UTOPIA, il nuovo progetto di Treccani Arte per illustrare i lemmi del vocabolario

La sezione dell’Enciclopedia Italiana dedicata all’arte contemporanea ha invitato un gruppo di artisti a scegliere e illustrare un lemma tratto dal Vocabolario Treccani. Risultato? Una serie limitata di poster d’artista da collezionare

Claire Fontaine, Ascolto, Courtesy to Treccani Arte
Claire Fontaine, Ascolto, Courtesy to Treccani Arte

Avete mai pensato a come sarebbe consultare un vocabolario in cui, ogni lemma da voi cercato, fosse rappresentato da un’immagine, magari realizzata da un artista? Un po’ titanica come impresa, considerate le tante decine di migliaia di parole di cui compone la lingua italiana. E se queste parole in immagini, inoltre, si potessero anche collezionare come si fa con le opere d’arte? UTOPIA, non a caso, è il titolo del nuovo progetto di Treccani Arte – sezione dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani dedicata all’arte contemporanea –, che consiste in una raccolta di poster d’artista ognuno dei quali illustra uno dei lemmi contenuti nel Vocabolario Treccani. A dare avvio al poderoso progetto – il Vocabolario Treccani si compone infatti di oltre 150mila lemmi – sono gli artisti Elisabetta Benassi, Ettore Favini, Claire Fontaine, Piero Golia, Emilio Isgrò, Marcello Maloberti, Rä di Martino e Alessandro Piangiamore, che hanno scelto una parola da reinterpretare sotto forma di illustrazione, ovvero farfalla, ascolto, cielo, arrivederci, utopia, Àmen, filtro e assenza.

IL PROGETTO “UTOPIA” DI TRECCANI ARTE

“UTOPIA”, sottolineano i promotori, “celebra la creatività contemporanea e il fascino della lingua che parliamo e scriviamo, attraverso cui interpretiamo il presente e immaginiamo il futuro, con un riferimento, già nel titolo, all’impresa titanica e ai confini dell’impossibile di creare un vocabolario di immagini. Per questo Treccani Arte ha invitato un gruppo di artisti a scegliere una parola che rispecchi il proprio lavoro e il proprio pensiero, e ad associare a essa un’immagine rielaborata o appropriata, realizzata ad hoc o selezionata dal proprio corpus di opere”.

TRECCANI. PER OGNI LEMMA DEL VOCABOLARIO UN POSTER D’ARTISTA

I poster sono realizzati in 100 esemplari ciascuno, rappresentano sul fronte l’immagine realizzata dall’artista, e sul retro il lemma scelto, la tiratura e la firma dell’autore. Data la sua natura, UTOPIA ambisce a essere un grande archivio in progress, che riflette sulla lingua italiana offrendo uno spaccato della produzione artistica contemporanea. Ecco le immagini dei poster già realizzati.

– Desirée Maida

https://treccaniarte.com/
https://emporium.treccani.it/it/treccani/arte/progetti/utopia

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.