Una galleria dedicata solo alla performance. Apre a Madrid La Juan...

Se New York ha lo storico The Kitchen, Londra gli spazi nuovi di zecca di The Tanks alla Tate Modern, Madrid può ora contare...

Perché studiare arte? Un video della Tate di Londra

Una carrellata di grandi artisti e intellettuali risponde a questa domanda davanti alle telecamere della Tate. Il video fa parte di una campagna di promozione della didattica artistica nelle scuole

La spiritualità secondo Beth Moon

Galleria L’Ariete, Bologna – fino al 30 marzo 2014. Una delicata preghiera che rimette l’uomo al centro, tra il cielo e la terra. Le opere di Beth Moon ci aiutano a vedere dove normalmente non è dato neanche guardare.

Grandi Progetti Leggeri alla Cavallerizza Reale. A Torino un’opera fonde arte...

Tempo Irreale è un’installazione lunga 50 metri, pensata dall’artista Enrico Iuliano insieme al collezionista Marco Albertaro, nell’ambito della rassegna che permette di creare opere monumentali per il complesso occupato dal 2014

Ulay. Intervista con l’avversario invisibile

Per celebrare i vent’anni di Art For The World, Adelina von Fürstenberg sceglie – fra gli altri – Ulay. Dopo 39 anni, al MAH di Ginevra, nella stessa sala dove venne attuata la performance “Balance Proof” assieme a Marina Abramovic, il 5 aprile l’artista tedesco propone un nuovo progetto, dal titolo “Invisible Opponent”. Lo abbiamo intervistato.

Gradisca il festival. È l’onesto Omissis

In un paesino della Venezia Giulia, tra fine giugno e i primi di luglio è andata in scena la sesta edizione del festival “Omissis”. Fra performance, teatro di sperimentazione e body art estrema. Un report dal profondo Nordest italico.

Pittura, tecnologia, mercato, Saatchi. Intervista con Alejandro Ospina

Tra gli artisti in mostra in “Pangaea II: Nuova arte dall'Africa e dal Sudamerica”, l'ultimo evento della Saatchi Gallery, Alejandro Ospina è un artista che rappresenta, e al tempo stesso sfida, lo status di cittadinanza nel mondo dell'arte. Colombiano, studente in America ed Europa, di base tra Regno Unito e Colombia, è artista residente a Ministry of Nomads, spazio multidisciplinare attento a mercati ed estetiche emergenti.

Carlo Antonelli è il nuovo curatore di Villa Croce a Genova....

Il genovese Carlo Antonelli è il nuovo curatore di Villa Croce. Succede a Ilaria Bonacossa che ha lasciato la Liguria per approdare alla guida di Artissima. Scelto a sorpresa, Antonelli è un giornalista ed ex direttore di Rolling Stone e GQ.

Ancora Cattelan, e ancora Guggenheim? Sì, sullo sfondo del concerto più...

Cosa succede mettendo insieme la mostra più chiacchierata del momento, il museo/icona per eccellenza ed un gruppo elettro-pop conosciuto da tutti gli hipster del...

Gli strani incontri di Diane Arbus a Central Park. Una mostra...

Alla Galleria Lévy Gorvy di New York l’evoluzione dello stile della fotografa statunitense che amava ritrarre persone emarginate, soprattutto nei parchi della Grande Mela. Tra le foto anche l’ultima prima della morte.

You complete me. Raffaela Naldi Rossano a Napoli

Museo Apparente, Napoli ‒ fino al 28 ottobre 2018. Il museo napoletano ospita la prima personale di Raffaela Naldi Rossano. Una riflessione sull’incontro fra il sé e l’altro.

Erotica dell’arte (II). Somatic politic

Nella scorsa puntata di questo focus sul gender abbiamo esaminato rapidamente la situazione teorica relativa al rapporto fra arte e femminile nel nostro Paese e all’estero. Questa volta ci interroghiamo sulla possibilità di un’estetica “propria” del genere e soprattutto sulle questioni che muovono gli artisti a produrre in tangenza a fenomeni come il femminismo, il queer, il transgender. Evitando di assegnare facili etichette o di istituire semplici catalogazioni.

I PIÙ LETTI