Il progetto fotografico ispirato ai Tarocchi

La fotografa classe 1995 Anna Luna Astolfi ci guida alla scoperta degli Arcani Maggiori reinterpretati in chiave fotografica

I Tarocchi sono un’arte che non si lascia imprigionare da nessun genere di rigidità: gli Arcani che li compongono sono uno specchio e non una verità di per sé. Sono camaleonti, si trasformano per adattarsi a chi li osserva. Se in essi ci sembra di rivedere il nostro futuro, è perché l’accostamento delle loro immagini può contenere ogni storia, dunque anche la nostra. In modo particolare i Trionfi, o Arcani Maggiori, formano una narrazione che condensa in sé tutte le esperienze che un essere umano può vivere nell’arco della propria esistenza poiché espressione di un completo cammino iniziatico. Attraverso l’immagine fotografica, mi sono appropriata di queste fasi. Ho immaginato i Trionfi al di fuori della loro stessa carta, li ho resi vivi e fatti di carne, li ho osservati dentro i loro stessi abiti e oltre il riquadro del foglio che li contiene. Ho voluto camminare attraverso ognuno di loro, farmi portavoce dei significati che nascondono e che sono riuscita a cogliere.
Per queste ragioni VIA è un mazzo che resta sempre fedele all’iconografia originaria dei Tarocchi per tradirla costantemente, unendo tarologia, stage-photography e diario fotografico.

Anna Luna Astolfi

https://annalunaastolfi.altervista.org/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Anna Luna Astolfi
Anna Luna Astolfi (1995, Sora) si è formata nel mondo delle arti visive e della fotografia tra lo IED di Roma e l’ISIA di Urbino. Da subito manifesta un particolare interesse verso l’editoria fotografica, motivo per cui trasforma ogni suo lavoro personale in un prodotto editoriale, collaborando, inoltre, con Leporello, una delle più importanti librerie fotografiche di Roma. La famiglia, il quotidiano e la mitologia sono i temi che più ricorrono nei suoi lavori, pur mantenendo un occhio sempre rivolto all’inclusività e ai movimenti femministi e transfemministi contemporanei. Tra i suoi progetti vi sono “Luna” (2019), “Che non m’apre né serra” (2020) e “Capsula”, opera collettiva pubblicata da Corraini Edizioni (2021). Il suo ultimo lavoro, invece, consiste nella realizzazione di un mazzo di Arcani Maggiori attraverso il linguaggio fotografico ed è intitolato “VIA – Tarocchi” (2022).