Insieme per Roma: il crowdfunding e gli scatti in vendita per combattere la povertà nella Capitale

Quattro fotografe ritraggono una Roma surreale, deserta bellissima: i loro scatti saranno messi in vendita e il ricavato andrà a Forum Terzo Settore a favore delle famiglie svantaggiate danneggiate dalla crisi economica. Ecco come partecipare.

Giulia Lupi, Roma
Giulia Lupi, Roma

La povertà pesa su Roma e tanto. Anche la povertà di chi non te lo aspetti, anche quella che non si vede e siamo preoccupati. Sono in aumento le fasce in difficoltà”, comincia così il racconto di Francesca Danese a Artribune, portavoce del Forum Terzo Settore. Si tratta dell’ente più rappresentativo del Lazio che dal 1999 fa rete tra 33 organizzazioni operanti nei campi del volontariato, dell’associazionismo e della cooperazione sociale, della solidarietà, dell’economia e della finanza etica e solidale. Specialmente durante la pandemia, il Forum si è impegnato a prestare aiuto a chi ne aveva più bisogno, fornendo mascherine e beni di prima necessità. I veri segni della crisi però, stanno venendo a galla ora… “Il dato più preoccupante è che stanno avendo un grandissimo ritardo anche i sostegni per la disoccupazione. Noi, oltre a fare il nostro lavoro con le cooperative, ci stiamo occupando di svolgere un ruolo “politico”, chiedendo alle pubbliche amministrazioni di recepire in maniera adeguata tutte le norme che di volta in volta il Cura Italia ha messo in campo. Stiamo monitorando la situazione dei vari enti locali. Siamo preoccupati anche perché, se prima arrivavano degli aiuti con la ‘spesa sospesa’, in questo momento anche le donazioni stanno diminuendo notevolmente, mentre le richieste di aiuto quintuplicano”. In questa situazione disperata servono fondi immediati. Ecco come contribuire, portandosi a casa una bella opera.

INSIEME PER ROMA: IL PROGETTO FOTOGRAFICO DI BENEFICENZA

L’iniziativa parte da quattro amiche, quattro fotografe professioniste, che durante i mesi di totale chiusura hanno deciso di attivarsi e fare qualcosa di concreto per la propria città. Così Giulia Natalia Comito, Barbara Santoro, Angelina Chavez e Giulia Lupi sono scese nelle strade deserte, catturando l’atmosfera surreale che avvolgeva una Roma improvvisamente deserta. Gli scatti che hanno realizzato sono in vendita per il progetto Insieme per Roma: il ricavato sarà interamente devoluto alle attività di Forum Terzo Settore.  “Ho pensato di raccontare Roma in quel momento unico e coinvolgere anche un gruppo di fotografe a cui sono legatissima da 15 anni”, ci racconta la fotografa Barbara Santoro. “Francesca ci ha procurato i permessi per girare la città per dieci giorni e realizzare il reportage. È stato un privilegio ed è stato anche emozionante! Sono emozioni che ci hanno ripagato del lavoro svolto. Abbiamo selezionato le foto migliori, che sono circa 110. Abbiamo grandi speranze che le foto possano essere acquistate per questa nobile causa. Questo per noi è un progetto di amicizia e di amore per un fine benefico”.

Barbara Santoro, Roma
Barbara Santoro, Roma

INSIEME PER ROMA: COME DONARE E PERCHÉ

Le immagini sono fruibili sulla piattaforma Eppela, al link https://www.eppela.com/it/projects/28156-insieme-per-roma. Qui si possono scegliere le foto desiderate prendendo nota del nome e del numero scritto sotto ogni foto. A quel punto, si decide la somma da donare al progetto e si forniscono tutte le informazioni necessarie per la consegna, che compariranno subito dopo aver realizzato il versamento. Si può anche sostenere la causa con un piccolo importo, senza chiedere alcun premio in cambio. I fondi raccolti saranno utilizzati per disparate finalità quali finanziare un centro estivo per tutti i bambini di famiglie a Roma che non rientrano nelle agevolazioni, supportare le attività del Forum Terzo Settore del Lazio e, non da ultimo, coprire i costi di stampa delle fotografie.

– Giulia Ronchi

https://www.eppela.com/it/projects/28156-insieme-per-roma
https://500px.com/insiemeperroma2020/galleries
https://www.facebook.com/InsiemePerRomaFTSL
https://www.forumterzosettore.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.