“Attitude”, a Palazzo Blu a Pisa grande mostra su graffiti, street art e muralismo

La mostra, che inaugura mentre a Palazzo Blu è in corso la retrospettiva su Keith Haring, ripercorre la storia quarantennale della street art in tutte le sue declinazioni e sfaccettature. Con 45 artisti provenienti da tutto il mondo

Aec Interesni Genesis
Aec Interesni Genesis

Si presenta come una grande retrospettiva sulla street art la mostra appena inaugurata al Palazzo Blu di Pisa dove, dallo scorso 12 novembre, è in corso la mostra-evento su Keith Haring che, proprio nella città toscana, nel 1989 realizzò il murale TuttomondoAttitude | Graffiti writing, Street art, Neo Muralismo è il titolo dell’esposizione che fino al 3 aprile 2022 racconterà uno dei fenomeni artistici più impattanti sulla cultura globale negli ultimi 40 anni, che ha visto in Haring un antesignano tra le metropolitane di New York. Un lungo percorso che si articola attraverso il lavoro di 45 artisti provenienti da tutto il mondo, molti dei quali già attivi proprio a Pisa e in Toscana.

33 Obey, 2007, Power & Equality, serigrafia su legno 2 2 (Angela Davis), 62.5x47.5
33 Obey, 2007, Power & Equality, serigrafia su legno 2 2 (Angela Davis), 62.5×47.5

LA GRANDE MOSTRA SULLA STREET ART A PISA

A cura di Gianguido Grassi, Attitude I Graffiti writing, Street Art, Neo Muralismo affronta “la sfida di portare l’arte di strada dentro il museo, attraverso il progetto curato dall’Associazione Start – Open you eyes”, spiega Stefano Del Corso, Presidente Fondazione Pisa. “Le opere che sono esposte nelle sale della collezione permanente sono frutto dell’espressione di un gruppo di artisti che appartengono al fenomeno culturale chiamato ‘street art’, artisti contemporanei abituati a creare nei più diversi contesti urbani. Questa esposizione potrà risultare complementare alla grande mostra su Keith Haring, visitabile già da alcune settimane, e si ripropone di portare il racconto dell’arte urbana, di cui Haring è stato un padre nobile, fino ai giorni nostri, esplorando le tendenze contemporanee e i molteplici messaggi che queste veicolano”.

New Light
New Light

“ATTITUDE”, LA MOSTRA SULLA STREET ART A PALAZZO BLU A PISA

108, 2501, Abbominevole, Aec Interesni Kazki, Alberonero, Aris, Barbieri Francesco, Bartocci Giorgio, Beast, Bosoletti Francisco, C215, Ciredz, Dado, Duke1, Egs, Eron, Etnik, Farao, Gaia, Hitnes, Imos, Joys, Martini Rae, Massimo Sospetto, Moneyless, Moses&Taps, No Curves, Oker, Okuda San Miguel, Ozmo, Alice Pasquini, Peeta, Phase2, Porto, Rough Remi, Run, Rusto, Rusty, Sbam, Shepard Farey- Obey, Soap The wizard, Solomostry, Sten&Lex, Tellas, Zed1 e Zedz sono gli artisti protagonisti della mostra, per un totale di 74 opere, tutte provenienti dagli archivi degli artisti e da importanti collezioni. “L’allestimento”, spiegano gli organizzatori, “prende il via dalla biblioteca e prosegue nelle sale al quarto piano di Palazzo Blu, per raccontare le varie declinazioni dell’arte urbana, dall’anima più ribelle e sociale propria dei graffiti a quella monumentale delle manifestazioni istituzionali più recenti”.

18 Peeta, P, 71x28x25 scultura in pvc 2012
18 Peeta, P, 71x28x25 scultura in pvc 2012

“ATTITUDE” RACCONTATA DAL CURATORE GIANGUIDO GRASSI

“L’attitudine indica una disposizione innata o acquisita, fisica, psicofisica o psichica, che rende possibile o facilita lo svolgimento di una determinata attività; nel gergo della strada indica l’inclinazione e l’approccio con cui ‘chi pitta’ affronta la propria azione espressiva”, spiega Gianguido Grassi“Molte sono le ‘attitudini’ personali e vaste sono le conclusioni artistiche di un fenomeno già vastissimo in termini geografici; ecco perché non è facile dare una definizione e muoversi all’interno di un contenitore che ha come sicuri elementi in comune quello di raccogliere artisti che iniziano a dipingere nel contesto urbano in modo spontaneo e la convergenza dell’energia della strada con la componente creativa. Con l’espressione ‘arte urban’a si è dunque cercato di creare un contenitore ampio in grado di raccogliere varie esperienze che si sono avvicendate nel tempo e continuano a coesistere tutt’oggi. Semplificando, potremmo individuare 3 categorie principali: ‘Graffiti Writing’, ‘Street art’ e ‘Neo Muralismo’, cha a sua volta si dirama in ‘figurativo’ e ‘astrattista’”.

C215 Cassetta della posta 2013 cm.65x49x28
C215 Cassetta della posta 2013 cm.65x49x28

LE LIVE PERFORMANCE DELLA MOSTRA “ATTITUDE” A PISA

Durante tutto il periodo della mostra, si alterneranno 4 live performance che vedranno protagonisti gli artisti di Attitude. Il primo sarà 108, che a Palazzo Blu, presenterà l’installazione site specific Il museo dell’assurdo; sarà poi la volta di Joys, 2501 e Gaia. Infine, mentre sarà in corso Attitude, giungeranno a Pisa diverse firme della urban internazionale che daranno vita a nuovi muri in tutta la città.

– Desirée Maida

Pisa // dal 14 dicembre 2021 al 3 aprile 2022
Attitude | Graffiti writing, Street art, Neo Muralismo
Palazzo Blu
Lungarno Gambacorti 9
https://palazzoblu.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.