Feltrinelli acquista il 40% della casa editrice veneta Marsilio, leader nelle pubblicazioni d’arte

Il Gruppo Feltrinelli acquisisce una buona fetta della Marsilio, casa editrice veneta molto attiva sul fronte dell’editoria d’arte con un catalogo fornito di guide, libri d’arte e pubblicazioni prestigiose

Feltrinelli
Feltrinelli

Grande fermento (e naturalmente grande crisi, ormai cronica) nel mondo dell’editoria italiana. Il gruppo Feltrinelli ha annunciato di aver acquistato il 40% della casa editrice Marsilio e che, in base al piano strategico aziendale, la partecipazione salirà al 55% nel giro di due anni. Marsilio è una casa editrice specializzata in narrativa, saggistica e, ecco perché ci occupiamo dell’operazione, cataloghi d’arte. Un’acquisizione importante che rafforza ancora di più il gruppo Feltrinelli che è già il più grande distributore di libri in Italia grazie all’accordo con Messaggerie Italiane.

LA CASA EDITRICE MARSILIO

La storia della casa editrice Marsilio, chiamata così in onore di Marsilio da Padova, un giurista ghibellino del Quattrocento, inizia nel 1961, anno della sua fondazione a Padova da parte di un gruppo di intellettuali tra cui Toni Negri, ed è strettamente legata alla vicenda della politica italiana. Nel 1965 viene, infatti, acquisita dai fratelli Cesare e Gianni de Michelis in quota al Partito Socialista Italiano con un peso politico crescente fino alla nomina di Gianni de Michelis, segretario nazionale del partito e ministro. Sono gli anni d’oro della Marsilio che suo malgrado subisce il contraccolpo del tracollo politico del Partito Socialista in seguito a Tangentopoli negli anni Novanta. Inizia così una lunga trafila di cessioni e acquisizioni. Viene acquistata prima da Rizzoli nel 2000 e poi da Mondadori nel 2016, ma ritorna alla famiglia de Michelis in seguito alla richiesta di cessione da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per evitare il monopolio del gruppo Mondadori. Fino all’acquisizione in questi giorni da parte di Feltrinelli.

IL NUOVO CORSO

Nonostante l’acquisizione, la Marsilio conserva almeno per ora il suo staff dirigenziale e il suo amministratore delegato, Luca de Michelis. Il piano strategico prevede una collaborazione e un supporto condiviso dalle due case editrici che restano indipendenti nelle scelte della linea editoriale. Feltrinelli guadagna da questa acquisizione un catalogo di titoli di successo come la famosa Millennium Trilogy di Stieg Larsson, grande successo mediatico, e titoli prestigiosi come i numerosi cataloghi d’arte – la Marsilio è anche la casa editrice di tutti i cataloghi della Biennale di Venezia – i libri illustrati e le guide culturali. Ha, inoltre, pubblicato una serie numerosissima di monografie d’artista che spaziano dai grandi nomi della storia dell’arte come Raffaello, Piero della Francesca, Caravaggio, ai contemporanei come David LaChapelle, Basquiat, Schnabel. Marsilio, di contro, unendosi a Feltrinelli aumenta le sue possibilità di diffusione e affrontare con maggiore forza tutte le evoluzioni del mercato editoriale.

Mariacristina Ferraioli

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia, Marie Claire Maison, Le Quotidien de l'Art. Ha conseguito un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano, è docente a contratto presso diverse istituzioni e fa parte del team curatoriale di ArtLine, progetto d’arte pubblica del Comune di Milano nel parco di CityLife.