (Ar), con il sostegno dell'Unione Europea - Programma Cultura, del MiBACT - Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Toscana e di numerosi sponsor locali


La scelta di Francesco Ciavaglioli si pone in continuità con il bando Kilow’Art 2014, rivolto ad artisti under 35, invitati a proporre un progetto che prevedesse il coinvolgimento attivo del contesto. Adunanza, la proposta presentata da Ciavaglioli in quell’occasione, aveva ottenuto un’ottima accoglienza da parte della commissione – formata da una figura di riferimento del settore (Ilaria Gianni, critica e curatrice, co-direttrice artistica di Nomas Foundation) e da 23 cittadini non-addetti-ai-lavori –, classificandosi al secondo posto.
Come dichiara Luca Ricci, direttore artistico di Kilowatt Festival, «Adunanza presenta tutte le caratteristiche che contraddistinguono l’indirizzo di Kilow’Art: coinvolgimento del contesto, partecipazione attiva degli abitanti del territorio, capacità di indagare l’identità di Sansepolcro, tra storia e attualità. Aspetti che già lo scorso anno la commissione formata dai cittadini aveva riscontrato e apprezzato, tanto che Adunanza è arrivata a un passo dal classificarsi al primo posto. Per questi motivi abbiamo scelto di non lasciare quel progetto sulla carta, ma di produrlo in occasione della XIII edizione del Festival».

IL PROGETTO
Adunanza è un ritratto collettivo di Sansepolcro, dei suoi abitanti e delle persone che condividono l’attitudine inclusiva e ospitale di Kilowatt. In linea con la vocazione partecipativa del Festival – che prevede un ruolo attivo dello spettatore, non solo nell’ambito della programmazione, ma anche per quanto riguarda la creazione condivisa –, la sezione arti visive prosegue anche quest’anno nella direzione dei progetti sviluppati nelle precedenti edizioni, che hanno visto un coinvolgimento della comunità sempre maggiore.
Per Adunanza, Ciavaglioli ha preso spunto dall’iconografia della Madonna della Misericordia, di cui uno dei massimi esempi è il Polittico (1444-1464) di Piero della Francesca, conservato al Museo Civico di Sansepolcro e fortemente legato al patrimonio culturale del territorio. Nell’opera i fedeli sono raffigurati in un atteggiamento di totale devozione della Vergine, che – con la sua imponenza – offre loro riparo sotto il proprio manto. Partendo da questa immagine l’artista decide di ribaltare il ritratto della collettività, coinvolgendola in un’azione che la vede protagonista della propria rappresentazione.
Il progetto, sviluppato da Ciavaglioli in un periodo di residenza a Sansepolcro, vede in una prima fase la partecipazione degli abitanti del territorio nella raccolta di centinaia di loro fotografie per realizzare un grande collage di volti (1,50 x 2,00 metri). In seguito, durante i primi giorni di Kilowatt Festival, l'intera composizione sarà ridisegnata, tramite ricalco, dalle stesse persone in collaborazione con l'artista: un gesto di auto-rappresentazione da parte della comunità, che si manifesta non più al riparo della Vergine, ma che decide di esporsi.
Gli esiti di Adunanza, progetto pienamente in linea con la ricerca dell’artista – focalizzata sul rapporto tra immagini, riproduzione e dissoluzione, dalle quali si origina una sospensione della riconoscibilità delle forme –, saranno esposti presso Palazzo delle Laudi per tutta la durata del Festival.

EVENTI COLLATERALI
Mercoledì 22 luglio, dalle ore 10.00 alle ore 18.00, in occasione del convegno internazionale Be SpectACTive! (Palazzo delle Laudi, 21 e 22 luglio), organizzato nell’ambito dell’omonimo progetto europeo (www.bespectactive.eu), Adunanza sarà presentata come esempio di progetto capace di coinvolgere attivamente i cittadini. Prenderanno parte al convegno, tra gli altri, la presidente della Commissione Cultura del Parlamento Europeo, on. Silvia Costa, Jean-Louis Fabiani (Università di Budapest), Emmanuel Negrier (Université de Montpellier I), Lluis Bonet (Universitat de Barcelona), Alessandro Bollo (Fondazione Fitzcarraldo), Anna Bandettini (giornalista de “la Repubblica”), Damian Cruden (direttore del York Theatre Royal).
Per la sezione di arti visive sarà inoltre allestita, presso gli spazi della CasemArcheologica di Sansepolcro, la mostra Idrophilia, a cura di Ilaria Margutti, che vede la partecipazione di giovani artisti italiani con opere legate al tema dell'acqua, tra cui l’installazione Somigliante (2011) di Francesco Ciavaglioli. Pensata per condurre l’attenzione alla relazione tra uomo e mondo attraverso l’acqua, la mostra indaga la proprietà fisica dei materiali ad assorbire o trattenere i liquidi.

BIOGRAFIA | Francesco Ciavaglioli
Francesco Ciavaglioli è nato ad Avezzano (Aq) nel 1983, vive e lavora tra Roma e Avezzano. Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Perugia, tra le mostre principali si segnala: Edit / Dis-vulgare, Galleria 291 Est, Roma (2014); Strategie fantasma, Palazzo Lucarini, Trevi (2013); Dedalo, Kulturhalle, Tubingen (2013); CITIZENSHIP: la giovane fotografia racconta la cittadinanza, Festival di Fotografia Europea di Reggio Emilia (2012). www.francescociavaglioli.it


Kilow’Art
È la sezione dedicata alle arti visive di Kilowatt Festival. A partire dal 2011 Kilow’Art, a cura di Saverio Verini, si è sempre più concentrata sulla promozione e produzione di progetti artistici che prevedessero il coinvolgimento attivo degli abitanti del territorio della Valtiberina, indagando la storia di Sansepolcro, le memorie personali e collettive dei suoi abitanti, le istanze legate all’attualità. Privilegiando il lavoro di artisti emergenti, le edizioni precedenti hanno visto la realizzazione dei progetti: NASR - Nuove Aree di Sosta Religiosa, installazione nello spazio pubblico di Lorenzo Cianchi e Michele Tajariol (2014); La neve di luglio, performance collettiva di Maria Teresa Zingarello (2013); Happens Everyday, mostra personale e performance di Filippo Berta (2012); Momenti di trascurabile sacralità, mostra collettiva con la partecipazione di Luan Bajraktari, Francesco Biccheri, Francesco Capponi, Francesco Ciavaglioli, Ivan Frenguelli, Elisa Fuso, Jacopo Gregori, Simona Moretti, Gabriella Napolitano, Valerio Niccacci (2011). www.kilowattfestival.it/home/kilowart