Adnan Softić – Posttraumatische Unterhaltung [intrattenimento post-traumatico]

Roma - 08/03/2017 : 08/03/2017

Proiezione di una serie di film di Adnan Softić, borsista di Villa Massimo, dal titolo Posttraumatische Unterhaltung [intrattenimento post-traumatico]. Il lavoro dell’artista verrà introdotto da Claudio Libero Pisano.

Informazioni

Comunicato stampa

All’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo si terrà, mercoledì 8 marzo 2017, alle ore 19.00, la proiezione di una serie di film di Adnan Softić, borsista di Villa Massimo, dal titolo Posttraumatische Unterhaltung [intrattenimento post-traumatico]. Il lavoro dell’artista verrà introdotto da Claudio Libero Pisano.



Le opere di Adnan Softić sono complesse ed eterogenee proprio come la sua città natale Sarajevo. La sua sensibilità e il suo sguardo attento che nei piccoli fenomeni apparentemente privati o marginali rendono riconoscibile la fisionomia del tutto, caratterizzano in modo particolare i suoi film e video

La quotidianità, tematizzata nelle sue opere, sembra poggiare su spazi vuoti, in un certo qual modo sospesa e fragile.

Adnan Softić si esprime così: „Posttraumatische Unterhaltung [intrattenimento post-traumatico] è la contraddizione intorno a cui ho ruotato costantemente: da un canto per me era impossibile parlare di cose importanti quando ero colpito in modo acuto dalla catastrofe, d’altro dovevo riconoscere che il mio pubblico non era realmente disposto a occuparsi intensamente dei problemi di un altro Paese. L’insicurezza e la perdita mirata di controllo sono state le basi dell’inizio di un linguaggio proprio in cui coltivare il trauma e soprattutto l’inesprimibile.”

Le opere artistiche di Softić affrontano ripetutamente il pericolo di ciò che è familiare e apparentemente sicuro. Segnalano che nulla è garantito e parlano di una certa “gravità” della situazione. Ma lo fanno con leggerezza, spesso addirittura in un modo che appare spensierato. Una consapevolezza metodologica legata anche all’ampia esperienza artistica dell’autore.



Adnan Softić è nato nel 1975 a Sarajevo e vive ad Amburgo. Ha studiato cinematografia e teoria estetica alla Hochschule für bildende Künste di Amburgo. Si dedica principalmente al settore multimediale, in cui lavora come artista, regista e autore. È docente tra l’altro di cinema e time-based media alla HfbK di Amburgo. Ha esposto p.e. ai Kammerspiele di Monaco, allo Schauspielhaus di Amburgo, agli KW di Berlino, al Festival internazionale di cortometraggio di Oberhausen, alla Kunsthalle Exnergasse di Vienna, alla Sies + Höke Galerie di Düsseldorf, alla KunstFilmBiennale di Colonia e al Paul Klee Zentrum di Berna. www.kinolom.com


Claudio Libero Pisano, dopo molti anni di esperienza nel campo del restauro, dal 2006 si occupa di arte contemporanea. Ha diretto per otto anni il Museo CIAC di Genazzano, che ha promosso giovani artisti e realizzato numerose mostre personali e collettive. È stato responsabile per l’Arte Contemporanea del Progetto ABC della Presidenza della Regione Lazio che ha come obiettivo la valorizzazione del territorio attraverso l’opera degli artisti. Attualmente lavora a progetti di curatela in ambiti istituzionali e insegna Museologia del Contemporaneo presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.


FILM:
Nema problema / Es gibt kein Problem (2002), 18 min [Non c’è nessun problema]
Ground Control (1999 – 2009), 12 min
Festes Gewebe oder der Körper ist mein Tempel (1999), 6 min [Tessuto robusto o il corpo è il mio tempio]
Wie Schnee von gestern (2014), 10 min [È come acqua passata]
I film sono in lingua tedesca e bosniaca con sottotitoli in inglese.