57. Biennale – Padiglione thailandese

Venezia - 12/05/2017 : 26/11/2017

Con i suoi lavori nell’esposizione “Krung Thep Bangkok”, organizzata dall’ Office of Contemporary Art and Culture (OCAC), Ministero della Cultura, Thailandia, e della quale Mr. Numthong Sae Tang è curatore, Mr. Somboon rappresenta gli artisti thailandesi alla 57. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia.

Informazioni

Comunicato stampa

Somboon Hormtientong è un pittore astratto rinomato sia nell’ambiente artistico thailandese che in quello internazionale. Con i suoi lavori nell’esposizione “Krung Thep Bangkok”, organizzata dall’ Office of Contemporary Art and Culture (OCAC), Ministero della Cultura, Thailandia, e della quale Mr. Numthong Sae Tang è curatore, Mr. Somboon rappresenta gli artisti thailandesi alla 57. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. Le installazioni, le sculture, i disegni ed i video sono esposti all’interno e davanti al Padiglione Thailandese.
La storia di Bangkok mostrata da Mr

Somboon è diversa da quella che un turista, o chiunque in genere non abbia un’esperienza diretta della cultura di Bangkok, possa immaginare. Mr. Somboon non guarda semplicemente ai grattacieli, alle costruzioni imponenti o alla civiltà di Bangkok. Aldilà di templi e palazzi, l’artista scava in profondità per svelare splendide storie nascoste, e lo scenario circostante, visti dalla prospettiva di gente comune e del suo stile di vita, rivelati da oggetti con storie ed usi diversi. Mr. Somboon porta alla luce la bellezza recondita degli oggetti che sceglie di mostrare.
Questa esposizione rappresenta una sfida per l’artista, in quanto lo spazio non era originariamente concepito per ospitare installazioni né altre opere d’arte. L’organizzazione e la disposizione delle composizioni artistiche fanno sì che il visitatore non noti la destinazione precedente del locale, in origine un affollato ristorante che non era stato progettato per l’esposizione di opere d’arte. Mr. Somboon sfrutta le limitazioni spaziali del Padiglione Thailandese in modo da creare un’atmosfera di serenità, affinché chi guarda possa avvertire il valore estetico dei suoi lavori secondo la sua personale percezione. L’interazione tra le opere d’arte ed il pubblico crea intenzionalmente un contrasto tra l’opera d’arte stessa, la serenità che comunica, ed il frenetico ambiente circostante. Questo

contrasto attrae l’interesse del pubblico verso l’opera d’arte. In quel momento, mentre l’attenzione del visitatore è rivolta ad essa, la sua mente viene pervasa da una sensazione di pace, a cui seguono pensiero organizzato, analisi, interpretazione, e tutta una serie di domande, a cui potrà trovare le proprie risposte. Alcuni potrebbero persino vedere un significato relativo al proprio vissuto personale in rapporto al contenuto dell’opera.