Rigenerazione urbana a Milano: il contest VIAPADOVAMONDO per la nuova porta d’accesso alla città

La call invita studenti in discipline artistiche e di design a raccogliere idee progettuali che rappresentino l’identità grafica della comunità multietnica e multiculturale che vive nel quartiere di Via Padova

Annie Mazzola e Elisabetta Bianchessi_evento presentazione VIAPADOVAMONDO_Maggio 2022
Annie Mazzola e Elisabetta Bianchessi_evento presentazione VIAPADOVAMONDO_Maggio 2022

Un contest per creare l’identità visiva di Tunnel Boulevard di via Pontano a Milano – il tratto di strada che unisce Viale Monza a Via Padova – luogo diventato simbolo di multiculturalità, inclusione e rigenerazione urbana. Stiamo parlando di VIAPADOVAMONDO, la call to action promossa da T12 LAB, in partnership con PULSEE Luce e Gas e patrocinato dal Comune di Milano che invita gli studenti in discipline artistiche e di design a mettere la propria firma artistica in un luogo diventato espressione della urban art e che, per la sua posizione strategica, si appresta a diventare una nuova porta d’ingresso alla città.

LA TUNNEL BOULEVARD GIÀ URBAN ART GALLERY

La Tunnel Boulevard è lo spazio dei tunnel ferroviari che, da uno stato di degrado e abbandono, ha già visto interventi di riqualificazione, come appunto la urban art gallery. All’interno di questa galleria urbana milanese – creata a partire dal 2018 – sono presenti le opere di street artist internazionali che da più di trent’anni operano lungo l’asse ferroviario. Con il contest VIAPADOVAMONDO si darà l’opportunità ai giovani di poter inserire il proprio tag all’interno di un progetto che vuole mantenere vivo il contatto con il territorio e con i quartieri permettendo di viverli appieno come spazi pubblici condivisi e inclusivi, capaci di fare emergere messaggi contemporanei e universali.

A CHI È RIVOLTO IL CONTEST

Crediamo molto in questo progetto, nella sua capacità di riaffermare l’identità di un quartiere che è sempre stato luogo di passaggio a Milano, di arrivo e partenza di molte etnie che vivono e lavorano nella città”, spiega Elisabetta Bianchessi, Presidente Associazione T12 Lab, “ricco di scambi culturali e per sua natura inclusivo, accogliente, quindi ben rappresentato dalla scritta scelta dai cittadini VIAPADOVAMONDO”. La call to action – rivolta agli studenti iscritti ai corsi di laurea nazionali provenienti dalle Università di Architettura, Scuole o Istituti di Design e Accademie di Belle Arti – ha, infatti, l’obiettivo di raccogliere idee progettuali che rappresentino l’identità grafica della comunità multietnica e multiculturale che vive nel quartiere di Via Padova a Milano. I ragazzi avranno quindi il compito di ideare un landmark con la scritta VIAPADOVAMONDO che rimarrà acceso giorno e notte. 

Gaia Romani, Annie Mazzola, Tommaso Sacchi, Alicia Lubrani.
Gaia Romani, Annie Mazzola, Tommaso Sacchi, Alicia Lubrani.

LA SCRITTA VIAPADOVAMONDO SOPRA IL TUNNEL SARÀ ACCESA GIORNO E NOTTE

L’opera sarà collocata sopra il tunnel per diventare, per la sua posizione strategica e le sue dimensioni fisiche, una nuova porta d’ingresso alla città di Milano, un messaggio di inclusione e condivisione trasmesso a tutte le persone che passeranno lungo la via. I primi tre classificati, esaminati da una giuria che valuterà la capacità di interpretare al meglio l’identità del quartiere, la sua multiculturalità e l’idea di inclusione e condivisione, avranno la possibilità di essere esposti nel landmark VIAPADOVAMONDO in tre differenti edizioni: ottobre 2022 (primo classificato), marzo-aprile 2023 (secondo classificato), settembre 2023 (terzo classificato). C’è tempo fino all’11 settembre 2022 per candidarsi al bando.

– Claudia Giraud

https://www.tunnelboulevard.org/viapadovamondo/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).